Guide all'acquisto Smartphone

I migliori smartphone Android economici (max 200 euro)

Mar 20, 2019

I migliori smartphone Android economici (max 200 euro)

Guida all’acquisto degli smartphone economici con Android

Fino a non molto tempo fa era difficile acquistare uno smartphone con una spesa di 200 euro senza rinunciare ad un’esperienza multimediale di buon livello. L’interesse crescente verso l’acquisto di smartphone senza vincoli con gli operatori, ha abbassato il budget medio nel range 100-200 euro, con la conseguente uscita sul mercato di un gran numero di modelli adatti a tutte le tasche. Dopo la guida ai migliori smartphone con un prezzo massimo di 100 euro, e dei migliori sotto i 150 euro, vogliamo ora presentarvi una guida, costantemente aggiornata, dei migliori smartphone acquistabili con un budget di circa 200 euro cercando di dare una risposta chiara alle seguenti domande: quali sono i migliori smartphone Android acquistabili con 200 euro di spesa?

Come osserverete dalla nostra classifica, la differenza di posizione è molto labile e quindi uno smartphone, piuttosto che un altro, potrebbe rispondere meglio alle vostre esigenze. Partendo da questo presupposto tenete presente che abbiamo deciso di inserire una classifica solo per aiutarvi nella scelta, ma un secondo posto non è necessariamente peggiore del primo: sarà la vostra opinione a decidere realmente la posizione finale di questi smartphone in competizione. Inoltre è chiaro che stiamo esprimendo una preferenza e, come tale, potrebbe non essere uguale alla vostra. Però vogliamo offrirvi un consiglio per avvicinarci al massimo alle vostre esigenze.

Per chi fosse interessato, potete trovare le migliori offerte dedicate al mondo della tecnologia e ai migliori smartphone Android sul canale Telegram AffariConTec.

Come abbiamo scelto i migliori smartphone economici?

A nostro parere, le caratteristiche da ricercare con il budget indicato sono le seguenti:

– un display di dimensioni pari ad almeno 5 pollici, per non rinunciare ad un’esperienza multimediale di alto livello;
– l’installazione di una versione di Android recente (Oreo è il minimo sindacale), per la piena compatibilità con le app del Play Store e una maggiore stabilità del sistema; la presenza di Android Pie (9.0) è un plus decisamente rilevante. Se prima Android era frammentato, almeno ora è più facile avere aggiornamenti su molti smartphone.
– un minimo di 32 GB di memoria interna (meglio 64 GB), per installare spensieratamente un buon numero di app senza incappare in problemi di spazio;
– almeno 3GB di memoria RAM per una buona reattività del sistema (scopri quanta memoria RAM serve per uno smartphone);
– schermo con risoluzione HD (720×1280 pixel), a favore della massima visibilità dei dettagli; la risoluzione Full HD è da considerarsi un plus non indifferente. Ovviamente per i form factor allungati, si considera la risoluzione HD+ come minimo.
– Supporto alle reti 4G, compatibilmente con la crescente diffusione dei servizi in 4G, e l’abbassamento delle offerte da parte degli operatori;
– una discreta autonomia, capace di garantire una giornata di pieno utilizzo;
– una fotocamera di qualità accettabile, capace di scattare buone foto almeno per la condivisione sui social.

Alcune doverose precisazioni:
– In questa guida abbiamo voluto scegliere i migliori smartphone sul mercato limitandoci, come già indicato, ai soli modelli con sistema operativo Android ed un prezzo inferiore (o di poco superiore) ai 200 euro; 
– I prezzi di riferimento sono quelli degli store online più conosciuti (come Amazon), mediamente più vantaggiosi rispetto a quelli dei negozi fisici: è possibile quindi che i prezzi degli smartphone nei centri commerciali differiscano sensibilmente da quelli indicati su questa guida; alcuni modelli hanno un prezzo su Amazon superiore a 200 euro, ma abbiamo voluto inserirli in questa guida perché in altri store è possibile acquistarli a meno;
– Abbiamo deciso di includere in questa guida anche gli smartphone cinesi per la crescente disponibilità in molti store online italiani (da Amazon, fino alla presenza nei negozi fisici più specializzati in elettronica), e che non costringono più l’utente ad affidarsi a rischiose spedizioni dalla Cina e che, spesso, offrono garanzia ed assistenza sul territorio nazionale.

Classifica dei migliori smartphone economici a meno di 200 euro: guida all’acquisto

Quali sono gli smartphone economici che vogliamo consigliarvi con un prezzo di 200 euro? Ecco qui la lista! Fateci sapere cosa ne pensate attraverso i commenti, e se vi piace la classifica che abbiamo stilato supportateci con un like alla pagina!

6. Wiko View 2 Plus: la democratizzazione nei 200€

Wiko View 2 Plus Smartphone, Dual Sim, 64 GB, Antracite [Italia]
Prezzo consigliato: 184.99€
Risparmi: 28.36€ (15%)
Prezzo: 156.63€

Wiko View 2 Plus è la soluzione con il miglior rapporto qualità/prezzo della casa francese, capace di portare uno smartphone con 4GB/64GB facilmente sotto ai 200€. Purtroppo non è uno smartphone perfetto, ma la scelta di snellire notevolmente il sistema operativo è qualcosa che paga ai fini della fluidità. La scheda tecnica è infatti di tutto rispetto, pur rimanendo poi un po’ meno arrembante quando si tratta della prova pratica e, anche per questo motivo, inserito non nelle primissime posizioni.

Wiko View 2 Plus: i limiti
Le aspettative sono tante quando si legge una scheda tecnica del genere sotto ai 200€, motivo per cui rimane un po’ di amaro in bocca quando ci si rende conto che il processore non è adatto ad offrire prestazioni sempre al top. Non funziona male Wiko View 2 Plus, ma qualche incertezza di troppo si nota e ormai si cerca uno smartphone più che rodato.
Anche la fotocamera è interessante come sensori, ma tende a non offrire risultati sempre apprezzabili.

Wiko View 2 Plus: i commenti
Il prezzo inferiore ai 200€ e le caratteristiche complessivamente interessanti gli fanno vittoriosamente regge il confronto con alcuni smartphone nella fascia del 200€ e per questo motivo ci sentiamo di consigliarvelo, però ci sono diversi modelli che si confermano superiori e ci fanno propendere per una posizione fuori dal podio.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Marzo 2018 | Peso: 166gr | Spessore: 8.6mm | Sistema operativo: Android Oreo 8 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.93 pollici| Risoluzione: 720 x 1512 pixel (282 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 450 CPU da 1.8 GHz. GPU Adreno 506 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: -| MicroSD: SÌ, fino a 256GB| Fotocamera principale: Dual Camera 12MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 4000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: SI

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ un buon design
✔ supporto dual SIM
✔ uno smartphone fluido

NON devi sceglierlo se vuoi…

✖ prestazioni sempre al top
✖ una fotocamera principale sempre puntuale

 

5. Motorola Moto G6: si torna in auge

Motorola Moto G6 Play, Smartphone da 32 GB, 3 GB RAM, Dual SIM, Deep Indigo, [Italia]
Prezzo consigliato: 199€
Risparmi: 49.01€ (25%)
Prezzo: 149.99€

In rete lo slogan #megliomotog è stato un mantra per moltissimo tempo, specialmente quando arrivò questa fortunatissima serie e la casa statunitense proponeva un sistema molto fluido con caratteristiche tecniche di ottimo livello. Nel 2018 le cose si sono un po’ attenuate, ma il risultato complessivo è comunque uno smartphone ben costruito e funzionale, anche se c’è qualche piccola lacuna se paragonato ai parifascia.

Motorola Moto G6: cosa non convince
Motorola Moto G6 funziona bene, è molto onesto nelle prestazioni ma si deve cominciare a confrontare con gli smartphone Xiaomi che montano processori di fascia media e costano sotto ai 200€. E’ questo il motivo per cui vedere uno Snapdragon 450 può lasciare un po’ di amaro in bocca, fermo restando che è un chip attuale, che lo fa scorrere fluidamente. Invece il Face Unlock (sblocco con il viso) è un po’ impreciso, non convince al 100% come accade con il lettore di impronte digitali.

Motorola Moto G6: la nostra opinione
Motorola Moto G6 sarebbe un modello best buy se non dovesse scontrarsi con Xiaomi, tuttavia bisogna considerare che il calo di prezzo anche sui più famosi store (Amazon su tutti) e la fluidità che si osserva utilizzandolo. Moto G6, tra l’altro, si migliora in molti aspetti, diventa più completo e più funzionale, offre una buona autonomia, parte con Android Oreo a bordo e non si fa mancare anche una versione di memoria da 64 GB (espandibile!) che risulta più che convincente!

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2018 | Peso: 167gr | Spessore: 8.3mm | Sistema operativo: Android Oreo 8.0 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.7 pollici| Risoluzione: 1080 x 2160 pixel (441 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 450 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32/64GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ, fino a 128GB | Fotocamera principale: 12+5MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: SI

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ una autonomia sopra la media
✔ avere un software molto fluido
✔ un buonissimo rapporto qualità/prezzo

NON devi sceglierlo se NON vuoi…

✖ uno smartphone con fotocamera sporgente
✖ uno sblocco facciale non sempre preciso

4. Motorola One: Android One per la casa alata

Motorola One, Smartphone Android Display 5,9” in 19:9, Dual Camera da 13Mp, 4/64 GB, Dual Sim, Cover protettiva inclusa, Colore Ceramic Black
Prezzo consigliato: 299€
Risparmi: 119.36€ (40%)
Prezzo: 179.64€

Motorola è entrata a piedi pari anche nel progetto Android One, studiato per garantire gli aggiornamenti principali ai propri smartphone grazie alla presenza di Android stock. Motorola One è stato presentato sul mercato con un prezzo di listino da fascia media (299€), per farsi trovare finalmente sotto ai 200 euro (segnalato anche sul canale AffariConTec spesso in offerta speciale). Se cercate uno smartphone con il sistema operativo puro, perfetto da personalizzare, allora questo potrebbe fare al caso vostro. L’architettura hardware è anche interessante, seppur alcuni modelli Xiaomi gli siano superiori, ma chi si vuole affidare al blasone di sicuro non avrà di che lamentarsi delle prestazioni offerte.

Motorola One: si poteva fare di più per il display
Motorola One è infatti caratterizzato da un display ampio, dove campeggia al centro il famoso notch che limita in parte il numero di notifiche presenti. Inoltre la risoluzione prescelta è solamente quella HD+ da 720 a 1580 pixel, lasciando un po’ il tempo che trova e non raggiungendo purtroppo i famosi 300 ppi. Solo gli occhi più allenati faranno caso a questo dettaglio, ma penso sia importante per voi coglierne tutti i limiti prima dell’acquisto.

Motorola One: la nostra opinione
Chi cerca autonomia elevata rimarrà davvero stupito perché la resa della batteria da 3000 mAh va ben oltre le aspettative. Senza girare troppo intorno al fatto che effettivamente è uno smartphone solido, ben costruito, che fa al caso di chi cerca uno smartphone che si aggiorni subito con le più recenti release di Android. Purtroppo l’hardware non è pari livello di un Redmi Note 7, per citare uno dei migliori smartphone Android da 200 euro, ed è questo il motivo per cui non è stato inserito nel podio.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Agosto 2018 | Peso: 162 gr | Spessore: 8.0mm | Sistema operativo: Android Oreo 8.0 – UI: Android stock | Aggiornamento disponibile: Android Pie 9.0 | Display: 5.9 pollici | Risoluzione: 720 x 1580 pixels (285 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 625. GPU Adreno 506| RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 256GB| Fotocamera principale: 13MP+13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ una costruzione solida e di design
✔ autonomia sopra alla media
✔ supporto aggiornamenti con Android One

NON devi sceglierlo se NON vuoi…

✖ una risoluzione inferiore a quella Full HD+
✖ il notch

3. Xiaomi Mi 8 Lite: non solo un selfie-phone


Xiaomi MI 8 Lite è uno degli smartphone che di più hanno caratterizzato il mercato di fine 2018, grazie alla combinazione di fattori come una fotocamera dedicata ai selfie da 24 MP, abbinata ad una eccellente costruzione e ad una autonomia sopra la media dei competitors. Motivo per cui, non appena il prezzo è sceso sotto ai 200 euro, è entrato di diritto in questa classifica dedicata ai migliori smartphone Android.

Xiaomi Mi 8 Lite: qualche lacuna
Xiaomi Mi 8 Lite, come tutti gli altri smartphone del produttore, purtroppo non è in grado di riprodurre in HD i contenuti di Netflix e di alcuni dei principali servizi di streaming per via di alcuni DRM. Se questo è un limite, è doveroso che voi ne siate consapevoli prima dell’acquisto. Purtroppo è assente il chip NFC, il che significa che non potrete usare lo smartphone per pagare tramite POS. Infine il notch purtroppo limita molto la presenza delle notifiche: per vederle tutte dovrete abbassare necessariamente la barra delle notifiche.

Xiaomi Mi 8 Lite: che sorpresa!

Xiaomi Mi 8 Lite è uno smartphone che ha sorpreso enormemente durante le nostre prove, difatti si è reso protagonista di un ottimo equilibrio tra prestazioni, qualità del display durante la fruizione dei contenuti multimediali, ma anche ricco di opzioni e personalizzabile come è consuetudine della MIUI 10. Ora che anche su Amazon è sceso sotto ai 200 euro, direi che è una buona opportunità per prenderlo in considerazione tra i migliori smartphone Android.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Giugno 2018 | Peso: 169 gr | Spessore: 7.5mm | Sistema operativo: Android Oreo 8.1 – UI: MIUI 10 | Aggiornamento disponibile: Android Pie 9.0 | Display: 6.3 pollici | Risoluzione: 1080 x 2280 pixels (403 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 660. GPU Adreno 512| RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: 60GB | MicroSD: No| Fotocamera principale: 12MP+5MP | Fotocamera anteriore: 24MP | Batteria: 3350mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ autonomia eccellente
✔ una costruzione con un bel design
✔ una esperienza MIUI molto ricca

NON devi sceglierlo se NON vuoi…

✖ una fotocamera non al top
✖ il notch
✖ vedere Netflix in SD

2. Xiaomi Mi A2: la scelta da fare

Fratello maggiore della interessante famiglia A di Xiaomi, questo smartphone punta ad essere un best buy della fascia dei 200 euro, e si va a scontrare non solo con il passato pesante (Mi A1, ma anche con il fratello Lite). Xiaomi Mi A2 è uno smartphone che basa la sua fortuna su Android One, con il sistema operativo che rimane pulito e non viene “intaccato” famosa interfaccia MIUI. In questo modo si avranno continui aggiornamenti. La scelta da fare per Xiaomi Mi A2 è basata anche sul fatto che monta un processore Snapdragon 660, ha 4GB di RAM e memoria interna da 32GB, sufficienti per installare spensieratamente un buon numero di app , senza dover incorrere nell’annoso problema che tra un anno potrebbero non essere sufficienti. Vi piace videogiocare o ascoltare musica o altro? Potete tranquillamente farlo. La batteria da 3010 mAh, poi, vi garantisce di superare la giornata di utilizzo anche sotto stress.

Xiaomi Mi A2: mancano il jack per le cuffie e il chip NFC
E’ ormai un dato di fatto che ci si sta evolvendo sempre più verso la tecnologia wireless e Xiaomi Mi A2 non è da meno, abbandonando anche lui il jack per gli auricolari. E sempre parlando di avanzamento tecnologico bisogna sottolineare anche l’assenza del chip NFC che può venire utile finalmente con i pagamenti elettronici che si stanno diffondendo anche in Italia. Ci si poteva aspettare qualcosa in più per l’autonomia, per cui Xiaomi ci ha sempre ben abituato.

Xiaomi Mi A2: i commenti
Se state cercando uno smartphone valido, utile e funzionale allora potete tranquillamente rivolgervi allo Xiaomi Mi A2, che ha fatto anche del reparto fotografico un suo punto di forza, dimostrando come un sensore buono e un software ancora migliore possono svoltare in fascia bassa. Avete a disposizione anche 18 mesi di aggiornamenti garantiti ed un ottimo connubio di memoria da 4GB e 32 GB di memoria interna. Al momento attuale Xiaomi Mi A2 è la scelta da fare come miglior smartphone Android da 200 euro.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Luglio 2018 | Peso: 168gr | Spessore: 7.3mm | Sistema operativo: Android Oreo 8.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.99 pollici| Risoluzione: 1080 x 2280 pixel (403 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 660 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: No | Fotocamera principale: Dual Camera 12MP + 20MP | Fotocamera anteriore: 20MP | Batteria: 3010mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: Sì

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ uno smartphone con 18 mesi di aggiornamenti
✔ un ottimo reparto fotocamera
✔ un display ben risoluto

NON devi sceglierlo se vuoi…

✖ una autonomia super
✖ manca il chip NFC
✖ manca il jack audio

 

1. Redmi Note 7: il primo REDMI in Italia


Redmi Note 7 è il primo del nuovo brand “spinoff” di Xiaomi, Redmi, ad arrivare in Italia. Dopo aver creato il brand Poco, finalmente anche per la fascia bassa c’è un esponente destinato a diventare un best buy. Come sempre, il Redmi Note 7 propone delle caratteristiche tecniche di ottima fattura, abbinate ad un funzionamento che lo rende un competitor davvero aggressivo per questa fascia di mercato. Se cercate, infatti, l’equilibrio dovuto a una batteria da 4000 mAh (si, ci fate più di una giornata), ma anche la velocità del chip Snapdragon 660 e un ottimo comparto fotografico, allora state osservando lo smartphone giusto.

Redmi Note 7: cosa non convince?
Purtroppo il Redmi Note 7 non è uno smartphone perfetto, altrimenti avrebbe “rotto il mercato”. La principale limitazione è dovuta al mancato supporto DRM per godersi i contenuti multimediali in HD, ma anche ad una MIUI 10 che, a fine Marzo, non è ancora perfetta e rodata per far girare tutto senza piccoli bug. La MIUI, infatti, è sicuramente il punto in cui il produttore dovrà impegnarsi di più nel lungo periodo per poter rendere questo Redmi Note 7 il best buy di categoria.

Redmi Note 7: i nostri commenti
Il Redmi Note 7 è uno smartphone accattivante, sicuramente in grado di giocarsi la prima posizione in fascia economica con Xiaomi Mi A2 che, però, ha dalla sua la presenza di Android Stock che può farlo preferire a molti. Chi cerca qualcosa in più in termini di design, grazie ad una ottima costruzione, ma anche a chi cerca qualcosa in più dal punto di vista della fotocamera, sa che deve orientarsi assolutamente su Redmi Note 7. Il prezzo di listino a 179 euro richiamerà sicuramente più di qualche consumatore interessato.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Marzo 2019 | Peso: 186 gr | Spessore: 8.1mm | Sistema operativo: Android Pie 9.0 – UI: MIUI 10 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 6.3 pollici | Risoluzione: 1080 x 2340 pixels (409 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 660. GPU Adreno 660| RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 512GB| Fotocamera principale: 48MP + 5MP | Fotocamera anteriore: 13MP | Batteria: 4000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se vuoi…

✔ un display ampio e risoluto
✔ una ottima autonomia
✔ un buon comparto fotografico

NON devi sceglierlo se NON vuoi…

✖ uno smartphone con lettore ibrido tra dual SIM e microSD
✖ il mancato supporto HD su Netflix e i servizi streaming (DRM)

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.