Samsung Galaxy Tab S6 lite: LA RECENSIONE | Ormai obsoleto o alternativa low-cost valida?

Oggi parleremo di tablet, in particolare del Samsung Galaxy Tab S6 lite. Si tratta di un tablet uscito da un po’ di tempo (Maggio 2020) che si colloca nella fascia più bassa dei tablet Samsung.

Negli ultimi anni Samsung sta puntando sempre di più sul mercato dei tablet con i modelli di fascia più alta capaci di pareggiare l’esperienza d’uso degli iPad ed altri che rappresentano delle valide alternative più economiche all’iPad.

Samsung offrono vari modelli che partono dal base gamma Tab S6 lite (circa 350 euro), fino ad arrivare al top di gamma Samsung Galaxy Tab S7+ (circa 1150 euro). Gli S7 e S7+ sono indicati più per lavoro in quanto sono progettati per essere veloci e reattivi (grazie allo Snapdragon 865+), hanno batteria molto capiente (8.000 e 10.000 mAh) e possono contare sulla precisione della nuova S pen che è stata ottimizzata.

Dall’altro lato ci sono gli S6 e S6 lite (anche l’S5e) che hanno un costo più ridotto ma che comunque fanno il loro dovere egregiamente. Ovviamente per persone che utilizzano per lavoro il tablet, ad esempio per disegnare, il tab S6 è il minimo da cui partire, sia per la precisione della S pen, sia per il pannello che monta, e vedrete presto perché non consiglio l’S6 lite per questo scopo.

Ma oggi parliamo nello specifico di Tab S6 lite, che trovo il miglior tablet in assoluto per uso personale e per uso didattico, sia per il prezzo davvero contenuto, sia per le performance che è in grado di restituire, nonché per l’assoluta comodità.

Inizio solo con il dire una cosa, un piccolo consiglio. Se prendete questo tablet, prendete anche la cover originale. Costa di più ma ne vale davvero la pena. E’ comodissima, bella ed elegante e soprattutto funzionale in quanto è magnetica (e non a incastro come le solite cinesate che si trovano nei negozi), ha uno spazio apposito per riporre la S pen, anche questo magnetico, e ha due livelli di regolazione dell’inclinazione, rigorosamente magnetici, che poi di fatto si trasformano in 5 con dei piccoli magheggi che vi mostrerò nel video recensione che verrà pubblicato più avanti.

Confezione e contenuto

All’interno della confezione è presente il tablet, la S-pen, un caricabatterie da 7,8W, un cavo Type-A-Type-C e la spilletta per il carrellino della SIM e della microSD.

Il punto di forza dei tablet Samsung è il fatto che la S-pen sia inclusa con il tablet, a differenza di Apple che invece la vende separatamente (e non a 10 euro). Peccato solo per il trasformatore che, dato che il tablet supporta la ricarica a 15W, poteva essere più potente.

Dimensioni e peso

Le dimensioni sono di 244.5 x 154.3 x 7.0 mm (pannello da 10,4″), più che giuste: bordi sottili, ampio schermo e spessore contenuto. Il peso è di soli 470 grammi circa che comunque è un peso accettabilissimo per un tablet di queste dimensioni e con una batteria così capiente.

Design e display

Il design è davvero carino: molto elegante e non ingombra grazie alle dimensioni compatte. E’ disponibile in tre colorazioni: Oxford Gray, Chiffon Pink e Angora Blue che sono rispettivamente grigio scuro, rosa e azzurrino.

Il display è un 10,4″ TFT. Non è chiara la tipologia di TFT perché non è specificato. Penso sia un IPS perchè i contrasti sono davvero ottimi e gli angoli di visione sono molto alti. All’atto pratico si tratta di un display davvero bello, non si tratta di certo di un OLED ma offre comunque un’ottima luminosità, ottimi contrasti e angoli di visione alti. La risoluzione è WUXGA+ (2000 x 1200 px); la densità dei pixel è di 224 ppi dunque più che sufficiente per uso personale senza troppe pretese.

Questo display permette di godersi i film e di scrivere e disegnare (non a livello professionale) davvero bene, e questo è il motivo per il quale lo consiglio vivamente per la scuola come alternativa digitale ai libri e ai quaderni. Ovviamente a livello lavorativo non è il massimo sia per la risoluzione che per il pannello. Se questo è il vostro scopo vi consiglio di dare un’occhiata al Samsung Galaxy Tab S6 che ha un pannello AMOLED: la S-pen non lascia il classico alone dei cristalli liquidi ed è sicuramente più accurato nei colori e nei contrasti, importanti se si vuole lavorare al meglio.

S-pen e Book cover

I due accessori che fanno di questo tablet un best buy (e anche degli altri della gamma di Samsung) sono la S-pen e la Book cover.

Partiamo dalla S-pen: nei vari modelli è stato cambiato un po’ il design (personalmente tra il design di S6 e S6 lite preferisco quella dell’S6 lite, ma sta anche un po’ a voi), oltre al design è stata migliorata la precisione ovviamente (negli S7 dovrebbe essere più precisa la scrittura anche se non ho avuto modo di provarlo di persona).

La cosa che resta invariata a tutti sono i livelli di pressione: 4096 livelli di pressione che permettono di cambiare l’intensità del tratto in base alla forza che mettiamo sulla S pen, (senza spaccare lo schermo chiaramente), come una matita o una penna vera.

In linea di massima anche se la S-pen del Tab S6 lite è la più imprecisa di tutti si comporta comunque molto bene. Se dovete semplicemente scrivere o fare disegni semplici, sottolineare e via dicendo, va più che bene. La scarsa precisione è un altro dei motivi per il quale non va bene come tablet da lavoro. L’altro punto di forza sono le book cover: sono davvero stupende.

Esistono due versioni: una per S6 lite che è solo cover e l’altra per S6 che ha incorporata anche la tastiera (che si può agganciare magneticamente) e si collega al tablet così da permettervi di digitare anche lunghi testi in tutta comodità (questa è una cosa che invidio molto all’S6 perché usando questo tablet anche per lavoro, per scrivere le recensioni, questa mancanza si sente in quanto sono costretto a utilizzarne una esterna da PC o comprarne una Bluetooth che per quanto compatibile non sarà mai nativa come quella di Samsung). Gli S7 hanno la cover come l’S6 ma ovviamente è adattata alle dimensioni diverse del tablet.

Ma ora lasciando stare la differenza tra le book cover, parliamo della book cover di S6 lite. Si tratta di una semplice cover di materiale (sembrerebbe plastico) che ha un design molto minimale ed elegante grazie alla trama a effetto tessuto. Sulla parte bassa presenta il marchio SAMSUNG ed è disponibile nelle 3 colorazioni per abbinarla al colore del proprio tablet.

Si tratta di una cover con, apparentemente, niente di speciale; e che, per quanto costa sembrerebbe proprio non ne valga la pena, ma vi assicuro che vi sbagliate (costa circa 60 euro su Amazon).

Come detto nella intro è comodissima e la qualità è davvero impeccabile (tolto il fatto che è l’unica cover magnetica decente disponibile online per questo tablet); sarebbe il caso che un po’ tutti i produttori iniziassero a implementarle ovunque perché sono davvero comode.

Software e prestazioni

Il software è un Android 10 con interfaccia personalizzata OneUI 2.1 di Samsung; ha installati di fabbrica vari programmi tra i quali anche il software proprietario per la scrittura di note e disegni, che devo dire funziona molto bene.

Monta il processore Exynos 9611 che non è noto per essere una scheggia ma che comunque garantisce un’ottima reattività e, ad ogni modo, è utilizzabilissimo. Io lo uso senza problemi anche con il processore bloccato al 70% del carico grazie alla funzione risparmio energetico. Dunque l’ottimizzazione non è niente male.

E’ dotato poi di 4GB di RAM e 64/128 GB di memoria interna grazie ai quali potete tenere aperte anche più app contemporaneamente senza problemi.

Connettività, blocco schermo, comparto audio e funzionalità particolari

Per quanto riguarda la connettività niente di particolare da segnalare, tutto nella norma per questa fascia di prezzo: Bluetooth 5.0, WIFI 5 a 2.4 e 5 GHz, 4G (per la versione LTE), USB Type-C 2.0 per la ricarica e jack 3.5mm. Manca l’NFC anche se l’utilità su un tablet è nulla.

Peccato per la mancanza di un USB 3.0 o 3.1 (che comunque risulta utile per la modalità desktop). La riproduzione dell’audio è affidata a due piccoli speaker AKG posizionati sui lati che restituiscono un’ottima stereofonia. Sono potenti e possono contare sulla tecnologia Dolby ATMOS, proprio per questo sono capaci di offrire una qualità del suono e un livello di volume più che soddisfacenti.

Un’altra piccola mancanza ovviamente è il sensore per le impronte digitali; sotto il display non poteva essere messo per via della tecnologia del pannello ma manca anche il sensore fisico. Fortunatamente a colmare questa mancanza viene in aiuto lo sblocco con il volto che funziona piuttosto bene ed è anche molto reattivo.

Una funzionalità particolare che vale la pena menzionare è la protezione batteria che, se attivata, fisserà il 100% di carica all’85% di carica della batteria (permettendone così il caricamento all’85% massimo e allungandone la vita). Inoltre è possibile disattivare la ricarica rapida tramite un’impostazione.

Delle fotocamere non parlo di proposito perché i tablet non sono la soluzione ideale per fare le foto, ma c’è da sapere che ha due sensori: uno frontale da 5MP per il riconoscimento del volto e uno per la fotocamera principale da 8MP.

Batteria

La batteria è una 7.040 mAh ai polimeri di litio, davvero capiente. Anche se per un tablet con uno schermo così grosso potrebbe sembrare poco vi assicuro che non lo è affatto. Se non usate il tablet per troppo tempo e con la luminosità sparata al massimo senza risparmio energetico, vi durerà relativamente poco.

Ma vi assicuro che lo schermo è molto luminoso quindi è utilizzabilissimo anche a tre quarti tranquillamente e con il risparmio energetico attivato (anche a medio), il tablet durerà davvero tanto. Il produttore dichiara 12 ore di utilizzo circa in navigazione internet LTE. Io lo uso per la scuola e anche se non lo utilizzo tantissimo (circa 3 ore), mi arriva a durare anche 3/4 giorni se non di più. Pertanto per un uso quotidiano o didattico, di tipo non professionale, è davvero stupendo. Può durare tranquillamente più di 5 ore e l’esperienza generale è ottima. Ovviamente se lo usate proprio tanto tanto potete anche puntare (eventualmente) su una powerbank.

Disponibilità e prezzo

Il verdetto
Ammetto che mi sarebbe piaciuto tanto provare il Samsung S6 e i nuovi S7 per fare un confronto con il Tab S6 Lite, tuttavia questo, almeno per ora, non è possibile. Traendo le conclusioni posso solo dire che per un uso non professionale e con un budget abbastanza contenuto è il miglior tablet sul mercato (almeno per ora). Anche se il prezzo dichiarato da Samsung è di 450 sappiate che la versione da 64GB di memoria si trova a circa 350 euro (a 330 è best buy). Se desiderate uno schermo migliore, una penna più performante e precisa o un tablet più reattivo; puntate su altro, ad esempio l'S6 o l'S7, anche se in quel caso l'asticella del prezzo sale, e non di poco.
Design
8.5
Display
6
Sistema
7.5
Prestazioni
7
Precisione S-Pen
7.5
Autonomia
8
Accessori Samsung
9
Rapporto qualità/prezzo
8.5
Pro
Qualità del pannello più che sufficiente
Audio davvero buono
Miglior tablet per la scuola e DDI
Miglior tablet low-cost
Contro
Processore poco performante anche se sufficiente
Mancanza di pannello OLED
S-Pen un po' imprecisa
7.8
Previous Post

Corsair Katar Pro XT e Corsair MM700: LA RECENSIONE

Next Post

Recensione HUB USB-C AUKEY CB-C75: best buy low cost?