Password compromessa? Ecco la soluzione al problema proposta da Google

A seguito di un attacco hacker su vasta scala o semplicemente della propria ingenuità può capitare che la password di uno o più siti vengano compromesse. I famigerati “data breach” sono ormai entrati nel nostro vocabolario quotidiano dati gli spiacevoli casi occorsi nei mesi passati. Forse uno dei più famosi è stato quello che ha coinvolto gli utenti Ho Mobile.

Qualora il vostro account fosse stato coinvolto e voi abbiate salvato la combinazione account-password sincronizzandola con Google, il sistema vi avvertirebbe dell’avvenuta violazione. A quel punto dovreste recarvi sul sito in questione, sempre se la password non è stata cambiata da colui che se n’è appropriato, per poi seguire tutto il lungo e noioso iter per il cambio delle credenziali.

Sopratutto nel caso di siti particolarmente delicati la procedura potrebbe richiedere diversi step, con conseguenti perdite di tempo. Google ha elaborato una propria soluzione al problema, scopriamo di che si tratta in questo articolo!

La soluzione di Google

Nel corso del Google I/O tenutosi pochi giorni fa, storico evento annuale durante il quale Google annuncia tutta una serie di novità hardware e software, l’azienda di Mountain View ha proposto una fantastica soluzione a questo problema.

Sfruttando la tecnologia di Duplex, A.I. di Google, una volta ricevuta la notifica di compromissione delle proprie credenziali, Assistant interverrà chiedendoci se vogliamo modificare la password. Una volta accettato, Chrome in automatico accederà al sito in questione e sostituirà la vecchia con una nuova, da noi scelta per l’occasione oppure da lui inventata ed identificata come “molto sicura“.

Tutto davvero estremamente semplice, intelligente, sicuro ed a portata di click.

Quandò sarà possibile?

Da subito!, negli Stati Uniti. Non si hanno ancora date ufficiali per l’Italia, ma Big G ha promesso tempi brevi per l’arrivo negli altri paesi.

Insomma, non ci resta che aspettare che questa rivoluzionaria funzione arrivi da noi!

Previous Post

Pagare in contanti su Amazon: ecco la guida su come fare!

Next Post

LG CORDZERO A9 KOMPRESSOR: l’aspirapolvere di nuova generazione