Recensione Corsair Glaive PRO RGB

Oggi parliamo di un mouse da gaming marchiato Corsair, ma non uno low-cost; bensì un mouse high end, quasi della fascia Enthusiast (almeno nell’ecosistema Corsair). Parliamo del Corsair Glaive PRO RGB.

Non anticipo niente di questo mouse, se non il fatto che ho avuto l’occasione di provare sia questo modello sia il modello precedente Corsair Glaive RGB, e per questo farò le mie considerazioni riguardo entrambi i modelli. Ma ora senza perderci in chiacchiere partiamo con la nostra recensione.

Confezione e contenuto

La confezione si presenta molto simile per entrambi i modelli, si tratta di una confezione molto carina e compatta. Inutile dire che questa confezione è un capolavoro dell’ingegneria come pochi, nel senso proprio che senza un ingegnere la aprite per tirare fuori il mouse e poi non la richiudete più.

Detto questo, all’interno della confezione è presente il mouse, le tre impugnature laterali intercambiabili, la guida all’utilizzo, la guida e la garanzia (un classico possiamo dire).

Qui ho una piccola differenza da segnalare con il modello precedente: nel nuovo modello (il Glaive Pro) sono presenti i componenti indicati sopra; nel modello precedente era incluso anche un comodo sacchettino in una sorta di tessuto intrecciato, marchiato Corsair, per inserire all’interno le impugnature laterali non in uso sul mouse. A mio parere era molto comodo e avrebbero dovuto lasciarlo.

Design e costruzione

Il Corsair Glaive Pro, almeno a mio avviso, è abbastanza ben costruito, i materiali non sono male però ho da segnalare un piccolo difetto che si potrebbe presentare (nel primo modello mi è successo due volte). In questo modello non so se è stato fixato in qualche modo il problema ma a me la situazione sembra la stessa in questo periodo di utilizzo. La rotellina dello scroll non è in gomma; ha una base in alluminio su cui poi è incastrata una copertura in gomma per fare grip con il dito. Purtroppo mi è capitato per ben due volte che, dopo un po’, questa copertura di gomma cedesse e iniziasse a non fare più grip con la rotellina vera e propria in alluminio (praticamente slitta senza far girare la rotellina); il problema è risolvibile premendo un po’ di più sulla rotellina, perciò chi ha la mano molto pesante dubito si possa accorgere mai di un problema simile; però chi ha l’abitudine di scorrere la rotella toccandola leggermente, questo difetto sarà evidente e a volte anche fastidioso.

Lato superiore mouse
Lato inferiore mouse
Profilo mouse
Rotellina mouse

Io ho risolto in entrambi i casi contattando l’assistenza Corsair, che come sempre è favolosa, e mi ha prontamente cambiato il mouse entrambe le volte. Il problema vero sta nel fatto, oltre il disagio del processo di RMA che prende un po’ di tempo, che la garanzia non dura per sempre. Detto questo spero che con la nuova versione abbiano sistemato questo problema in qualche modo.

La forma e le dimensioni del Corsair Glaive Pro sono adatte a un po’ tutte le persone (12.5 x 6,5 x 3,5 cm circa). L’impugnatura, grazie anche al laterale intercambiabile, è molto comoda e adattabile a un po’ tutte le esigenze e abitudini.

Impugnature a confronto

Tra le tre impugnature intercambiabili, ne abbiamo una più sporgente nella parte d’avanti che distanzia un po’ il pollice dai tasti laterali, una un po’ meno sporgente che avvicina il dito ai tasti laterali, e infine una più estesa che permette di poggiare il pollice senza strofinare sul tappetino.

Sistema di aggancio magnetico delle impugnature
Impugnatura più sporgente
Impugnatura meno sporgente
Impugnatura con appoggio

Anche sul lato destro è presente una superficie con grip (questa però è fissa).

Grip del lato destro

Un’altra differenza che voglio segnalare con il modello precedente, sono proprio le impugnature che erano leggermente diverse (niente di sconvolgente), inoltre il vecchio modello sul lato destro non aveva la superficie con grip ma era liscio.

Il Corsair Glaive Pro non è tra i mouse più leggeri del mercato, infatti il peso medio dei mouse Corsair si aggira sempre intorno ai 100g. Per questo modello parliamo più precisamente di 115g circa, che per molti sembrerebbero tanti (trattandosi di un mouse da gaming). Io posso dirvi che chi è abituato ai mouse abbastanza pesanti, questo modello sarà fantastico; ha tutto e non pesa poi più di tanto. Chi è alla ricerca di un mouse leggero ma di prestazioni top di gamma deve necessariamente cambiare marchio. Puntate magari su un Razer, ad esempio il Viper mini che abbiamo recensito.

Caratteristiche e sensore

Si tratta di un mouse esclusivamente cablato ed il cavo è in tessuto intrecciato ed è lungo 1.8m.

Presenta i classici tasti del mouse più due tasti laterali, dotati di switch Omron che offrono un click netto e piacevole.

Abbiamo inoltre due tasti per il controllo dei DPI (DPI su, DPI giù). Sono presenti anche 4 LED RGB per indicare il livello DPI in uso. Il colore dei LED è settabile tramite iCUE, software per la gestione delle periferiche Corsair di cui parleremo in modo più approfondito anche in un video.

Tasti DPI

Sono presenti poi tre zone d’illuminazione completamente RGB.

Non mancano ovviamente le basi di appoggio, ma a differenza di tanti mouse, anche di un certo livello (ad esempio il Razer Viper mini), non sono in plastica, bensì in PTFE.

Per chi non sapesse cosa sia questo sgorbio, si tratta del politetrafluoroetilene, un composto organico della classe dei fluorocarburi (PFC), è chiamato comunemente Teflon (si, quello delle pentole antiaderenti) ed è un composto organico molto utilizzato in tantissimi ambiti, non solo nelle padelle antiaderenti ma anche come ingrediente aggiuntivo al lubrificante per componenti meccanici.

Ebbene proprio per questa sua caratteristica, ovvero un basso coefficiente di attrito (Il PTFE possiede, fra tutti i materiali solidi, i più bassi coefficienti di attrito compresi fra valori di 0,07 (statico) e 0,05 (dinamico)), viene utilizzato anche nei mouse da gaming di un certo livello per diminuire l’attrito tra il mouse e il tappetino (e renderlo così più scorrevole).

Basi di appoggio in PTFE

Questo mouse è dotato di un sensore ottico da 18.000 DPI, il PMW3391, grazie al quale questo mouse offre prestazioni di altissimo livello, sia in risoluzione, sia in precisione. I DPI possono essere configurati tramite iCUE, in un massimo di 5 livelli contemporaneamente (che saranno visualizzati sul mouse tramite i led laterali).

Sensore ottico da gaming PMW3391

Tramite iCUE potrete ovviamente settare l’illuminazione generale delle 3 zone d’illuminazione, i DPI, l’angle-snapping, la calibrazione superficie ecc.

Per quanto riguarda il modello precedente, ha un po’ di differenze che voglio segnalare: ha un solo tasto DPI (cambia i DPI in modo ciclico), i LED per i DPI non sono RGB ma esclusivamente di colore blu, il sensore è sempre ottico ma leggermente inferiore e non da 18k DPI bensì da 16k (questo ovviamente è più che irrilevante a parer mio), inoltre nel vecchio modello era possibile selezionare tre livelli di angle-snapping mentre nel nuovo modello è solo possibile accenderlo e spegnerlo; per il resto i due mouse dovrebbero essere completamente uguali.

LED DPI RGB

Prezzo

Il prezzo, come detto nell’introduzione, non è da mouse low-cost bensì un high-end. Costa circa 75 euro su Amazon, ma vi assicuro che li vale tutti.

Corsair Glaive PRO RGB
Conclusioni
Se siete particolarmente attratti dai prodotti Corsair, non necessitate di un mouse ultraleggero e siete disposti a spendere questa cifra, lui è un signor mouse. Ovviamente se avete la versione non PRO e le differenze che vi ho elencato non sono per voi una priorità, evitate di spendere 75 euro. Per chi necessita di un mouse più leggero o di tipo wireless/bluetooth, allora dirottate su un Harpoon wireless (di cui presto faremo la recensione), su un Dark Core o su altri marchi come Razer.
Design e ergonomia
8.5
Materiali e qualità costruttiva
9
Prestazioni e precisione
9
Software
10
Prezzo
8
PRO
Impugnatura laterale intercambiabile
Basi di appoggio in PTFE
Uno dei migliori software di gestione sul mercato
CONTRO
Rotellina da migliorare
Peso più alto della media
8.9