News Recensioni

OWC Thunderbolt 3 Dock per Macbook Pro e non solo: RECENSIONE

Lug 13, 2019

OWC Thunderbolt 3 Dock per Macbook Pro e non solo: RECENSIONE

Da pochi giorni a questa parte ho preso una decisione: allestire una postazione il più minimal possibile che mi permetta di gestire al meglio il mio Macbook Pro, per un uso confortevole sia in mobilità, sia all’interno di casa. Molto probabilmente affiancherò anche un nuovo PC Desktop, ma al momento ho questa esigenza. Per sfruttare al 100% il Macboook Pro in casa ho deciso di affidarmi al mio monitor AOC Q2781PQ, 27 pollici, cornici ridottissime e risoluzione 2K, ma soprattutto alla dock ThunderBolt 3 di OWC.

Il mio modello di Macbook Pro ha solo due porte USB-C Thunderbolt 3 ed era doveroso sfruttarle al meglio: la scelta è ricaduta su questa docking station, uscita nel corso del 2018, per via delle sue incredibili caratteristiche e del prezzo contenuto (in rapporto anche ad altri prodotti sul mercato).

E’ possibile acquistarla nei modi più canonici: sito ufficiale, da cui potrete ricevere più facilmente assistenza e servizi in garanzia, oppure dal solito  Amazon.it.

 

OWC Thunderbolt 3 Dock: le principali specifiche tecniche

Se la costruzione ed il design mi garantiranno durabilità, le specifiche tecniche mi consentono invece di badare al sodo: avere tutto a disposizione con la massima efficienza operativa. La Dock Thunderbolt 3 è infatti una piccola stazione che racchiude un gran numero di porte interessanti. Possiamo tranquillamente dividere la questione tra fronte e retro, iniziamo da uno sguardo frontale.

  • lettore di schede microSD 4.0
  • lettore di schede SD 4.0
  • jack audio da 3.5 mm per cuffie o microfono
  • una porta USB-C 3.1 Gen 2 che può alimentare device di vario genere fino a 15W
  • una porta USB-A 3.1 Gen 1, anch’essa in grado di caricare devices.

Il lato posteriore è ancora più ricco e più interessante:

  • la porta più importante, quella USB-C Thunderbolt 3, a cui si può collegare il proprio Macbook. Questa è in grado di erogare fino a 85W e quindi supportarlo pienamente.
  • Una seconda porta USB-C Thunderbolt 3
  • la porta Mini DisplayPort 1.2 (che supporta DP++), fate attenzione quindi a collegarlo al vostro monitor. Io mi ero ordinato un cavo DP-DP e non mini DP, ho dovuto fare il reso e allungare i tempi per usarlo.
  • Una porta standard USB-A 3.1 Gen 1, adibita anche ad alimentare i device.
  • La porta Gigabit Ethernet per collegare fisicamente il vostro Macbook/notebook alla rete LAN di casa.
  • la porta dedicata all’audio digitale con il formato S/PDIF

 

Nella confezione del Dock Thunderbolt 3 di OWC troviamo semplicemente una guida rapida, l’alimentatore (di discrete dimensioni, ma fortunatamente piatto e pronto a scomparire nel vostro desk setup), il cavo Thunderbolt 3 e quello di alimentazione.

 

OWC Thunderbolt 3 Dock: costruzione e design

Esteticamente si presenta come un mattoncino nella colorazione Space Grey (io l’ho scelto di questo colore per allinearlo al mio Macbook) con una finitura nero lucida superiore.

La scelta dei materiali per la costruzione della Dock di OWC è di primissima qualità, difatti si parla principalmente di alluminio e già dall’apertura della confezione si comprende come sia destinata a durare a lungo nel tempo. Se proprio devo segnalare un difetto, probabilmente puramente soggettivo: avrei preferito una migliore distribuzione delle porte, fornendo più di una porta USB-A e USB-C anche sul lato frontale. Però si parla davvero di una finezza che può essere rapidamente superata. Inoltre mi sarebbe piaciuto che fosse dotata di un tasto di accensione e spegnimento, in modo da lasciare a me la scelta di azionarla. Ad ogni modo io la sfrutto collegata ad una ciabatta con tasto di accensione e, in parte, ho risolto il dilemma.

Nel mio caso, una volta accesa la ciabatta, il Macbook Pro si avvia in automatico senza la necessità di aprire il display e si avviano anche tutte le periferiche collegate: il mio mouse Logitech MX Master, il cui dongle USB rimane collegato sempre alla Dock TB3 di OWC, la mia tastiera Cooler Master Masterkeys Lite L (qui trovate la recensione), il monitor AOC e ovviamente il cavo Ethernet che sfrutto per avere il massimo dalla fibra.

La dock Thunderbolt 3 di OWC è poi ricoperta da una pellicola che dovrebbe evitare graffi, ma per errore ho già rovinato un po’ quella parte perdendo quindi un po’ di lucentezza. Poco male: rapida da spolverare con un panno Swiffer.

 

Le potenzialità della Dock Thunderbolt 3 di OWC

Cominciando ad utilizzare questa dock nella vita quotidiana ho apprezzato terribilmente alcune scelte: effettivamente la porta Mini DisplayPort è in grado di supportare un display con risoluzione 4K con refresh rate fino a 60Hz. Come detto all’inizio di questa recensione, il mio monitor PC si ferma ad una risoluzione 2K e, quindi, anche la GPU del mio Macbook Pro non soffre affatto nella gestione del display.

Se aveste a disposizione monitor che si alimentano con la porta Thunderbolt 3 nativa, allora potreste sfruttare (compatibilmente con la GPU del vostro Macbook o PC) anche due monitor 4K a 60Hz o uno da 5K. Purtroppo questo è un tipo di prova che non sono stato in grado di fare, ma per le mie esigenze affidarmi allo standard DisplayPort è la soluzione migliore. A livello di completezza poteva essere inserita anche una porta HDMI, ma oggettivamente tutti i monitor più recenti offrono la porta DP, tecnologicamente più avanzata.

Il mio monitor è stato rilevato automaticamente dalle preferenze di sistema di MacOS e, come tale, è scelto il profilo di default e anche la risoluzione è risultata quella più adatta sia al monitor che alle prestazioni del PC. La

La gestione della luminosità non è gestita da preferenze di sistema, ma leggendo online mi sono reso conto che si possono installare app di terze parti per questo problema. Onestamente non ne sento l’esigenza attualmente.

 

La tenuta della Dock Thunderbolt 3 di OWC

La potenza fino a 85W della porta USB-C Thunderbolt 3, segnalata attraverso una icona diversa sulla dock, è assolutamente adeguata per caricare con costanza il Macbook Pro, anche durante le operazioni più impegnative. Difatti durante il processo di editing di un video abbastanza lungo (circa 20 minuti con diverse tracce audio e video) non si è mai sentito in difficoltà, con la carica sempre al 100%. In generale ogni device collegato alla dock non ha subito cali di tensione o problemi durante il collegamento, il tutto si è sempre dimostrato estremamente stabile e performante.

Sono rimasto piacevolmente stupito quando infatti avevo collegato le mie cuffie da studio per l’editing video (sfruttando il jack audio), avevo inserito l’SD della fotocamera per trasferire i dati, era collegato il mio Hard Disk esterno, avevo tutte le periferiche collegate e la Dock non ha perso un colpo.

 

OWC Thunderbolt 3 Dock: conclusioni
La Dock Thunderbolt 3 di OWC è molto completa e non fa sentire l'esigenza di altre porte, perché è stata concepita per durare nel tempo e sfruttare tutte le porte per collegare più dispositivi contemporaneamente. Una volta iniziata ad utilizzare cambia il modo di lavorare o di approcciarsi al proprio desk setup anche si sfrutta con un laptop, fornendo tutto ciò che serve per avere la massima connettività. Il fattore che più ho apprezzato è sicuramente la tenuta dell'alimentazione: una certezza pur avendo collegato molte periferiche. Sfruttando gli ovvi sconti che caratterizzano un prodotto non uscito ieri, è veramente un prodotto da tenere d'occhio.
Design7
Costruzione8
Prestazioni9
Connettività8.5
PRO
La stabilità della carica
Costruzione di ottimo livello
Tantissime porte a disposizione
Ricarica fino a 85W per i laptop (Macbook Pro in primis)
CONTRO
Davanti si poteva inserire qualche porta in più
Prezzo di listino alto, ma fortunatamente è sceso
8.1
Acquista da qui!

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.