Guide all'acquisto Smartphone

I migliori smartphone Android (max 400 euro)

Mar 3, 2017

author:

I migliori smartphone Android (max 400 euro)

Guida all’acquisto degli smartphone Android da massimo 400 euro

Dopo avervi proposto i migliori smartphone Android economici (dove per economici intendiamo un tetto limite di 200 euro), e i migliori smartphone Android sotto i 300 euro è il turno degli smartphone Android sotto i 400 euro, allo scopo di fornirvi una panoramica a 360 gradi di tutti gli smartphone Android usciti finora o pronti per essere lanciati sul mercato entro la fine del mese. Come sempre, sul sito, troverete tutte le nostre guide all’acquisto per ogni fascia di prezzo.

In questa guida cerchiamo di prendere in considerazione tutte le fluttuazioni di prezzo dettate dal mercato, per cercare di renderla più possibile vicine alla reale offerta e offrire una panoramica più aggiornata possibile.

Quella degli smartphone Android sotto i 400 euro è tra le categorie più difficili da illustrare, dato che capita spesso che offerte di store online, o siti di acquisti di gruppo e talvolta, delle più note catene commerciali, collochino a prezzi poco superiori a 400 euro modelli di primissima fascia, che subiscono un’apprezzabile svalutazione dopo i primi sei mesi dall’uscita. E’ il caso ad esempio di modelli di punta usciti lo scorso anno, che a partire da prezzi di listino elevati, sono ora disponibili online a meno di 400 euro.

I criteri di scelta dei migliori smartphone Android a meno di 400 euro

A differenza di fascia inferiore, non inseriremo dei requisiti minimi perché per considerare uno smartphone che viene venduto con questo prezzo, partiamo dal presupposto che le specifiche tecniche siano di primissimo livello, tali da competere con i top di gamma assoluti. Prima di procedere nella nostra classifica e scoprire quali sono i migliori smartphone Android da massimo 400 euro, precisiamo che:

– I prezzi di riferimento sono quelli degli store online più conosciuti (Amazon in primis), poiché questi hanno dei prezzi che risultano, nella norma, molto più bassi dei negozi fisici e ormai sono in grado di offrire una ottima assistenza ed affidabilità.

– In questa guida potrete trovare anche smartphone cinesi, ormai sempre più concorrenziali come manifattura, prezzo e prestazioni generali. Questo per via di una crescente disponibilità negli store italiani e non, ma anche perché alcuni modelli meritano di essere presi assolutamente in considerazione tra i migliori di questa fascia di prezzo.

Quali sono i migliori smartphone Android che vogliamo consigliarvi con un prezzo massimo di 400 euro? Ecco qui la nostra speciale classifica! Fateci sapere cosa ne pensate attraverso i commenti, e se vi piace la classifica che abbiamo stilato supportateci con un like alla pagina!

I migliori smartphone Android da massimo 400 euro

Huawei Nova e Nova Plus

Solitamente tendiamo a non accostare due smartphone della stessa serie, ma in questo caso le dimensioni e la batteria sono le uniche differenze tecniche tra Huawei Nova e Huawei Nova Plus, due smartphone lanciati ad IFA ed in grado di catturare l’attenzione grazie ad una estetica non troppo distante da quella del Nexus 6P.
E’ uno smartphone Huawei atipico, privo del chipset proprietario e dotato di uno Qualcomm (SD 625), capace di ottime prestazioni, eccellente rapidità nello sblocco tramite impronta e con una qualità fotografica molto buona, grazie allo stabilizzatore ottico.

Huawei Nova e Nova Plus: cosa non va
Il principale difetto di Huawei Nova Plus, più degli altri, è che il design risulta un po’ anonimo e si rischia di confonderlo con uno qualsiasi dei classici cinesoni, complice il retro leggermente “bombato” che lo rende meno elegante rispetto alle linee di altri dispositivi Huawei. Purtroppo, invece, il display è nella media come qualità visiva, ma nonostante questo non si hanno difficoltà nella visualizzazione dei contenuti in esterna.

Huawei Nova e Nova Plus: la nostra opinione
Il motivo per cui va presa in considerazione Huawei Nova, intesa come serie, è da ricercarsi nell’autonomia, infatti è in grado di ottenere ottimi risultati con una architettura harwdare molto intrigante, seppur non da top di gamma. Il principale motivo per cui trova difficoltà nel mercato risiede nei competitors: LG G5,One Plus 3, Huawei P9 e Honor 8 che sono ancora da preferire per una serie di fattori.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Settembre 2016 | Peso: 146/160 gr | Spessore: 7.1/7.35mm | Sistema operativo: Android 6.0.1 con Emotion UI v4.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5/5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401/441 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 625 MSM8953 Cortex-A53 Octa-core 2 GHz. GPU: Adreno 506 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3020/3340mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi risparmiare
✔ ricerchi una autonomia molto elevata
✔ hai bisogno di una fotocamera molto buona

NON devi sceglierlo se…

✖ cerchi un design molto attraente
✖ hai bisogno di uno speaker potente e pulito
✖ vuoi sfruttare la banda a 5GHz del Wi-Fi

 

Zenfone 3

Asus ZenFone 3 Smartphone, Dual SIM, Display da 5.2
Prezzo consigliato: 329€
Risparmi: 187€ (57%)
Prezzo: 142€

Asus Zenfone è lo smartphone che ha il compito di prendere la pesante eredità della serie 2 e lo fa arrivando sul mercato ad un prezzo di lancio non esagerato. La grande fortuna, inoltre, è data da un supporto software di spessore, sinonimo della cura che il produttore mette nei suoi prodotti. Tra le altre particolarità che vanno segnalate c’è indubbiamente quella del display, al di là dell’ottimo pannello, la vera forza di questo display sta nella personalizzazione software che permette di regolare temperatura di colore, punto di bianco e moltissime opzioni.
Per gli amanti degli scatti, invece, troviamo una applicazione ben personalizzata che fornisce i giusti spunti creativi a chi scatta le foto, facendosi forza di un sensore da 16 MP.

Zenfone 3: cosa non va
Zenfone 3 non è uno smartphone perfetto e, nella nostra prova, non siamo rimasti soddisfattissimi del lettore di impronte digitali, posto in modo verticale, non sempre rapido e preciso come gli altri concorrenti. Inoltre la batteria sulla carta non promette faville (2600mAh) e purtroppo non fa esaltare nella resa quotidiana, specie se ben stressato. Infine va ricordata la solita, pesante, interfaccia di Asus: piace e non piace, ma rischia di non piacere vista la quantità di bloatware presente una volta acceso lo smartphone.

Zenfone 3: la nostra opinione
Zenfone 3 diventerà la scelta giusta nel momento in cui scenderà ancora un po’ di prezzo, al momento la concorrenza è davvero agguerrita e molti sono disposti a spendere qualcosa in più per avere modelli più “puliti”. Ma il prodotti Asus merita assolutamente di essere considerato tra i migliori smartphone Android di questa fascia di prezzo: funziona bene, è solido, è affidabile, ha un ottimo supporto software.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2016 | Peso: 144 gr | Spessore: 7.7mm | Sistema operativo: Android 6.0 ASUS ZenUI 3.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (424 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 625 MSM8953 Cortex-A53. GPU: Adreno 506 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 2650mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ cerchi prestazioni ottime
✔ vuoi un display personalizzabile
✔ se vuoi uno smartphone compatto e curato
✔ vuoi un produttore attento agli aggiornamenti

NON devi sceglierlo se…

✖ se non vuoi usarlo con una powerbank (si poteva fare di più per l’autonomia)
✖ hai bisogno di un lettore di impronte rapidissimo

 

Lenovo Moto Z Play

Motorola Moto Z2 Play Smartphone da 5,5 pollici FHD AMOLED, 4GB RAM, 64 GB ROM, Snapdragon 626 Octa-core 2,2 GHz, 12 MP Camera, 4G LTE, Android 7.1.1, Grigio Lunare
Prezzo consigliato: 499€
Risparmi: 277.85€ (56%)
Prezzo: 221.15€

Lenovo Moto Z Play rappresenta il lancio della compagnia cinese perché è uscito con il brand Lenovo e non con Motorola per una precisa scelta: il fine è stato raggiunto perché adesso si pensa subito a Lenovo e ai Moto Mods. In generale il prodotto è assolutamente interessante, pur avendo caratteristiche “nella media” come ad esempio il buon display Full HD da 5.5 pollici, il chipset Snapdragon 625 che fa girare bene l’interfaccia molto simile a quella di Android stock.
La fotocamera, tranne in rare condizioni di scarsa luminosità, si comporta in maniera onesta.

Lenovo Moto Z Play: i difetti
C’è poco da fare: il lettore di impronte digitali posto in quella posizione non è affatto comodo e ricorda molto di più un tasto Home. Superato questo piccolo scoglio, il difetto più grande rimane il fatto di spendere ulteriormente per i Moto Mods e, qualora non siate interessati ai moduli, rimane difficile da digerire il fatto di spendere ulteriormente. Fortunatamente, inoltre, il prezzo è calato rispetto a quello di listino.

Lenovo Moto Z Play: i nostri commenti
Lenovo Moto Z Play è lo smartphone modulare più a buon mercato e rappresenta l’opzione più economica per provare i Moto Mods. Se siete curiosi, alla ricerca dell’innovazione, allora Moto Z Play rappresenta la scelta giusta per voi. Viceversa se cercate qualcosa più a buon mercato con le stesse prestazioni esistono diverse possibilità.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2016 | Peso: 165 gr | Spessore: 7.0mm | Sistema operativo: Android 6.0.1 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 625 MSM8953 Cortex-A53. GPU: Adreno 506 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 3510mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi provare a comprare i Moto Mods
✔ hai necessità di una ottima autonomia
✔ cerchi un buon equilibrio qualità/prezzo

NON devi sceglierlo se…

✖ proprio non digerisci il lettore di impronte preparato da Motorola
✖ il prezzo di lancio ti spaventa

Samsung Galaxy A3 2017: il miglior smartphone compatto

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  


Siamo ormai arrivati alla terza release della gamma di smartphone Galaxy A e Samsung sembra aver recepito i feedback degli utenti. Il più piccolo smartphone di questa famiglia è Galaxy A3 2017, che resta il dispositivo adatto a tutti coloro che vogliano lasciare da parte i padelloni, per rivolgersi a dimensioni più “umane” e tascabili. Grazie al display da 4.7 pollici, infatti, Galaxy A3 va contro corrente in un mercato dove le dimensioni si spingono sempre oltre e nonostante questo sembra avere uno spettro di pubblico definito. Sono certamente le dimensioni, oltre alla garanzia e firma Samsung, a decretarne (e averne decretato) il successo.
Rispetto ai modelli degli scorsi anni, sicuramente c’è un upgrade su vari fronti. Prima di tutto, sul lato hardware. Samsung Galaxy A3 2017 monta lo stesso processore del fratello maggiore Galaxy A5 2017 e rispetto ai suoi predecessori si assiste (finalmente) ad un potenziamento della RAM, che arriva a 2GB. Un aspetto che si aspettava, dopo le versioni precedenti, e che rende buona anche l’esperienza gaming.
Il design è uno degli aspetti che spesso ha fatto la differenza negli smartphone Samsung, sempre caratterizzati da materiali di pregio e di qualità visibile. Se pensiamo poi che lo smartphone è dotato di certificazione IP68, tutto acquista ancor più rilevanza.
Buono anche il comparto fotografico, soprattutto per quanto riguarda la camera anteriore. Se siete amanti dei selfie, questo smartphone non vi deluderà.

Samsung Galaxy A3 2017: troppo alto il prezzo?
L’aspetto che ancora non riesce a convincere pienamente della Gamma A è il prezzo. Samsung la lanciò a suo tempo come una famiglia di smartphone abbordabile, creata per far conoscere e vivere l’esperienza della casa alle più varie fasce di utenza. In realtà, se si vanno a vedere esattamente le specifiche tecniche (come RAM e risoluzione del display), il prezzo di lancio (circa 330€) non è pienamente in line con la concorrenza, ma se si pensa ai materiali di costruzione e alla certificazione di resistenza all’acqua, il costo è presto fatto.

Samsung Galaxy A3 2017: i commenti
La gamma A ha avuto un successo che, seppur non paragonabile a quello della famiglia S, ha permesso a Samsung di riscontrare dei feedback e migliorare gli smartphone versione dopo versione. Rispetto al modello del 2016, Galaxy A3 2017 ha subito un miglioramento indiscusso. Sul prezzo, ancora non ci siamo pienamente, ma, visto anche ciò che è successo nel passato, non può essere questo aspetto a pregiudicare uno smartphone ben funzionante e pratico, che trova un chiaro e preciso bacino di utenza, che preferisce spendere qualche decina di euro in più, per non rinunciare a qualità e praticità.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Gennaio 2017 | Peso: 135 gr | Spessore: 7.9mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0.1 – UI: Grace UX | Aggiornamento disponibile: – | Display: 4.7 pollici | Risoluzione: 720 x 1280 pixels (312 PPI) | Processore: Exynos 7870 Octa-core 1.6GHz. GPU Mali T-830| RAM: 2GB | Memoria interna totale: 16GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 256GB| Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 2350mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi un dispositivo dalle dimensioni “umane”
✔ Vuoi uno smartphone resistente all’acqua e alla polvere (IP68)
✔ Vuoi un’ottima fotocamera per i selfie

NON devi sceglierlo se…

✖ A questo prezzo ti aspetti qualcosa di più in fatto di specifiche

LG G5 SE: il vero top di gamma di LG

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Quale è il motivo per definire LG G5 SE come vero top di gamma? Sicuramente il motivo è da ricercare nel fatto che pian piano il primo smartphone modulare della casa è stato reso meno reperibile e questo modello non fa sentire grandi mancanze rispetto al G5.
Le differenze sostanziali riguardano il GB di RAM in meno e il chip Qualcomm Snapdragon 652, due sostituzioni che valgono un risparmio di oltre 200 euro che non può che far gola. Gli utenti che hanno voglia di uno smartphone modulare (almeno in parte!) sanno dove orientarsi ora, pur con i limiti che aveva già evidenziato il top di gamma.
Resta sempre un validissimo smarpthone con display 2K con la comoda funzione AlwaysOn per avere le notifiche senza la necessità di accenderlo. Non manca poi la fotocamera doppia con possibilità di effettuare scatti grandangolari e sfruttare un app ricca di opzioni.

LG G5 SE: cosa non va
Purtroppo rimangono evidenti alcuni limiti, come, ad esempio, il profilo non allineato in basso quando si collega la batteria allo smartphone. Inoltre, ormai a distanza di tempo dall’uscita del G5, siamo d’accordo nel constatare che, purtroppo, per l’ennesima volta la modularità non è stata sfruttata appieno, complice anche dei costi molto elevati per i moduli.

LG G5 SE: la nostra opinione
LG G5 SE rappresenta la miglior opzione per chi ha voglia di provare la modularità: praticamente allo stesso prezzo di un top di gamma (al lancio!) ci si può portare a casa uno smartphone top con un modulo, magari dedicato all’audio come quello di Bang&Olufsen. Con questo si può prendere uno smartphone potente, con una autonomia discreta e con un design “discutibile”.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Settembre 2016 | Peso: 156 gr | Spessore: 7.3mm | Sistema operativo: Android 6.0 LG Optimus UX 5.0 UI Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.3 pollici | Risoluzione: 1440 x 2560 pixel (554 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 652 MSM8976. GPU: Adreno 510 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 2800mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi provare la modularità
✔ ti diverti a fare scatti grandangolari
✔ vuoi spendere meno che per un top di gamma

NON devi sceglierlo se…

✖ cerchi un design molto solido
✖ non ti piace l’idea dei moduli
✖ ti serve autonomia top

 

Honor 8

Honor 9 Lite Smartphone, Schermo 5.65
Prezzo consigliato: 199.9€
Risparmi: 50.9€ (25%)
Prezzo: 149€

Se Honor 8 è diventato il miglior smartphone Android per la sua fascia di prezzo i motivi vanno ricercati in una dimensione più compatto rispetto al trend delle diagonali Android, ad una batteria affidabile, ad un sistema rodato e molto scattante nelle operazioni quotidiane. L’autonomia di Honor 8 è buonissima: si arriva senza difficoltà a fine giornata nonostante un utilizzo ossessivo dello smartphone.
Inoltre va segnalato che la fotocamera, pur non essendo all’altezza di quella del P9, produce risultati, nel punta e scatta, superiori a gran parte degli smartphone che trovate in commercio allo stesso prezzo. Per chi si vuole divertire con comandi manuali, c’è anche una modalità PRO, in puro stile reflex&mirrorless per bilanciare bianco, esposizione, ISO, ecc.
Il design, inoltre, è fantastico e può vantare una versione Sapphire Blue di qualità elevatissima.

Honor 8: cosa non convince appieno
Un tema molto delicato e particolare riguarda l’emissione SAR di ogni smartphone e, purtroppo, va sottolineato che Honor 8 produce un valore più alto della media di altri concorrenti: 1.69. E’ un dato che va segnalato, ovviamente spetta poi al proprio giudizio decidere se questo è un limite invalicabile o meno.
Invece come tema a parte va segnalato che Honor 8, specialmente nella versione Sapphire Blue, trattiene le impronte sulla back cover in vetro e, sempre rimanendo in tema di oggettività, manca la radio FM.

Honor 8: i nostri commenti
Honor 8 può sbaragliare la concorrenza grazie ad un prezzo aggressivo, ad una architettura hardware di ultima generazione, all’aggiornamento ad Android Nougat, ad una fotocamera che vi permette di fare delle ottime foto creative da condividere sui social, ad una buona autonomia. Vi basta?
Honor 8 è uno dei migliori smartphone Android, un best buy indiscusso… e non è nemmeno il classico cinesone senza assistenza.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Agosto 2016 | Peso: 153 gr | Spessore: 7.45mm | Sistema operativo: Android 6.0.1 con Emotion UI v4.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (424 PPI) | Processore: Huawei HiSilicon Kirin 950 Quad-core 2.3 GHz Cortex-A72 + Quad-core 1.8 GHz Cortex A53. GPU: Mali-T880 MP4 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: | Fotocamera principale: 12MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ cerchi compattezza, ergonomia e comodità
✔ vuoi uno smartphone con design bellissimo
✔ la velocità e le prestazioni sono le tue priorità
✔ vuoi foto di ottima qualità
✔ hai bisogno di una autonomia molto buona

NON devi sceglierlo se…

✖ il parametro SAR è importante per te
✖ se ti danno fastidio le impronte sul vetro
✖ ti serve la radio FM

 

Galaxy S6

Come abbiamo specificato nell’introduzione, in questa guida è facile trovare tra i migliori smartphone Android i top di gamma dell’anno passato: è questo il caso di Galaxy S6 che non appena è sceso sotto i 400 euro è diventato un immancabile best buy. A distanza di un anno è capace di offrire ancora prestazioni da top della categoria, grazie ad un chipset SAMSUNG Exynos 7420 che è in grado di far girare praticamente tutte le app dello store, giochi compresi. Inoltre si fa forte di un display AMOLED luminoso e brillante, con neri ben contrastati, quindi estremamente visibile all’aria aperta: un plus non indifferente.
La qualità fotografica rimane di primissima fattura e non sono pochi gli utenti che lo reputano anche migliore rispetto al top di gamma attuale: con Samsung Galaxy S6 non sbaglia il colpo il colosso asiatico e continua ancora a vivere delle sue fortune. Il tutto racchiuso in uno smartphone compatto e dalle dimensioni “giuste”!

Galaxy S6: cosa non convince appieno
I difetti sono ormai noti e molti tendono a ricondurre nell’interfaccia Samsung TouchWiz il principale limite: questo risulta soggettivo e, per fortuna, abbiamo comunque 3 GB di RAM a tenere duro e non far sentire in modo eccessivo i lag e/o i microscatti (che sono comunque impercettibile all’occhio meno attento). Per il resto non si può non osservare che la batteria ha una durata nella media, nulla più (ma ci si riescono a fare circa 12 ore di utilizzo, anche intenso).

Galaxy S6: i nostri commenti
Forse il Galaxy S6 ha avuto maggior successo un anno dopo, con la svalutazione tipica degli smartphone Android, che al lancio come top di gamma. Un anno dopo è impossibile non rimanere catturati dalla qualità fotografica che questo smartphone riesce ancora a mettere in mostra, praticamente merita la citazione tra i migliori smartphone Android a meno di 400 euro anche solo per questo motivo. Non dimentichiamo comunque che è sostenuto da un chipset che non risente affatto dell’età e che fa girare fluidamente tutte le app ed i giochi presenti sul Play Store. I difetti, a distanza di un anno, sono totalmente ridimensionati se consideriamo il prezzo.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2015 | Peso: 138 gr | Spessore: 6.8mm | Sistema operativo: Android 6.0.1 TouchWiz UI Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.1 pollici | Risoluzione: 1440 x 2560 pixel (577 PPI) | Processore: SAMSUNG Exynos 7420 Quad-core 1.5 GHz Cortex-A53 + Quad-core 2.1 GHz Cortex-A57. GPU: Mali-T760 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: No| Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 2550mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ cerchi una qualità fotografica di prima qualità
✔ vuoi usare l’opzione Multi-schermo
✔ fluidità al top anche dopo gli aggiornamenti
✔ vuoi videogiocare

NON devi sceglierlo se…

✖ cerchi un battery-phone
✖ non ti piace la TouchWiz di Samsung

 

OnePlus 3: il miglior smartphone cinese a 400€

OnePlus 6 Smartphone 8GB RAM, 128 GB Memoria (non espandibile), OxygenOS basato su Android Oreo, Dual SIM, Nero (Midnight Black)
Prezzo consigliato: 569€
Risparmi: 69.1€ (12%)
Prezzo: 499.9€

Dopo l’abbandono del sistema ad inviti, OnePlus 3 è diventato a tutti gli effetti l’oggetto del desiderio degli utenti più esigente, non solo per la presenza di 6 GB di RAM (dove tanto impatto lo ha avuto soprattutto il marketing), ma anche per la presenza di fotocamere convincenti.
In una visione globale OnePlus 3 risulta avere un sistema fluido, che gira bene, che non ha intoppi e che si fa valere sul suo display AMOLED. Chi ama gli smartphone Samsung, sa quanto possano essere belli i neri e i contrasti riprodotti su uno smartphone di questo tipo.
Se poi siete abituati a pensare agli smartphone cinesi come problematici, autodidatti o altro, OnePlus 3 è in grado di farvi cambiare opinione perché ha saputo mantenere alcune peculiarità fondamentali per gli amanti di Android: moddabilità, uno stile perfettamente riconoscibile e in generale prestazioni elevate.

OnePlus 3: perché non è perfetto
La scelta di OnePlus di lanciare sul mercato la versione Turbo ha raffreddato l’entusiasmo verso OnePlus 3, uno smartphone, tuttavia convincente, ma che sa di incompiuto e “meno top” se paragonato alla sua versione più potente. Chiariamoci: OnePlus 3 è uno smartphone che funziona bene, che è futuribile ma manca di quel senso premium che solo la versione Turbo può possedere. La batteria da 3.000 mAh non riesce a sostenere l’intera giornata, purtroppo.
Inoltre va segnalata l’assenza degli auricolari nella confezione e l’assenza dello slot alla microSD tanto cara agli smartphone Android.

OnePlus 3: la nostra opinione
OnePlus è in grado di far innamorare gli utenti grazie ad uno stile molto vicino ai Nexus: sistema operativo personalizzato ma leggero e fluido, in grado di far eseguire ogni operazione al top senza perdite di tempo. OnePlus 3 però ci è piaciuto tanto e non ci tiriamo indietro: consigliato! Tenete anche in considerazione che è uscito OnePlus 3T, dotato di una piattaforma hardware più avanzata, ma anche più costoso (439€) e quindi lasciamo a voi la scelta di quale modello scegliere per l’acquisto. (Il prezzo sul sito ufficiale è di 399€)

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Giugno 2016 | Peso: 158 gr | Spessore: 7.35mm | Sistema operativo: OxygenOS basato su Android Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Snapdragon 820 Quad-core 2.22 GHz + quad-core 1.6 GHz. GPU: Adreno 530 | RAM: 6GB | Memoria interna totale: 64GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: NO| Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 8P | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi il miglior smartphone cinese
✔ vuoi potenza e fluidità in uno smartphone top
✔ cerchi un OnePlus senza sistema ad inviti

NON devi sceglierlo se…

✖ ti servono più di 64 GB di memoria interna
✖ vuoi gli auricolari nella confezione di vendita
✖ l’autonomia è fondamentale per te

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.