I migliori smartphone sotto i 100 euro [2021]

È sufficiente un budget di 100 euro per acquistare uno smartphone Android di buon livello? Fino a qualche anno fa era impossibile pretendere un’esperienza qualitativa, fluida e reattiva da uno smartphone così economico. Tuttavia il prezzo medio degli smartphone negli ultimi tempi si è progressivamente abbassato, complice da un lato i costi sempre più ridotti dei componenti hardware, dall’altro la crescente attenzione dei produttori verso gli utenti che non vogliono vincolarsi agli abbonamenti offerti dagli operatori.

Cosa deve avere uno smartphone che costa 100 euro?

  • un display di qualità adeguata per i contenuti video (YouTube, Netflix, Prime Video ecc..)
  • una versione di Android recente per la piena compatibilità con le app del Play Store;
  • una memoria RAM adeguata per mantenere buone prestazioni anche nel tempo;

Come potete notare non abbiamo inserito la qualità della fotocamera: 100 euro sono troppo pochi per pretendere anche foto di buona qualità. Se volete uno smartphone che scatti anche delle foto di buona qualità, dovrete obbligatoriamente prendere in considerazione modelli di fascia superiore.

Qualche precisazione:

  • I prezzi di riferimento sono quelli di Amazon;
  • Abbiamo considerato qui anche gli smartphone di produttori cinesi non venduti nei negozi fisici;

1. Xiaomi Poco C3

poco c3

Poco è un brand di Xiaomi che sta riscuotendo un ottimo successo nella fascia entry-level. Il prezzo di Poco C3 è di 85 euro nella versione 3GB RAM e 32 GB memoria interna, e di 105 euro nella versione 4 GB RAM e 64 GB di memoria. Accanto ad una discreta dotazione hardware troviamo una batteria da 5000 mAh in grado di assicurare un’autonomia eccellente. Il prezzo da pagare è un display molto grande da 6,43 pollici che lo rende poco maneggevole e pesante (194 gr). Essendo uscito di recente, ad Ottobre 2020, trovate installato Android 10 personalizzato con l’apprezzatissima interfaccia di Xiaomi MIUI 12. Presenti 3 fotocamere: una fotocamera grandangolare da 13 MP (f/2.2 28 mm), una da 2 MP (f/2.4) per le macro (macro) e una da 2 MP (f/2.4) per la profondità. La qualità delle foto è discreta, assente chiaramente lo zoom. Purtroppo non è ancora disponibile su Amazon.

2. Alcatel 1S (2020)

alcatel 1s

Alcatel 1S (2020) è tra i modelli più interessanti in questa fascia di prezzo e con un rapporto qualità-prezzo davvero aggressivo. Il software è in versione stock ed aggiornato ad Android 10. I punti di forza di Alcatel 1S sono molti: 3 GB di RAM a supporto di una buona reattività, una buona autonomia, forte di una batteria da 4.000 mAh, ed un comparto fotografico di discreto livello così composto: sensore da 13 MP (f/1.8), uno da 5 MP (f/2.2) per la profondità e un sensore da 2 MP (f/2.4) per le macro. Inoltre offre un display grande ma non esagerato, con una diagonale pari a 6,22 pollici che ferma l’ago della bilancia a 165 grammi. Non aspettatevi però performance strabilianti data la dotazione di un processore economico targato MediaTek, MT6762D Helio P22 a 12 nm, sufficiente solo a garantire una buona reattività alle app più comuni ma inadatto a giochi pesanti.

3. Alcatel 1SE (2020)

alcatel 1se

Alcatel 1SE è il modello più economico dell’azienda Alcatel, venduto ad un prezzo ancora più basso dell’1S. Se cercate uno smartphone più economico possibile potrebbe fare per voi, ma se avete la possibilità di spendere una vendita di euro in più è preferibile l’1S. Il motivo? Il processore Unisoc SC9863. Le prestazioni sono simili a quelle dell’1S ma il produttore è ancora meno rinomato di Mediatek. Non mancano 3 GB di RAM a favore di una buona esperienza d’uso, ma che difficilmente potranno garantire un’esperienza soddisfacente davanti ai giochi più pesanti. La dotazione fotografica è la stessa di Alcatel 1S composta da un sensore da 13 MP (f/1.8), un sensore da 5 MP per la profondità e da 2 MP per le macro. Restano invariate anche le dimensioni dello schermo, pari a 6,22 pollici, e la risoluzione da 720 x 1520 pixel.

4. Ulefone Note 9P (2020)

ulefone note 9p

Se volete dare fiducia al brand Ulefone, vi consigliamo il Note 9P (uscito a Luglio 2020) rispetto al Note 7P. Costa una ventina di euro in più ma i vantaggi rispetto al 7P sono molteplici:

  • hardware migliore (4 GB RAM e 64 GB di memoria interna). Si tratta di un vantaggio non indifferente, dato che 32 GB sono la norma in questa fascia di prezzo, dotazione che se fate molte foto e video o installate un gran numero di app non è più sufficiente;
  • Android 10 in versione stock, senza alcuna personalizzazione;
  • risoluzione dello schermo maggiore (720 x 1600 pixel);
  • foto di qualità più alta frutto di una fotocamera wide da 16 MP (f/2.2) con autofocus, una da 5 MP per le macro e una da 2 MP per la profondità;
  • autonomia più elevata, frutto di una batteria da 4.500 mAh;

Le dimensioni però sono abbastanza generose e per molti può risultare un po’ scomodo. C’è anche da dire che è sempre più difficile trovare smartphone piccoli e maneggevoli.

5. Motorola Moto E6S (2020)

moto e6s

Nella fascia di prezzo super economica, dominata da smartphone cinesi, un brand affidabile come Motorola rappresenta un’eccezione. Sulla carta potrebbe sembrare inferiore ad altri modelli di questa guida (2 soli GB di RAM). In realtà nell’utilizzo di tutti i giorni Motorola E6S riesce a garantire un’esperienza davvero gratificante, nonostante la dotazione di un processore MediaTek MT6762 Helio P22 (12 nm). La qualità in chiamata, come da tradizione Motorola, è eccellente. A questo si aggiunge Android in versione stock, uno schermo di buona qualità ed una discreta qualità fotografica.

L’altro vantaggio è la maneggevolezza. Lo schermo da 6,1 pollici e un peso di 160 gr si traducono in uno smartphone comodo da utilizzare anche con una mano. La batteria da 3.000mAh sulla carta può sembrare insufficiente ma assicura una buona autonomia. Il comparto fotografico è composto da un sensore principale (wide) da 13 MP (f/2.2) e un sensore da 2 MP per la profondità. Assente il sensore macro, ma non se ne sente la mancanza data l’utilizzo limitato di questo sensore.

6. Cubot Note 20

Cubot Note 20

Cubot Note 20 rientra tra i modelli che vediamo spesso tra le offerte di Amazon. A 90 euro è difficile pretendere di più:

  • ampio display da 6.5 pollici con risoluzione 720 x 1600 pixel (270 ppi);
  • comparto fotografico basato su quattro sensori: un sensore da 12 MP (f/2.2), uno da 20 MP per la profondità, uno da 2.0 MP e un altro da 0.3 MP
  • 64 GB di memoria interna, la dotazione minima che vi consigliamo al giorno d’oggi per non avere problemi di memoria ed essere costretti a cancellare foto, video e app da cancellare;
  • buona autonomia, grazie ad una batteria da 4.200 mAh;

A questo si aggiunge anche il supporto all’NFC. La reattività è nella media per questa fascia di prezzo frutto di un processore Mediatek Helio A20 MT6761D e 3 GB di RAM. Se il vostro budget è minimo e vi fidate di un brand cinese presente sul mercato da oltre 7 anni non potete non prendere in considerazione questo modello.

7. Blackview A80 Pro (2020)

BlackView è un brand cinese focalizzato nella fascia bassa di mercato. BlackView A80 Pro è la proposta ad un prezzo di poco superiore a 100 euro. Il punto di forza di questo smartphone è nella dotazione di 4 GB RAM e di 64 GB di memoria interna, indispensabili se si è alla ricerca di uno smartphone da utilizzare come prime device. Nonostante la batteria da 4.680 mAh l’autonomia però non è delle migliori, segno che non sempre dalle sole specifiche tecniche si possono capire le reali performance.

Rispetto agli altri smartphone presenti in questa guida è un po’ più datato, essendo uscito a Novembre 2019. La cosa buona però è che è aggiornabile ad Android 10, segno che anche brand meno conosciuti come BlackView aggiornano i propri device senza abbandonare gli utenti dopo l’acquisto. Inoltre le dimensioni dello schermo non sono esagerate (6.49 pollici), fermando l’ago della bilancia a 165 grammi. Non aspettatevi però una reattività pienamente soddisfacente, dato che il processore MediaTek Helio P25 non è in grado di assicurare performance di livello. Inoltre anche la qualità fotografica non è ottimale. Nonostante la dotazione di quattro sensori (13 MP + 2 MP + 0,3 MP + 0,3 MP) i risultati sono sufficiente solo ad una rapida condivisione su whatsapp e poco più.

8. Xiaomi Redmi 9C

redmi 9c

La versione di Redmi Note 9C che consideriamo in questa guida è quella con 2 GB di RAM e 32 GB di memoria. Il consiglio che possiamo darvi qui è di valutare di investire una ventina di euro in più per la versione con 3 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, che può assicurare una maggiore longevità e una maggiore spensieratezza nell’archiviazione di foto e video e nell’installazione di app. Anche la versione 2/32 assicura una buona esperienza d’uso ma vogliamo consigliarvelo solo come muletto o come secondo cellulare considerati i limiti di del processore MediaTek Helio G35 da 12 nm. L’autonomia è capace di coprire un’intera giornata senza troppi problemi, grazie ad una batteria da 5.000 mAh. Discreta la qualità fotografica, frutto di una tripla cam: sensore wide da 13 MP (f/2.2, 28 mm), un sensore da 2 MP (f/2.4) per le macro e un sensore da 2 MP (f/2.4) per la profondità. L’altro aspetto da considerare è la maneggevolezza: Redmi Note 9C è piuttosto pesante, data la batteria di ampie dimensioni.

9. Realme C3

Realme è un altro brand cinese noto venduto anche su Amazon. Realme C3 offre un ampio display da 6.5 pollici ed ospita un’ampia batteria da 5.000 mAh a vantaggio di un’autonomia davvero eccellente. Purtroppo la dotazione hardware è inferiore ad altri modelli presentati in questa guida: la RAM è da soli 2 GB e il processore Mediatek Helio G70 (12 nm) non lo rende troppo reattivo nell’utilizzo delle app.

Non è tra gli smartphone più maneggevoli, dato il peso di 195 grammi dovuto all’ampia batteria. All’acquisto troverete installato Android 10 personalizzato con l’interfaccia Realme UI 1.0, ma riceverà l’aggiornamento ad Android 11 con Realme UI 2.0. La memoria da 32 GB può essere un limite per chi vuole usarlo come primo telefono, per chi scatta un gran numero di foto o video, o salva sul telefono tutti i media di Whatsapp.

10. BlackView BV5500 Plus (2020)

BlackView BV5500 Plus

Si tratta di uno smartphone “da battaglia”, cosiddetto “rugged”. Impermeabile, resistente a cadute e da portare con sè nelle situazioni in cui non si vuole rischiare di rompere lo smartphone che utilizziamo come primo telefono. La dotazione hardware non è male, anche se nell’utilizzo di tutti i giorni pecca in reattività. Uscito a Febbraio 2020, BlackView BV5500 Plus è lo smartphone per chi lavora in situazioni estreme. Il prezzo da pagare però sono le dimensioni generose chiaramente (14 mm di spessore) ma anche le performance, inferiori ad altri smartphone presentati in questa guida. Il processore MediaTek MT6580P soffre davanti ad app e giochi più pesanti e i 32 GB di storage invitano l’utente a prestare attenzione all’archiviazione dei contenuti. Anche le foto sono piuttosto scandenti, frutto di un doppio sensore da 8 MP + 0,3 MP, ma che si presta solo a rapide condivisioni di foto su whatsapp senza badare troppo alla qualità. La batteria da 4.440 mAh assicura comunque una buona autonomia.

11. Ulefone NOTE 7P (2020)

ulefone note 7p

Ulefone è un altro brand di smartphone cinese che potete facilmente trovare anche su Amazon. Ulefone 7P è tra i modelli venduto sempre sotto i 100 euro anche senza offerte. Nonostante l’ampio display da 6.1 pollici la risoluzione è più bassa rispetto alla media e pari a 600 x 1280 pixel (232 ppi). L’hardware è di discreto livello solo sulla carta, mentre nella pratica può risultare un po’ scattoso, a causa della dotazione di un processore economico targato Mediatek (MT6761 Helio A22 da 16nm). Anche nella versione 2020 il software è rimasto alla versione precedente (Android 9). Sotto tono anche l’autonomia: la batteria da 3.500 mAh potrebbe richiedere una brave carica durante la giornata se utilizzate assiduamente lo smartphone. Nella media la qualità fotografica frutto di una tripla cam composta da un sensore wide da 8 MP (f/1.8) con autofocus, un sensore da 2 MP per le macro e un sensore da 2 MP per la profondità.

12. Doogee N20

doogee n20

Perchè abbiamo inserito Doogee N20 in questa guida? Perchè è l’unico modello con uno schermo a 1080p (1080 x 2280 pixel), al di sotto del quale troviamo una dotazione hardware degno di nota con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, accanto ad un processore MediaTek Helio P23 (MT6763T). Si tratta però di uno smartphone uscito nel 2019 (Agosto 2019). Di discreto livello anche il comparto fotografico, ma anche la batteria da 4.360 mAh in grado di assicurare un’autonomia giornaliera.

13. Vernee X2

vernee x2

Se cercate uno smartphone con la batteria infinita Vernee X2 può fare al caso vostro, grazie ad una batteria da 6350 mAh capace di coprire quasi due giorni di utilizzo. Si tratta però di uno smartphone uscito nel 2019 e che non è stato aggiornato ad Android 10. Vernee X2 è uno smartphone che ci sentiamo di consigliare solo per chi è alla ricerca di un dispositivo capace di durare un’intera giornata anche a fronte di un utilizzo quasi ossessivo.

14. Vernee M7

vernee m7

L’abbiamo inserito in questa guida perchè si tratta di un modello con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Inoltre Vernee M7 è capace di offrire anche una discreta qualità fotografica e una buona autonomia. Come il Vernee X2 però non è stato aggiornato ad Android 10. A differenza di Vernee X2 però l’autonomia è al di sotto della sufficienza, a causa della batteria da 3.500 mAh che non garantisce la durata giornaliera. Le altre specifiche includono uno schermo da 6.1 pollici con risoluzione 720 x 1440 pixel ed un processore MediaTek MT6750 sufficiente ad assicurare una discreta reattività alle app più comuni.

15. OUKITEL C16 Pro

oukitel c16 pro

L’abbiamo inserito in questa guida per il prezzo super aggressivo ma non ci sentiamo di consigliarvelo. OUKITEL C16 Pro offre discrete prestazioni nell’utilizzo di tutti giorni e con le app più comuni ma l’autonomia è inferiore alla media dei modelli presentati in questa guida (la batteria è da soli 2.600 mAh) e il display pecca di luminosità.

Previous Post
Samsung G5 Odissey

Samsung G5 Odissey: RECENSIONE del monitor QHD 144Hz alla portata di tutti

Next Post

I migliori alimentatori da muro del 2021 di AUKEY