Guide Guide all'acquisto TV

Le migliori TV da 65 pollici | Guida 2018

Ott 23, 2018

author:

Le migliori TV da 65 pollici | Guida 2018

Il mercato delle TV si sta spostando su schermi sempre più grandi. Se fino a qualche anno fa uno schermo da 65 pollici era ritenuto troppo grande per la maggior parte delle persone che si apprestavano ad acquistare una TV, al giorno d’oggi sono in tanti a preferire l’esperienza immersiva e cinematografica che può offrire un’ampia TV da 65 pollici. È chiaro che non tutti possono permettersi uno schermo così grande, non tanto per i prezzi delle TV di queste dimensioni, che sono in costante diminuzione, ma per le dimensioni del soggiorno, dato che è richiesta, ragionevolmente, una distanza tra TV e divano di almeno 2 metri. In questa guida abbiamo inserito le TV da 65 pollici più interessanti attualmente sul mercato, cercando di riassumere pro e contro di ogni modello. La guida verrà costantemente aggiornata con l’uscita di nuovi modelli.

Samsung TV QLED 65 QE65Q7FNATXZT


La serie Q7F è indubbiamente tra le migliori TV da prendere in considerazione per chi ha un budget elevato da destinare alla TV del soggiorno, oltre a spazio a sufficienza da destinare ad una TV con uno schermo da 65 pollici. Esteticamente è tra le più belle TV in commercio, grazie ad una cornice quasi invisibile e il fatto che tutte le connessioni sono in un box esterno (One Connect), collegata alla TV attraverso un sottilissimo cavo ottico (soluzione adottata anche per la serie “The Frame”).

Tecnicamente tra i vantaggi offerti da questa TV c’è l’aggiunto dello strato di Quantum Dots. Cosa sono i Quantum Dots? Si tratta di microcristalli, che se stimolati da un LED blu sono capaci di emettere un colore in modo stabile e preciso: l’utilizzo di uno strato di Quantum Dots si traduce in una gamma di colori più ampia e una fedeltà dei colori davvero impressionante. Effettivamente rispetto alle prime implementazioni dei Quantum Dots, in cui si poteva percepire una leggera saturazione dei colori, stavolta la fedeltà cromatica è impeccabile.

Rispetto alla più costosa serie Q9F è leggermente meno luminoso, ma nonostante questo, le scene in HDR sono sbalorditive, mostrando anche un buon livello di contrasti. Chiaramente la profondità dei neri non è comparabile con le TV OLED, fattore questo che non rende del tutto chiara la riproduzione delle scene buie, soprattutto se stiamo guadando la TV in pieno giorno. D’altronde si tratta pur sempre di una TV LCD retro-illuminata a LED. Tra gli altri vantaggi della TV non si può non annoverare l’eccellente capacità di eseguire l’upscaling dei contenuti in HD/SDR in contenuti a 4K HDR. Quanto all’HDR purtroppo supporta il solo formato HDR10, mentre forse ci si poteva aspettare anche il supporto alla tecnologia Dolby Vision da una TV destinata al mercato di fascia alta. In sostanza l’unico limite di questo livello è nel livello dei neri, perchè in termini di qualità di immagine, riproduzione dei colori, luminosità e bellezza estetica (sappiate però che il design super sottile vi costringerà a comprare una soundbar) ha pochissimi rivali.

LG OLED AI ThinQ 65E8

LG OLED AI ThinQ 65E8 -  da 65'' - 4 K Cinema Vision, HDR, Dolby Atmos (4 K OLED LG TV, Smart TV)
Prezzo consigliato: 4499€
Risparmi: 1287.29€ (29%)
Prezzo: 3211.71€


Quando si parla di TV OLED LG è una garanzia. Quest’anno ai già citati vantaggi di uno schermo OLED, LG aggiunge anche un design originale ed accattivante, caratterizzato da un profilo sottilissimo e da un pannello di vetro trasparente sull’estremità inferiore che dà l’impressione alla TV di essere flottante. Purtroppo però, a differenza delle moderne TV Samsung, non prevede un box esterno adibito a connessioni e cavi, e non è possibile quindi rendere del tutto “pulita” l’estetica della TV.

Il vantaggio della TV è, chiaramente, lo schermo OLED che assicura un’eccellente profondità dei neri e, di conseguenza, un altissimo livello di contrasti, vantaggi questi particolarmente evidenti nelle scene notturne. Con questo modello LG migliora anche sotto la riproduzione dei colori nello spettro SDR, meno rumorosi rispetto alle precedenti TV OLED della stessa LG, grazie anche alla potenza di calcolo dei nuovi processori Alpha 9. Ed è proprio in SDR che questa TV di LG dà il meglio di sè, con una qualità di immagine davvero sorprendente. E’ in HDR che questo modello, come le altre TV OLED, mostrano qualche limite, anche a causa della luminosità inferiore rispetto ai tradizionali pannelli LCD retro-illuminati a LED, che migliora di poco rispetto ai modelli dello scorso anno.

L’elevata capacità di calcolo del processore migliora anche la gestione delle scene più movimentate, con la modalità TruMotion capace di rendere le immagini più fluide senza farle sembrare innaturali. I gamer potranno beneficiare di una modalità HDR a bassissima latenza (soli 20ms di input lag), della possibilità di giocare a 120fps (in risoluzione HD), e un campionamento del colore a 4:4:4. Vale la pena evidenziare che a differenza delle TV Samsung presentate in questa guida, supporta il Dolby Vision, che a differenza dell’HDR10 consente alla TV di regolare l’immagine in maniera dinamica (invece di ricevere metadati statici) per offrire sempre livelli ottimali di luminosità, contrasto e riproduzione del colore.

Philips 65OLED873


Philips 65OLED873 è una TV da 65 pollici particolarmente interessante, perchè è tra le TV OLED più economiche in commercio (senza tirare in ballo discutibili modelli cinesi). Questo modello ha tutti gli ingredienti che hanno decretato il successo della serie uscita lo scorso anno: uno schermo OLED, il potente processore di immagine P5 Engine, la tecnologia proprietaria Ambilight e l’interfaccia basata su Android. La differenza è che tutto questo è ora disponibile per un ampio schermo da 65 pollici, per la gioia di tutte le persone che hanno la fortuna di avere un ampio soggiorno.

Rispetto alla TV Philips citata in precedenza il vantaggio qui è ovviamente nello schermo OLED, che assicura alti livelli di contrasto e un’eccellente profondità dei neri, che si fanno apprezzare particolarmente durante la visione di scene “scure”. Il design rinuncia alla cornice in vetro del modello più costoso (OLED 973) ma resta un modello esteticamente piacevole. Il sistema operativo è quello di Android 7.0, che offre la piena compatibilità con i dispositivi Android e un vasto parco di applicazioni costantemente aggiornate.

La qualità di imagine del pannello OLED si discosta dagli schermi di Sony, LG e Panasonic che fanno della fedeltà il loro punto di forza. Philips 65OLED873 sfrutta invece il potente processore di immagine P5 per implementare algoritmi volti che accentuano ulteriormente colori e contrasti, oltre a rendere le immagini più fluide, elevando l’esperienza visiva oltre i già ottimi livelli che solo un pannello OLED è capace di offrire. Ma è in HDR che la serie OLED873 di Philips che dà il meglio di sè, spingendo al limite, anche se “artificialmente”, la riproduzione dei colori, i contrasti e i movimenti, e superando in questo modo i limiti delle TV OLED rispetto agli schermi LCD, senza per questo rinunciare alla profondità dei neri di uno schermo OLED. E’ comunque possibile calibrare lo schermo a proprio piacimento, in caso si volesse rendere più naturale la riproduzione delle immagini. La tecnologia Ambilight, propritaria Philips, fa il resto, facendo del modello 65OLED873 un modello impossibile da non considerare nella scelta di una TV OLED dal buon rapporto qualità-prezzo.

Samsung The Frame 65” UE65LS003AUXZT

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  


Il Samsung The Frame 2018 è una TV frutto di un’idea tanto semplice quanto geniale: è infatti pensato per essere appeso al muro per trasformarsi in un quadro quando non viene utilizzata, visualizzando oltre 100 opere di 37 noti artisti. La cornice è intenzionalmente piuttosto spessa, e in dotazione viene offerto un kit di cornici, da quelle bianche a quelle in legno, che consentono alla TV di adattarsi a qualsiasi stanza. A renderlo visivamente un quadro c’è anche il fatto che la TV è separata dal box adibito a tutte le porte e connessioni, riducendo in questo modo il numero di cavi visibili, che si limitano al solo cavo in fibra ottica che connette la TV al box. Le caratteristiche includono la risoluzione 4K ovviamente, il supporto all’HDR10, l’UHD dimming per migliorare i contrasti e la tecnologia proprietaria Active Crystal Color che assicura una gamma cromatica più ampia rispetto agli standard degli schermi a LED. La profondità dei neri è di buon livello se confrontata con molte altre TV con schermi retro-illuminati a LED. Come molti altre TV richiede non solo una calibrazione iniziale per godere della massima qualità possibile, ma anche la selezione dell’opportuna modalità per evitare eccessive saturazioni o alterazioni cromatiche.

Nonostante le buone specifiche tecniche è difficile preferire questo modello, per altro per nulla economico, se non per la già citata capacità di fungere da quadro. Quando non è utilizzata come TV, il Samsung The Frame va infatti modalità Arte. Il compito in questo senso è svolto alla perfezione: il sensore di movimento rileva la presenza di persone in casa, e spegne automaticamente lo schermo se non rileva movimenti. Inoltre il sensore di luminosità regola automaticamente la luminosità e il colore del quadro a seconda della luce ambientale. Il tutto risulta in un effetto visivo tale per cui solo guardando lo schermo a distanza ravvicinata ci si rende conto che si tratta di un’immagine digitale e non di un quadro reale.

LG OLED AI ThinQ 65C8

LG OLED AI ThinQ 65C8 - da 65'' - 4 K Cinema Vision, HDR, Dolby Atmos (4 K OLED LG TV, Smart TV)
Prezzo consigliato: 3499€
Risparmi: 877€ (25%)
Prezzo: 2622€


Il modello AI ThinQ 65C8 è l’alternativa da 65 pollici più economica rispetto alla serie descritta in precedenza (E8), rispetto al quale si differenzia per un design meno originale e una qualità inferiore del sistema sonoro. Nonostante questo resta una TV da un design piacevole, minimal e capace di una qualità di immagine superba. Valgono qui tutte le considerazioni già fatte per il modello E8.

WebOS è il fiore all’occhiello delle TV LG: un’interfaccia minimal, reattiva e molto intuitiva, oltre ad includere un gran numero di app come Now TV, Netflix e Amazon Prime Video. Non manca anche qui il supporto a Dolby Vision, supportato anche da Netflix. WebOS è forse la migliore interfaccia per le TV. Manca però il supporto all’HDR10+, capace di gestire metadati dinamici (a differenza dell’HRD10). C’è anche da dire però che l’HDR10+ è attualmente utilizzato solo da Amazon, mentre quella del Dolby Vision è la strada intrapresa da Netflix, iTunes e dai Blu-Ray Ultra HD.

La qualità di immagine si contraddistingue per l’eccellente profondità dei neri, che solo uno schermo OLED è capace di offrire, una buona riproduzione dei colori (in SDR) e una gestione del movimento impeccabile, frutto della potenza di calcolo del processore Alpha 9. La pecca, anche qui, è nel livello di luminosità massima, più bassa rispetto a molte TV LED. L’esperienza in HDR resta comunque su buoni livelli grazie alle capacità di elaborazione del processore, che garantisce una buona riproduzione di colori. Per i gamer i bassissimi input lag sono una garanzia di un’esperienza di gioco di altissimo livello (selezionando l’opportuna modalità Gaming, ovviamente). Ultima nota: la qualità audio, nonostante la buona diffusione sonora, pecca nei livelli di bassi rendendo (quasi) obbligatorio l’utilizzo di una soundbar.

Philips 65PUS7303


Non serve spendere cifre folli per un’ampia TV da 65 pollici con un bel design: Philips 65PUS7303 è tra le TV 4K HDR più eleganti uscite quest’anno, grazie ad una cornice in metallo spazzolato davvero apprezzabile. A rendere la TV ancora più accattivante c’è la tecnologia proprietaria Ambilight, che illumina la parete lungo i 3 lati della TV con tonalità di luce che si adattano alle immagini riprodotte dalle TV. La tecnologia Ambilight, fiore all’occhiello delle TV Philips, assicura una visione rilassante ed immersiva, riducendo l’eccessivo contrasto dello schermo in una stanza buia.

Altra particolarità di questo modello, anche rispetto alle altre TV Philips, è nel pannello VA, capace di assicurare un maggior livello di contrasti rispetto ai tradizionali pannelli IPS. Inoltre trattandosi di una Android TV, l’esperienza è arricchita da un gran numero di app e può contare su una compatibilità ottimale con i dispositivi Android (ideale se avete degli smartphone Android, ovviamente). Rispetto alla serie precedente (6703) può vantare un processore più potente (P5 Engine) capace di ridurre significativamente effetti di judder e di motion blur, che si potevano osservare durante alcune delle scene più concitate e movimentate di film di azione o durante la visione di eventi sportivi. L’unica pecca è nella luminosità dello schermo, che non riesce ad andare oltre i 350 nits dichiarati dalla serie precedente, e per colpa della quale, non è possibile sfruttare pienamente i benefici dell’HDR10 (che la TV supporta).

Hisense H65AE6000

HISENSE H65AE6000 TV LED Ultra HD 4K HDR, Precision Colour, Super Contrast, Smart TV VIDAA U, Tuner DVB-T2/S2 HEVC HLG, Crystal Clear Sound 30W, Wi-Fi
Prezzo consigliato: 849€
Risparmi: 100€ (12%)
Prezzo: 749€


Eravamo indecisi se inserire questa TV economica di Hisense in questa guida delle migliori TV da 65 pollici, ma abbiamo pensato fosse giusto includere un modello low-cost per coloro che vogliono beneficiare di uno schermo più ampio possibile senza spendere miglia di euro. Effettivamente Hisense sta riscuotendo un discreto successo nella fascia medio-bassa e questa TV può vantare un buon profilo tecnico che include uno schermo a 10-bit, il supporto all’HDR e il direct lighting, grazie al quale è capace di assicurare una discreta qualità di immagine.

La profondità dei neri non può competere con le altre TV LED di questa guida, così come la riproduzione dei colori è accettabile solo dopo un’attenta calibrazione iniziale. Il compromesso da accettare qui non è tanto nel design anonimo, ma il software, ben lontano dalle interfacce di LG e Samsung: un software poco reattivo con un numero fin troppo limitato di app e con pochissime opzioni di personalizzazione. Va da sè che, in caso stiate valutando di comprare questa TV, è consigliabile utilizzarla con una Chromecast, una Apple TV, un Android Box, Fire Stick o altro. Nonostante questo resta un’opzione da valutare per chi cerca una discreta TV economica da 65 pollici.

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.