PC, Recensioni

Logitech MX Master 3 – RECENSIONE: perfetto per chi lavora, meno per chi gioca

Il nuovo mouse Logitech MX Master 3 arriva è la nuova versione di uno dei mouse più apprezzati e conosciuti sul mercato. La notorietà di questo mouse è facilmente intuibile: è un mouse adatto a tutti, non solo per i grafici e creativi che usano programmi di grafica, ma più in generale per tutti coloro che passano molte ore davanti al PC. 

Le novità toccano molti aspetti del mouse, dal design, completamente ridisegnato, alle funzionalità, tra cui spicca una rotella aggiuntiva sul lato del mouse. Il tutto senza impattare eccessivamente il prezzo, 99€, lo stesso del Master 2S all’uscita (che attualmente potete trovare ad una decina di euro in meno). 

La videorecensione di MX Master 3

YouTube video

 

MX Master 3 vs MX Master 2S: differenze 

Dopo aver utilizzato il Master 2S per diversi mesi ho subito notato come MX Master 3 fosse ancora più comodo ed ergonomico. E’ infatti più sottile ed offre una presa ancora più naturale. Dal punto di vista estetico segnalo invece un look forse più sobrio, privo delle stondature e della forma “a punta” che conferivano maggiore aggressività al modello precedente. Scelta estetica in linea con le finalità del mouse, indirizzato ad un pubblico generalista, in cui l’estetica lascia posto all’ergonomia. Fin dal primo utilizzo ho notato come il peso sia rimasto invariato. La conferma arriva dalle specifiche tecniche, che indicano un peso di circa 140 grammi, ben più pesante rispetto a molti mouse da gaming presenti sul mercato.

Altra novità è la posizione dell’indicatore LED della batteria, posto stavolta in un punto più visibile rispetto al precedente, in cui veniva coperto dal pollice. Anche la rotellina laterale è ben posizionata e non ho fatto fatica ad abituarmi. Lo stesso però non si può dire per i mastini sottostanti, che, se da un lato sono più comodi perché posizionati sotto la rotellina, dall’altro non mi hanno convinto nel feedback alla pressione, essendo un po’ troppo “plasticosi” per i miei gusti.  Ottimi i tasti principali, che restituiscono un feedback deciso senza richiedere troppo pressione. 

Ultima novità che ho apprezzato molto è la dotazione di una porta USB-C per la ricarica, molto comoda per caricare rapidamente il mouse.

La novità principale, dal punto di vista tecnico, riguarda la rotellina principale, forte della dotazione di elettromagneti che lo rendono ancora più silenzioso e scorrevole. La differenza è particolarmente evidente nella modalità “libera”, ovvero quando la rotellina è libera di ruotare. Il movimento stavolta è fluido e soprattutto silenziosissimo. Tuttavia nonostante l’enfasi di Logitech nella descrizione tecnica di questa feature e la piacevolissima sensazione al tatto, non la ritengo una funzionalità tale da giustificare il passaggio dal mouse MX Master 2S o dalla prima edizione all’MX Master 3. 

Mouse MX Master 3: funzionalità

Se utilizzate programmi quali quelli del pacchetto Adobe, Office o Google Chrome potete configurare la rotellina associandola a determinate azioni, a vostro piacimento. Su Photoshop ad esempio è possibile associare la rotazione tramite il pollice allo zoom o alle dimensioni o l’opacità dei pennelli, su Adobe Premiere per scorre la timeline, su Excel per regolare la dimensione del carattere o lo zoom e i mastini sottostanti per annullare o ripristinare le azioni. 

La personalizzazione forse è l’aspetto più importante di questo mouse. Attraverso il configuratore di Logitech potete infatti personalizzare le funzionalità del mouse e regolare ogni singolo parametro, non solo la velocità del puntatore o la direzione dello scroll, ma anche la sensibilità della rotellina laterale o dello Smart Shift, per passare dalla modalità di precisione per movimenti precisi e a scatti a quella iperveloce per scorrere documenti di grandi dimensioni. Vale la pena menzionare anche il supporto a Logitech Flow, che consente di passare in maniera naturale dallo schermo di un PC all’altro (anche da un MacBook ad un PC e viceversa) semplicemente spostando il cursore verso il bordo dello schermo. Flow consente anche di trasferire file di vario tipo da un computer all’altro senza problemi (purché connessi alla stessa rete), semplicemente spostando un file da uno schermo all’altro, in maniera del tutto naturale. 

 

Mouse MX Master 3: cosa ne penso? 

Mouse MX Master 3 NON è un mouse adatto al gaming. E’ troppo pesante e pecca di quella precisione richiesta da un gamer esigente di buon livello. Ma se siete degli utenti che passano intere giornate al PC per lavoro, Mouse MX Master 3 è un must-have.

L’ergonomia e l’esperienza d’uso sono al top, la sensazione al tatto della rotellina è perfetta, la rotellina laterale si sposa con molti dei software più utilizzati e la possibilità di ricarica tramite USB-C è la feature che lo differenzia dal modello precedente. Per chi possiede un mouse MX Master 2S chiaramente non c’è motivo per comprare il nuovo modello, ma chi è alla ricerca di un mouse che offra un salto di qualità rispetto alla media, MX Master 3 è la scelta perfetta. 

Ti potrebbe interessare anche