Oppo Find X2 Neo, X2 Lite, X2 Pro [tutte le differenze]

Con il Find X2 Neo e il Find X2 Lite, Oppo completa la gamma X2, dando ulteriori opzioni di scelta per chi cerca uno smartphone ritagliato sulle proprie esigenze.

Peso e dimensioni

Oppo Find X2 Pro: 207 g – 165,2 x 74,4 x 8,8 mm
Oppo Find X2 Neo: 181 g – 160,3mm x 74,3mm x 7,96mm
Oppo Find X2 Lite: 171 g – 159 x 72,4 x 7,7mm

Oppo Find X2 Pro è il modello più performante e costoso ma anche quello più pesante, offrendo un ampio display da 6,7 pollici contro i 6,4 pollici degli altri due modelli della gamma X2. Si tratta comunque di smartphone dalle dimensioni generose: nessuno dei 3 modelli è adatto per l’utilizzo a mano singola. Se cercate uno smartphone compatto è meglio virare su altri modelli.

Display

La qualità dello schermo è probabilmente l’aspetto che, dal punto di vista pratico, differenzia maggiormente i 3 modelli.

Oppo Find X2 Pro ha uno schermo OLED da 6.7 pollici a 120 Hz con risoluzione QHD+ (1440×3168) ed è capace di una luminosità di ben 1200 Nit durante la riproduzione di video in HDR. E’ indubbiamente tra i migliori schermi presenti sul mercato, forte anche di una frequenza di campionamento al tocco di 240 Hz, per la massima reattività, e di un processore di immagine dedicato all’elaborazione video: lo 01 Ultra Vision Engine.

Leggermente inferiore la qualità del display dell’Oppo Find X2 Neo, il cui display OLED da 6,5″ ha una densità di pixel inferiore (FHD+, 1080×2220 pixel) un refresh rate di 90Hz, e una frequenza di campionamento al tocco di 180 Hz. Resta una luminosità massima di altissimo livello, che si ferma però a 1100 nit.

L’Oppo Find X2 Lite, il modello più economico, sacrifica la qualità dello schermo adattandosi a quella di molti competitor nella stessa fascia di prezzo. 6,4 pollici, risoluzione FHD+ (1080 x 2400 pixel) e un refresh rate a 60 Hz.

Inoltre gli schermi dell’Oppo Find X2 Pro e Find X2 Neo sono curvi sui bordi, aspetto che migliora l’estetica e sfrutta al massimo la superficie disponibile ma che non a tutti piace. Oppo Find X2 Lite offre invece uno schermo piatto.

Connettività

Tutti e tre i modelli supportano il 5G. Se per un flagship come il Find X2 Pro può apparire quasi scontato, non lo è per il Find X2 Neo, destinato alla fascia di mercato medio-alta, nè tantomeno per il Find X2 Lite, il primo ad introdurre il supporto al 5G anche in questa fascia di prezzo. Questo è stato possibile grazie alla dotazione del chip Snapdragon 765G, dotato del modem SD X52 (SA/NSA, sub-6GHz + mmWave).

Hardware

Qui di seguito le principali differenze lato hardware:

Oppo Find X2 Pro

CPU: Qualcomm Snapdragon 865
RAM: 12 GB LPDDR5
Memoria interna: 512 GB UFS 3.0

Oppo Find X2 Neo

CPU: Qualcomm Snapdragon 765G
RAM: 12 GB LPDDR4
Memoria interna: fino a 256 GB UFS 2.1

Oppo Find X2 Lite

CPU: Qualcomm Snapdragon 765G
RAM: 8 GB LPDDR4
Memoria interna: fino a 128 GB UFS 2.1

Oppo Find X2 Pro è dotato di un potente processore Snapdragon 865, con GPU Adreno 650, affiancato da ben 12 GB di RAM. Se volete uno smartphone per giocare ai giochi che richiedono un’elevata elaborazione di poligoni Oppo Find X2 Pro è lo smartphone su cui puntare.

Da notare anche che i 512 GB di memoria interna sono di tipo UFS 3.0, che hanno una velocità doppia rispetto alla UFS 2.1 degli Oppo Find X2 Neo e dell’Oppo Find X2 Lite, che non possono dotarsi della 3.0 per il mancato supporto di tale tecnologia da parte dello Snapdragon 765G.

Ma c’è anche un altro aspetto da non sottovalutare: la velocità della RAM. Mentre lo Snapdragon 865 dell’Oppo Find X2 Pro supporta le memorie di tipo LPDDR5, Oppo Find X2 Neo e Lite hanno la RAM di tipo LPDDR4 fino a 2.133 Mhz.

Audio

Il Find X2 Pro e il Find X2 Neo hanno l’audio stereo Dolby Atmos mentre nel Find X2 Lite è solo mono. Nessuna differenza per chi è solito utilizzare le cuffie. Ma se passate molto tempo a guardare video su Youtube o su Netflix senza cuffie, il doppio altoparlante è altamente consigliato.

Fotocamera

Il comparto fotografico di Oppo Find X2 Pro è composto da 3 sensori: un sensore principale Sony IMX689 da 48 MP f/1.7 con stabilizzazione ottica, un sensore da 48 MP f/2.0 per il grandangolo e un sensore da 13MP f/3.0 per lo zoom a 5X.

Su un gradino più basso la fotocamera dell’Oppo Find X2 Neo il cui comparto fotografico ruota attorno alla fotocamera principale Sony IMX586 da 48 MP, con stabilizzazione ottica, un’ottica grandangolare da 8 MP, e un sensore da 13 MP per lo zoom ottico ibrido da 5X.

Nell’Oppo Find X2 Lite manca il sensore per lo zoom, al posto del quale troviamo un sensore da 2 MP per la profondità di campo ed un sensore per le macro. Il sensore principale è Sony IMX586 f/1.7, non manca l’ottica grandangolare da 8MP f/2.2, anche se di qualità più bassa.

E’ chiaro che se volete foto di qualità super, probabilmente solo l’Oppo Find X2 Pro sarà in grado di soddisfare le vostre esigenze. La qualità si abbassa nell’Oppo Find X2 Neo, soprattutto della grandangolare, che però conserva il sensore per lo zoom, che sparisce invece nell’Oppo Find X2 Lite.

Oppo Find X2 Pro è in grado di registrare video fino a 4K a 60fps, cosa possibile sia con il Find X2 Neo che con il Find X2 Lite ma ad un framerate più basso (30 fps).

Molto simile la qualità dei selfie. Tutti e tre i modelli sono dotati di una fotocamera anteriore da 32 MP con la stessa apertura (f/2.4). Da notare come nel modello più economico, Oppo Find X2 Lite, troviamo lo stesso sensore (Sony IMX616) utilizzato nel modello top.

Prezzi

Oppo Find X2 Pro: 1199 €
Oppo Find X2 Neo: 699 € (versione 12/256 GB)
Oppo Find X Lite: 499 €

Conclusioni: quale conviene comprare?

I tre modelli della gamma X2 di Oppo sono molto diversi tra loro. Oppo Find X2 Pro è chiaramente quello più completo e adatto a far fronte a qualsiasi esigenza ma è per pochi, e a quel prezzo è difficile non orientarsi su brand più affermati in Italia, come Samsung con il suo Galaxy S20 Ultra.

Il prezzo di partenza dell’Oppo Find X2 Neo è ancora troppo alto, considerando che si tratta di uno smartphone con un hardware da mid-range e che la qualità fotografica è inferiore ad altri modelli venduti nella stessa fascia. Infine Oppo Find X Lite rinuncia allo schermo a 90 Hz e all’ottica zoom, e dovrà scontrarsi con il Pixel 4a quando uscirà.

Di buono però c’è che Oppo ha sdoganato il 5G anche nella fascia media di mercato. Se cercate uno smartphone di fascia media con il supporto al 5G al momento è tra le poche opzioni di scelta disponibili.

Di Hiroshi Andrea

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.



Lascia un commento