Miglior equalizzatore per Mac: per tutto l’audio di sistema

equalizzatore

L’equalizzatore è quello strumento che serve per modificare lo spettro del suono, amplificando, attenuando o lasciando invariate delle bande di frequenze rispetto ad altre. Tramite un equalizzatore è possibile enfatizzare il suono in alcune frequenze, eliminare le frequenze in cui ricadono dei rumori di fondo o semplicemente bilanciare lo spettro di frequenze per ottenere un suono omogeneo.

A cosa serve un’equalizzatore in un Mac?

Se state cercando un’app di equalizzazione su Mac probabilmente non ne avete bisogno per registrare o mixare ma semplicemente per migliorare ulteriormente la qualità dell’audio, creare dei preset (personalizzazioni) in base al genere di musica che state ascoltando o per migliorare la diffusione del suono a seconda dell’ambiente di casa o degli speaker collegati al Mac.

Il problema dell’equalizzatore su MacOS è che è presente solo dentro l’App Musica mentre l’esigenza spesso è quella di avere un’equalizzatore a livello di sistema. In sostanza l’obiettivo di questa guida è quello di fornirvi informazioni sui migliori equalizzatori gratis e a pagamento per Mac che vi consentano di regolare il suono su tutto l’audio del Mac e non solo su App Musica ma anche ad esempio su Youtube, Spotify o sui vari Netflix, Prime Video, NowTV o Disney+.

Abbiamo messo in evidenza due app: una a pagamento e l’altra gratuita che funzionano bene su tutte le più recenti versioni di MacOS (Big Sur, Catalina, Mohave, High Sierra). Non abbiamo preso in considerazione app non più supportate dallo sviluppatore, come Hear, o app disponibili solo con l’account Apple Developer per sviluppatori come AULab.

Il miglior equalizzatore a pagamento per Mac: Boom 3D

boom 3D

Il miglior equalizzatore per Mac in assoluto è a pagamento, ma è venduto ad un prezzo molto allettante e pari a soli 7,50 euro. Si chiama Boom 3D e oltre ad amplificare il volume generale del Mac, senza distorcere minimamente, offre un avanzato e preciso equalizzatore per impostare il guadagno fino ad un livello di dettaglio di 31 bande di frequenza differenti. Il volume è tra l’altro regolabile a livello di app (es. Safari, Chrome, Skype, Spotify ecc..) e sono presenti un gran numero di preset come Classical, Dance, Hip Hop, Jazz, Lounge, Party, Rock, Vocals e molti altri. Nulla vieta di crearne di nuovi da zero o a partire dai preset esistenti. Inoltre Boom 3D offre anche 5 effetti differenti come:

Ambience: per rendere l’ascolto più immersivo ma anche naturale, e dare l’impressione di “movimento” attorno a sé
Night Mode: per smorzare e ridurre suoni forti come esplosioni a discapito di suoni con volume più basso
Fidelity: per rendere il sonoro fedele e più vicino alla registrazione originale
Spatial: per dare un effetto 3D al suono dando l’impressione che non provenga dalle cuffie
Pitch: per variare la frequenza delle note

Boom 3d surround

Ma il vero punto di forza di Boom 3D è nella tecnologia 3D surround, che permette di portare ad un livello superiore le proprie cuffie, di qualsiasi tipo, grazie ad un’esperienza molto più coinvolgente ed immersiva. Inoltre, se avete collegato il Mac ad un impianto esterno vi permette di regolare il guadagno e l’intensità del suono di ogni speaker, ottimizzando ulteriormente il sonoro per l’ascolto musicale o la visione di un film su Netflix.

Il miglior equalizzatore gratis per Mac: eqMac

eqmac equalizzatore gratis per Mac

EqMac è un equalizzatore nativo per Mac che rispetto a Boom 3D ha un grande vantaggio: è gratis. Ha molte meno opzioni rispetto a Boom 3D: si può lavorare solo su 10 bande di frequenza e non 31 ad esempio, mancano effetti sofisticati come il 3D surround, o la possibilità di regolare il volume per ogni singola applicazione. Le sue funzionalità si limitano a quelle di equalizzazione. Anche in EqMac trovate una serie di preset selezionabili come Flat, Acoustic, Bass Booster/Reducer, Classic, Dance Electronic, Jazz, Piano, RnB e tanti altri, da cui è possibile crearne di nuovi. Si tratta di un equalizzatore pensato principalmente per ottimizzare e migliorare l’ascolto musicale funziona a livello di sistema e quindi con qualsiasi app esterna come Netflix.

Previous Post
wi-fi 6

Wi-Fi 6 [802.11ax]: cos’è e quali smartphone lo supportano

Next Post
migliori tool bi

Tableau, Power BI o Qlik sense? Tutte le differenze