Moto G: la recensione completa dello smartphone economico di Motorola

Hardware e connettività

La scelta che vi avevamo raccontato nell’introduzione era chiara: fornire al Moto G una architettura hardware convincente in modo da rendere lo smartphone sempre reattivo ad ogni stimolo ed essere più che sufficiente per fornire le funzionalità delle ultime release Android. Questa scelta è ricaduta sul chipset di Qualcomm, Snapdragon 400, basato su un processore quad-core Cortex A7, la cui frequenza di clock è in grado di spingersi fino a 1.2 GHz, mentre la GPU è una Adreno 305 che può arrivare fino a 450 MHz. Quest’ultima, in combinazione anche con la memoria RAM da 1 GB, è in grado di far girare senza alcuna difficoltà e con frame rate piuttosto stabili anche giochi 3D complessi. In realtà il fattore che più rimane interessante, anche ai fini di questa recensione completa, è proprio la memoria RAM da 1 GB, poiché Moto G nel corso del mese di Gennaio riceverà la versione 4.4 di Android e si verificherà se davvero è sostenibile dagli smartphone a basso quantitativo di memoria RAM. In quanto a prestazioni, Moto G è risultato convincente, sfruttando il browser Google Chrome per la navigazione web (ndr: con i soliti micro-lag tipici di questo browser) con tempi davvero rapidi per l’apertura delle pagine, il caricamento delle immagini, ma anche utilizzo di pinch to zoom. Nei test al benchmark abbiamo potuto ammirare le prestazioni dello Snapdragon 400 nella versione quad-core che ha dimostrato un buon livello di prestazioni complessive su AnTuTu Benchmark, raggiungendo l’ottimo punteggio di circa 17.200 punti. Questo lo pone in competizione con il Galaxy S3 mostrando meno potenza di calcolo, dovuta solo a una minore frequenza di clock dei 4 core, ma una miglior gestione della GPU essendo un modello più recente. In navigazione web abbiamo apprezzato il risultato di circa 1.950 punti su Vellamo Browser, sinonimo di ottima gestione delle elaborazioni dei task sulle pagine web. Invece in campo grafico si segnala il punteggio di 11 fps su T-Rex HD (On-screeen) e 27 fps su Egypt HD (On-screen), routine a parte di GFXBenchmark. Questi ultimi risultati mettono ancora più in evidenza come Moto G sfrutti molto bene la qualità del suo processore quad-core a bassa frequenza per ottenere risultati ottimi nella gestione dei giochi e delle riproduzioni 3D, a fronte di ottimi risultati in termini di autonomia ed energia. Questi ottimi risultati sono dovuti sia all’ottima architettura hardware, sia al lavoro di ottimizzazione svolto sul sistema Android 4.3 direttamente da Google. moto-g-antutu-vellamo-gfx-benchmark Come prevedibile, c’è stata qualche rinuncia in termini di connettività poiché Google e Motorola hanno optato per privare il Moto G del chip NFC e del supporto LTE, probabilmente per risparmiare e cercare di mantenere contenuto il prezzo finale. Ciononostante possiamo confermare l’ottimo Wi-Fi b/g/n e la presenza del Bluetooth 4.0, riconosciuto generalmente per i suoi bassi consumi (su Moto G è stata posta moltissima attenzione sull’autonomia come vedremo nell’apposito paragrafo). In termini di connettività 3G si può arrivare fino a 21 Mbps in downlink di tipo HSUPA+. Si segnala che si deve utilizzare necessariamente una microSIM. Una menzione particolare va alla radio FM che moltissimi smartphone stanno perdendo tra le sue funzionalità, infatti Moto G, tramite l’ausilio delle cuffie auricolari può essere sintonizzato sulle stazioni radio FM.

Fotocamera

moto-g-design-camera Dopo aver esaltato le doti di Moto G possiamo tranquillamente affermare che invece la fotocamera è forse il componente meno ricercato e apprezzabile di questo nuovo smartphone statunitense, poiché arriva con la possibilità di registrare video in HD da 720p e si tratta di una fotocamera da 5 Megapixel con Flash LED. In realtà, il numero di Megapixel non rappresenta di certo un problema, è la qualità degli scatti che lascia un po’ perplessi, soprattutto perché si nota come Google continui ad avere qualche “problema” con il comparto fotografico (vedi le foto di Nexus 5 e i vari dubbi sorti sul web sulla qualità complessiva). Da un dispositivo di fascia bassa, o entry-level per utilizzare il gergo tecnico, non ci aspettavamo miracoli dalla fotocamera di Moto G e, purtroppo, così è avvenuto: le foto di giorno sono molto buone ad un primo sguardo sul display dello smartphone, ma basta un po’ di zoom per accorgersi che si tratta di scatti ricchi di rumore digitale che conferisce un effetto di poca nitidezza alle immagini. Per un utilizzo da social network non si rilevano problemi, ma per scatti magari da portare in stampa si può nutrire qualche dubbio sulla qualità della fotocamera di Moto G. Di notte invece, se cerchiamo di fotografare paesaggi o ambienti ampi, il Flash LED risulta non sufficiente alle esigenze e sulle foto spesso compare una sorta di alone bianco, discorso differente invece se si ha un oggetto di fuoco ben delineato e vicino. In questo caso il Flash LED è più che sufficiente, ma la nitidezza risente dei problemi che si possono avere anche di giorno, ma con un risultato complessivo generalmente più che soddisfacente. Il nostro consiglio è quello di sfruttare le possibilità offerte dall’app fotocamera di Moto G, questa è infatti ben sviluppata ed ottimizzata, grazie ad una serie di funzionalità software che lavorano piuttosto bene come ad esempio l’HDR che estende la gamma dei colori: le foto risulteranno abbastanza definite e ricche di dettagli, ma avranno quel “qualcosa in più” dovuto a colori più vivaci e carichi. Questa app produce interessanti funzioni, che possono essere rilevate con uno swype verso il centro dal bordo; in questo modo si potrà decidere se effettuare uno scatto panoramico, un video con Slow Motion (ndr: al rallenty per capirci) e tutto ciò che di meglio può offrire Android in merito alla fotocamera. Il nostro responso sulla fotocamera di Moto G è semplice: sufficiente, con riserva. In questa fascia non ci aspettavamo un capolavoro, ma qualcosa che possa rendere bene anche sul display dello smartphone. Se si utilizzano le giuste opzioni e si gioca un po’ con le possibilità offerte da Android, si può ottenere ciò che si cerca, se ci si affida invece alla modalità automatica i risultati sono un po’ deludenti. Qui di seguito vi mostriamo scatti fotografici catturati con Moto G in differenti condizioni di luce. Per visualizzarli in dimensioni originali vi basterà cliccarci sopra.

IMG_20131220_160104605_HDRmoto-g-outdoor-no-flashmoto-g-indoor-flash
moto-g-outdoor-no-flash_HDR_2moto-g-indoor-no-flash_HDRIMG_20131220_155853057_HDR

Di Stefano Vinciguerra

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.



35 risposte su “Moto G: la recensione completa dello smartphone economico di Motorola”

Ciao, spero in un vostro consiglio. Ho acquistato su Ebay nove mesi fa un Motorola Moto G 8g. Il telefono mi soddisfaceva pienamente in tutte le sue funzionalità. Purtroppo da un paio di mesi ho problemi assurdi di ricezione. Gran parte delle telefonate devo farle con vivavoce attivato, se voglio sentire chi mi chiama. Invece la mia voce viene sempre sentita. Il problema sta degenerando sempre di più e ormai il telefono è inutilizzabile, funziona solo in vivavoce. In più, spessissimo cade la linea quando effettuo un chiamata. Secondo alcune ricerche effettuate su internet sembra sia un bug del telefono (che non ha ricevuto traumi). Voi sapete qualcosa di più? Il problema è che il venditore Ebay mi dice di mandarlo in assistenza nella mia città (Rimini), dove al momento non c’è un rivenditore autorizzato. Sono incerto se cambiare telefono, sempre sulla fascia di prezzo 100/150€ con caratteristiche simili. Mi date un consiglio? Grazie mille e complimenti come sempre per il vostro servizio! Daniele

improvvisamente affascinato dai vecchi terminali motorola RAZR I, ancora circolanti a prezzi estremamente ribassati. ci sarebbe secondo voi qualche buona ragione per preferirlo al Moto G ?
grazie mille
Mauro

Ciao Mauro,

Sinceramente facciamo fatica a trovare anche una sola ragione per preferirlo al Moto G.
Si tratta di un modello ormai obsoleto, sia a livello software che hardware, con schermo, autonomia e prestazioni inferiori alla stragrande maggioranza degli smartphone attualmente in vendita.

A presto e continua a seguirci!

improvvisamente affascinato dai vecchi terminali motorola RAZR I, ancora circolanti a prezzi estremamente ribassati. ci sarebbe secondo voi qualche buona ragione per preferirlo al Moto G ?
grazie mille
Mauro

Ciao Andrea,

I due modelli che hai citato non sono direttamente confrontabili, essendo il secondo dual-SIM e il primo single-SIM (a meno che tu non stia prendendo in considerazione il modello dual-SIM del Moto G). Tra i due comunque tendiamo a preferire il Motorola Moto G per lo schermo HD e soprattutto l’eccellente autonomia. La qualità fotografica però è superiore quella dell’ S4 Mini 😉

Supportaci con un like alla pagine di FB se ti va.
A presto e continua a seguirci!

Ciao Andrea,

I due modelli che hai citato non sono direttamente confrontabili, essendo il secondo dual-SIM e il primo single-SIM (a meno che tu non stia prendendo in considerazione il modello dual-SIM del Moto G). Tra i due comunque tendiamo a preferire il Motorola Moto G per lo schermo HD e soprattutto l’eccellente autonomia. La qualità fotografica però è superiore quella dell’ S4 Mini 😉

Supportaci con un like alla pagine di FB se ti va.
A presto e continua a seguirci!

Salve, innanzitutto complimenti per le recensioni complete. Molto utili.
Sto facendomi un’idea degli smartphone in commercio in fascia bassa dal momento che il mio Nokia N97mini sta morendo 🙁
Questo modello Motorola sembra il più adatto, se non fosse per la scarsa qualità della fotocamera. Un’alternativa?
Premetto che le mie esigenze primarie sono: buona ricezione in chiamata (non ho il telefono fisso), navigazione fluida e il minimo delle app (Whats App e Skype). Non uso giochi e altro. Magari mi sarebbe utile la radio.
Grazie mille!!

Ciao Lara,

le foto che hai trovato nella recensione sono di una qualità troppo bassa per le tue esigenze? (sono nel paragrafo dedicato, cliccandoci sopra le puoi vedere in dimensioni originali). Te lo dico perché potresti in questo caso si tratta del miglior smartphone di fascia bassa, incredibile in quanto a prestazioni ed aggiornamenti.

Alternativa ottima come qualità/prezzo è il Huawei G700 Dual SIM (Si usa anche mono-sim) che ha display da 5 pollici HD, molto fluido con 2 GB di RAM, fotocamera da 8 Megapixel. Qui la recensione:
https://www.tecnologici.net/huawei-ascend-g700-recensione-completa-dello-smartphone-hd-dual-sim/

Facci sapere cosa ne pensi, magari supportaci con un mi piace su FB o seguendoci su Twitter o Google+, ti aspettiamo 😉

Salve, si, vi seguo già su Facebook. Le mie esigenze per le foto credo sarebbero soddisfatte con almeno 8mpx in effetti. Studio un pò il Huawei G700 Dual SIM, grazie!!

E tra il Moto g e l’HTC one mini cosa mi consigliate? Considerando che il one mini o trovo a circa 270€ e il moto g da 16 gb a circa 220€ (mi interessa la fluidità generale, quale dei due regge meglio i giochi, e quale dei due ha la fotocamera migliore)

Ciao Davide,

in questo senso sono due ottimi smartphone, il Moto G monta una versione quad-core dello Snapdragon 400 mentre One Mini la versione dual core. Però la GPU è identica e quindi puoi aspettarti lo stesso come giochi.

Dalla sua Moto G ha il fattore aggiornamenti (ha già Android Kitkat 4.4.2, sistema molto fluido), una buona compattezza, batteria con una migliore autonomia.
Invece One Mini ha una migliore fotocamera (meno megapixel ma qualitativamente migliore), non ha nemmeno lui memoria espandibile, dimensioni più compatte e stile migliore.

Ti linko le recensioni se vuoi approfondire (sono presenti anche i video):
https://www.tecnologici.net/htc-one-mini-recensione-completa-della-versione-ridotta-del-top-gamma-htc/
https://www.tecnologici.net/moto-g-la-recensione-completa-dello-smartphone-economico-motorola/

Se puoi aiutaci con un mi piace su FB, sarebbe un contributo prezioso. Oppure ci trovi su Twitter o Google+ o YouTube 😉

Grazie per la risposta, ho messo mi piace su facebook 😉 un’ultima cosa il one mini riceverà a breve la 4.4.2, e lo schermo dovrebbe essere leggermente migliore. Considerando anche la connessione LTE non converrebbe il one mini dato che la differenza di prezzo non è cosi tanta?

Bè diciamo che la sensibilità al prezzo è personale, nel senso che spesso 50€ fanno una bella differenza per molti utenti 🙂
Chiaramente se è tua intenzione attivare l’LTE con l’operatore che utilizzi può essere un bel vantaggio.
Riguardo agli aggiornamenti invece arriverà sicuramente prima il Moto G 🙂

Ho appena scoperto che è stato immesso sul mercato australiano il Moto G dual sim!
Ho trovato però questo shop valuebasket . it/it_IT//mainproduct/view/15228-AA-BK che lo
vende a 219 € spedizione inclusa! Voi che dite è affidabile ?????

Ciao ragazzi, anche io l’ ho appena acquistato..ho alcune domande:
La mia versione è da 16 GB..dove lo trovo questo dato nel telefono? Lo chiedo perché la memoria libera che leggo è 12 MB, solo sulla batteria esterna c’è scritto 16 MB..
L’altra domanda è questa: vorrei importare gli SMS dal vecchio cellulare nokia n70, ma non riesco a copiarli sulla sim..come posso fare?
Vi ringrazio tantissimo per i consigli!!!

Ciao Fabiana, per controllare la memoria disponibile devi andare su “Impostazioni” e selezionare “App”. Il fatto che siano disponibili solo 12 giga di memoria è perché questo telefono sfrutta una memoria unica su cui è installato anche il sistema operativo. Per importare gli sms non saprei, prova a cercare su google, ma dovrebbe esserci un’app che si chiama “Trasferimento Motorola” che ti permette di farlo.
Per quanto riguarda l’aggiornamento ad Android 4.4 lo fa in automatico la prima volta che ti connetti a internet, altrimenti basta andare sulle impostazioni e selezionare “Software del telefono” -> “Aggiorna”.

Ragazzi ho altri due problemini: non riesco a far suonare la sveglia..ho impostato la suoneria ma non suona e mi dice “sveglia ignorata”. È forse perché spengo il telefono? Il secondo problema è con il WiFi: anche dopo aver inserito la password su alcune reti mi dice che è impossibile connettersi alla rete. Secondo voi il WiFi conviene tenerlo sempre acceso mentre il 3g è meglio spento? C’è un modo per impostare il telefono in modo tale che utilizza in automatico il WiFi e disconnette il 3g quando è possibile? Vi ringrazio ancora. sono alle prime armi..!!!

Ciao Fabiana,
i moderni smartphone non possono far funzionare la sveglia a telefono spento, devi lasciarlo in modalità aereo (che consumerà circa 1-2% di batteria in tutta la notte.
Invece per il Wi-Fi l’ideale sarebbe avere sempre connessioni con quel tipo di supporto, consuma meno in termini di batteria e ovviamente meno dati dell’operatore. Se hai a disposizione molte reti libere basta lasciare attiva la spunta per collegarti.
Però tieni conto che la ricerca di reti consuma batteria 😉

P.S. Ho aggiornato ad Android 4.4 proprio dopo l’acquisto e gira perfettamente! Alla fine (come al solito) le due app che pesano di più sulla ram sono Facebook e Facebook Messenger…

Comprato da Euronics l’altro giorno nella versione 8gb. Io lo uso per lavorare (leggere mail, segnarmi contatti e incontri sul calendar etc.) e devo dire che mi trovo benissimo. Non volevo uno smartphone particolarmente personalizzabile e “tamarro” e questo risponde a tutte le mie aspettative. Lo consiglierei a chi, come me, cerca un prodotto facile da usare e soprattutto veloce nell’apertura delle app e nella connessione internet.

Ciao a tutti , sono Luciano,
oggi mi è arrivato il motorola moto G, c’è per caso disponibile il manuale d’istruzioni, in italiano ?
Dove lo posso scaricare?
Grazie ancora per l’indirizzamento all’acquisto di questo smartphone.
Non l’ho ancora studiato , ma mi sembra a prima vista un ottimo strumento di comunicazione.
Grazie ancora

Lascia un commento