Qisan Magicforce 68: recensione della migliore tastiera meccanica economica

Qisan è un brand attivo nel mercato delle periferiche PC. Non è un marchio particolarmente noto in occidente, ma offre prodotti validi e dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Questa Magicforce 68 appartiene alla linea principale, quella delle Magicforce, ed è la migliore espressione della filosofia di Qisan.

Design e costruzione

La Magicforce 68 è esteticamente molto accattivante. Nulla di particolarmente originale, ma si tratta comunque di un design pulito e sicuramente piacevole alla vista. In particolar modo la colorazione bianca. Il font non è dei più belli, vorrebbe essere originale ma alla fine risulta semplicemente banale, è però ben leggibile e dunque non si avrà granchè motivo di rimpiangere un altro font. Il formato è 65% cioè un 60% ma con il pad direzionale e 4 tasti in più.

Entrando nel vivo dell’analisi ed analizzando la costruzione sarà facile capire perchè è in questo aspetto che risiede uno dei suoi più grandi punti di forza. Il case è in ABS, abbastanza rigido e restituisce una buona sensazione di solidità.

Il backplate è in buon metallo: è molto raro trovare un backplate in metallo “serio” in questa fascia di prezzo, dunque questo è indubbiamente un punto a favore della Magicforce.

Peculiarità di tale tastiera rispetto alla concorrenza sono però i keycaps in PBT Double-shot: sono molto resistenti, le legende non si sbiadiranno col passare del tempo ed anche il feedback ne giova. Pur non trattandosi di PBT “pregiato” vi è una differenza abissale in tutti gli aspetti fra questi keycaps e quelli in ABS lasered generalmente montati sulle meccaniche economiche.

Prestazioni

La Magicforce 68 è disponibile in 2 varianti: una estremamente economica la quale equipaggia switch Outemu ed una seconda variante un pò più costosa (quella protagonista di questa review) che monta switch Gateron. Fra le 2 la consigliata è indubbiamente quella con i Gateron, ma anche la più economica può avere senso se non si dispone di un budget quantomeno discreto.

Il modello al centro di questa recensione è fornito di switch Gateron Brown, tattili di buonissimo livello che possono effettivamente dire la loro. L’esperienza di scrittura è estremamente soddisfacente, con un connubio di sound e feedback tattile davvero piacevole. Rispetto a dei Cherry MX Brown c’è meno attrito, lo switch è meno “sabbioso”e di conseguenza il tutto è molto più fluido e scorrevole. Il formato, se non si necessita effettivamente dei tasti “mancanti”, è perfetto in quanto consente di centrarsi bene rispetto alla tastiera e può essere considerato un vero e proprio valore aggiunto. Il layout è US, dunque abbastanza diverso da quello italiano, ma una volta presa confidenza e dopo un pò di rodaggio non si sbaglierà davvero un colpo. Anche nel gaming la Magicforce si comporta più che bene. Essendo reattiva è pienamente idonea per tutte le tipologie di gioco, fatta eccezione se si è giocatori di alto livello di FPS e simili. In questo caso è consigliabile rivolgersi sul modello con i Gateron Red i quali sono ottimi switch lineari e dunque perfetti per il gioco. I Brown sono invece la migliore opzione per chi è interessato sia alla scrittura (validissimi switch per questo) che al gaming (non eccessivamente competitivo).

Connettività

È presente la retroilluminazione bianca, estremamente potente e comoda se si è interessati a scrivere la notte. La connessione avviene, purtroppo, attraverso la vecchia micro USB. È un peccato visto che sta diventando sempre più raro l’utilizzo di questo standard a causa dell’avvento della type-c, e fra l’altro sarebbe molto comodo poter utilizzare semplicemente il cavo type-c per praticamente tutti i dispositivi (periferiche incluse) che si hanno in casa. Assente qualsiasi forma di connessione wireless, ma non si tratta di chissà quale mancanza su un prodotto economico così valido. Sotto il case sono presenti 2 alette per regolare l’inclinazione ed un vano per nascondere il cavo micro USB.

Prezzo e conclusioni

Qisan-Magicforce-68

Il prezzo del prodotto si aggira tra i 50 ed i 60 euro, a seconda che lo acquistiate da uno store orientale (Aliexpress) o da uno occidentale (Amazon). Si tratta di un prezzo sorprendentemente basso in confronto a quanto offerto, sopratutto se si prende come riferimento la concorrenza su Amazon. Se invece foste intenzionati ad acquistare su Bangood o su Aliexpress allora lì con una ventina di euro in più riuscirete a comprare una tastiera generalmente migliore (una Anne Pro 2, giusto per citarne una). In conclusione la Qisan Magicforce 68 è un prodotto estremamente equilibrato che offre una buona qualità a 360 gradi senza compromessi tangibili da un utente inesperto ed il tutto ad un prezzo assolutamente invidiabile. Si tratta di un vero e proprio best buy, sopratutto prendendo come riferimento Amazon, ed è indubbiamente una delle migliori soluzioni per approcciarsi come prima volta al mondo delle tastiere meccaniche. Se Qisan l’avesse spinta lato marketing, attraverso collaborazioni con Youtuber ed Influencer, adesso sarebbe sulle scrivanie di una grandissima fetta di utenza e sentireste un gran parlare di lei. Peccato, perchè il prodotto è fantastico!

Design8
Qualità Costruttiva9
Scrittura9
Gaming8
Connettività7.5
Qualità/ Prezzo9
9
Un ottimo prezzo ed un ottimo prodotto. Best buy della categoria, non esistono veri rivali. Da tenere d'occhio la variante economica se non si dispone di budget.

Di Filippo Fedele

Giovane ma appassionato, amo il mondo della tecnologia a 360°. Do sempre il massimo e sogno un futuro in cui avrò limato tutti i tempi morti in modo da dedicarmi alle mie passioni.



Lascia un commento