OWC Travel Dock: la RECENSIONE

Avete un laptop di ultima generazione? Allora probabilmente avrete incontrato, come me, il problema della connettività ridotta. Sempre più di frequente i produttori decidono di eliminare porte USB, lettori di card, uscite per la connessione a monitor esterni, per perseguire un design sempre più minimal. Ed è per questo che viene in aiuto il Travel Dock di OWC, brand di cui vi avevo parlato per una comoda Docking Station per Macbook. Il concetto è tanto semplice quanto funzionale: aggiungere porte al nostro laptop, che sia Mac o Windows o Linux. In particolare la Travel Dock di OWC incorpora due uscite USB-A 3.1 Gen, una uscita HDMI per una connessione ad un display esterno, un lettore di card SD, una porta USB-C con tecnologia Pass Through.

Ora entriamo nel dettaglio della recensione completa, in cui vi illustrerò i pro e i contro, ma anche i possibili usi di questo del Travel Dock OWC.

Le caratteristiche principali

Come anticipato nell’introduzione, il Travel Dock incorpora una serie di porte per ampliare il nostro uso di un portatile. Le porte sono disposte su tutti i lati di questo parallelepipedo molto elegante e minimal. Le attenzioni del produttore si può osservare subito dal comparto di archiviazione del cavo: questo è incorporato nel dock, esattamente sotto. Quando avrete terminato il suo uso lo riporrete nel suo alloggio a scomparsa: se come me siete fissati con l’attenzione ai dettagli allora questo particolare non potrà che colpirvi.

Il Travel Dock di OWC offre due possibilità: può essere utilizzato ed alimentato direttamente dal portatile a cui è collegato e questo, ovviamente, è l’uso principale per chi lo usa in mobilità. E può anche essere alimentato direttamente da un alimentatore USB-C. Ciò è reso possibile dalla tecnologia Pass Through della porta USB-C, quindi si può comodamente lavorare e caricare il proprio laptop.

La compatibilità è a 360° essendo un dispositivo plug&play: notebook, tablet, MacOS, Windows, Linux, iOS, Android, Windows e Chromebook.

La porta HDMI amplia le potenzialità del vostro portatile permettendo la connessione ad un monitor esterno. In merito a questo punto ho due osservazioni da fare: mi sarebbe piaciuto più un ingresso DisplayPort per via della maggiore qualità, ma d’altro canto mi sento di osservare che si è scelto di usare una porta HDMI standard e quindi è molto più semplice trovare cavi compatibili a buon prezzo.

Considerazioni sull’uso

Ho testato questo prodotto con il mio Macbook Pro (ed. 2017) e con il mio portatile da lavoro Dell Latitude 5280. Devo ammettere che l’esito è stato pressoché identico in termini di prestazioni. La velocità di scrittura/lettura dati non ha offerto variazioni significative, risultando più limitata dalla macchina di partenza che dal travel dock in sè.

La porta Pass Through è quella che ho apprezzato di più perché è davvero comodo poter ricaricare il proprio dispositivo passando attraverso la Travel Dock, senza rinunciare ad ulteriore porte.

Per chi ha più di un dispositivo OWC, consiglio di installare il software OWC Dock Ejector che permette la disconnessione sicura di tutti i dispositivi collegati con un singolo click.

L’assenza di una porta Ethernet non la vedo come una grave mancanza perché tutti i dispositivi ormai sfruttano molto bene il Wi-Fi.

Il video

Il prezzo

Il Travel Dock OWC ha un prezzo che si posiziona correttamente nel mercato, infatti può essere acquistato su Amazon a circa 60€. A circa 50 dollari può essere acquistato dallo shop ufficiale, ma tenete conto della possibilità dei dazi doganali visto che il pacco arriverà da oltreoceano.

Il verdetto
Il Travel Dock di OWC si manifesta come un prodotto di ottima fattura, la cui qualità e attenzione ai dettagli è sotto gli occhi di tutti. Il prezzo è allineato a ciò che offrono gli altri competitors, fermo restando la possibilità di sfruttare la tecnologia Pass Through e quindi alimentare anche il proprio dispositivo (tablet, portatile, ecc).
Design
8
Connettività
8.3
Costruzione
8.2
PRO
Connettività a 360°
Leggerissimo: 90 grammi
Ottima assistenza clienti
CONTRO
Avrei preferito una uscita DisplayPort
8.2
Lascia un commento
Previous Post

Sony Playstation 5 o Microsoft Xbox Series X? Meglio Nintendo Switch!

Next Post

AMAZFIT Band 5: la RECENSIONE e confronto con Xiaomi Mi Band 5