Soundcore Motion Boom: RECENSIONE dello speaker Bluetooth perfetto per l’estate

L’estate è arrivata, ed insieme ad essa le feste in piscina, in spiaggia o ovunque esse siano. Anker, nella realizzazione di Soundcore Motion Boom ha pensato proprio a questi scenari, in maniera tale da concretizzare le esigenze del caso in un prodotto adatto alle situazioni più estreme. Nel corso di questa recensione, scopriremo perché Soundcore Motion Boom è la cassa altoparlante perfetta per l’estate (ma non solo)!

Unboxing e contenuto

L’unboxing del prodotto e del contenuto sono già stati trattati in un articolo dedicato, che potete leggere cliccando QUI, per cui in questo paragrafo faremo semplicemente un breve accenno a ciò che troviamo in confezione.

All’interno infatti, oltre alla cassa (protetta assolutamente come si deve), troviamo un cavetto USB-C per la ricarica, marchiato Anker, ed il manuale per le istruzioni.

Il video

Design e costruzione

Il design è sicuramente particolare, in quanto Soundcore Motion Boom appare molto massiccia ma al tempo stesso risulta di dimensioni e peso contenuti. Questo proprio a garantire massima portabilità, senza sacrificare però le prestazioni che, come vedremo dopo, si vedono e soprattutto si sentono.

L’aspetto “corazzato” ci fa capire subito come si tratti di uno speaker pensato molto più per essere usato in condizioni ben poco sicure, piuttosto che per essere tenuto in ambiente indoor quasi come fosse un elemento di design. Le foto scattate, sono un ottimo ausilio per descrivere al meglio l’impressione che si percepisce di Soundcore Motion Boom.

In alto, troviamo un manico per trasportarla ovunque si voglia con la massima facilità, e si tratta di un elemento di design davvero solido, che rappresenta un punto di estrema sicurezza. Presenti anche i pulsanti gommati, soft touch, per interagire ed impartire comandi.

Sul fronte abbiamo la griglia, con i 2 tweeter ben visibili, per la fuoriuscita dell’audio ed il marchio Soundcore in sovrimpressione. I 2 lati vedono invece la presenza di 2 woofer passivi per migliorare la resa dei bassi, mentre sul retro trova posto il vano impermeabile per la circuiteria.

L’aspetto è stato di mio gradimento, sicuramente ben distinguibile, anche se la maniglia “tutta d’un pezzo” e non retraibile, è un elemento quasi “di disturbo” poiché ne vincola gli scenari d’uso. Se potesse scomparire, Motion Boom non avrebbe avuto problemi nell’essere riposta in interno, così invece è molto più difficile collocarla.

Costruttivamente parlando invece, il tutto è realizzato in plastica molto molto resistente e rifinita discretamente. Sicuramente sul piano costruttivo, esistono davvero poche soluzioni che offrono sicurezza maggiore. Tra l’altro la Soundcore Motion Boom è certificata IPX7 contro acqua e polvere ed è stata studiata per galleggiare in acqua.

Se infatti venisse immersa, essa galleggerebbe permettendone l’uso in riproduzione anche in questa situazione molto particolare.

Specifiche e connettività

Soundcore Motion Boom è dotata di 2 driver in titanio da 2.5 pollici, con range di frequenza da 60 Hz a 20 kHz e potenza di 30W. Abbiamo poi la connettività Bluetooth 5.0, mentre nel vano dedicato alla circuiteria troviamo una porta USB-C ed un’USB-A.

L’associazione allo smartphone è praticamente istantanea, il range di trasmissione è assolutamente più che sufficiente e la stabilità ha pochi rivali. Ottimo anche il delay, che pur non essendo totalmente assente, è comunque ridotto all’osso permettendone l’uso anche per la visione di contenuti multimediali.

Manca un jack da 3.5 mm, che a tanti avrebbe fatto comodo, ma è stata una precisa scelta aziendale visto l’orientamento che si è voluto dare alla cassa. Non è stata pensata per l’interno in fase di progettazione, come ad esempio è stato fatto per la sorella Motion+, da noi recensita QUI ed a ciò si associano tutta una serie di scelte che per alcuni possono risultare “poco sensate”.

Qualità audio

Da uno speaker Bluetooth in questo range di prezzo (ne parleremo dopo), le pretese sono semplicemente di un audio potente quanto dichiarato, corposo, e sufficientemente pulito.

Effettivamente, tutte le pretese sono state rispettate: la potenza di 30W si sente, con un volume che riesce a spingersi davvero in alto. L’audio è molto molto corposo, ricco di bassi (grazie anche alla tecnologia BassUp di Anker) ed ai Bass Reflex posti ai 2 lati della cassa. La pulizia è buona, sufficiente ad un ascolto anche più pretenzioso ma che soffre di un minimo di distorsione a volume elevato. E’ normalissimo tenendo conto sia del costo che della potenza raggiunta a fronte delle dimensioni dei driver (e senza sub-woofer).

E’ un suono piacevole, alle volte un pelino troppo tendente ai bassi, ma che si adatta perfettamente alla riproduzione di generi quali il pop e tutti quelli in cui le frequenze basse risaltino particolarmente. Anche per quanto concerne la riproduzione di contenuti multimediali, Motion Boom non sfigura. I film sono godibilissimi, sopratutto grazie proprio all’insistenza dei bassi.

Presente anche un microfono per effettuare delle chiamate, ma non è certo il suo forte e si vede. In ambiente chiuso o poco disturbato il tutto è accettabile, ma con rumori di fondo o una certa distanza dalla cassa la voce risulterà fortemente disturbata e poco piacevole.

Software

Soundcore mette a disposizione dell’utente un’omonima app per Android ed iOS. Grazie a quest’applicazione, sarà possibile andare ad equalizzare nel minimo dettaglio il suono di Motion Boom, modificandolo a proprio piacimento. Inoltre son presenti svariati preset sviluppati in casa Anker proprio per venire incontro alle esigenze di un’utenza meno esperta.

Attraverso esso poi si possono gestire tutte le impostazioni del caso, disattivare la tecnologia BassUp, regolare il volume etc.

Autonomia

L‘autonomia di Anker Soundcore Motion Boom può giungere fino a 24 ore, secondo quanto dichiarato dalla casa madre. Tenendo conto che si tratta di valori estremamente dipendenti dal volume della riproduzione, dalla stabilità della connessione e dalla distanza dalla sorgente, personalmente ho raggiunto in media 21/22H di riproduzione.

Nel mio caso, Motion Boom è stato impiegato sia come fosse una soundbar sia da vero e proprio speaker, ma i risultati raggiunti li ritengo assolutamente in linea con le aspettative.

Tra l’altro la batteria da 10000 mAh che alimenta il dispositivo, può ricaricare uno smartphone o qualsiasi gadget si voglia tramite l’USB-A sul retro. L’USB-C invece garantisce il rifornimento di energia alla cassa.

Prezzo

Il prezzo di Soundcore Motion Boom è di 99 euro, cifra che rispecchia perfettamente quanto offerto dallo speaker e che lo rende accessibile (quasi a tutti).

Il verdetto
Soundcore Motion Boom è a tutti gli effetti la cassa perfetta per la stagione estiva grazie all'impermeabilità, il design corazzato, e la capacità di galleggiare. L'audio è potente e ricco di bassi: perfetto per un party. La connessione molto affidabile ed il software torna utile. Autonomia ok e prezzo in linea con la concorrenza. Non la definirei un best buy, ma una validissima alternativa in una fascia di prezzo molto agguerrita: io la consiglierei!
Design e costruzione
8.2
Specifiche e connettività
9
Qualità audio
8.6
Software
9
Autonomia
8.5
Prezzo
8
Il mio voto
8.5
Cosa mi è piaciuto
Costruzione solida e resistente
Certificazione IPX7
Porta Type-C
Galleggia in acqua
Connessione stabile e repentina
Audio corposo, potente e ricco di bassi
Software utile e ricco
Autonomia che va oltre il necessario
Prezzo corretto
Cosa si può migliorare
Maniglia retraibile che disturba l'estetica complessiva
Design fin troppo "corazzato"
Presente un pò di distorsione a volumi elevati
Manca il Jack da 3.5mm
Le chiamate non sono il suo forte
8.5
Previous Post

I 7 migliori smartphone a 250 euro [Giugno 2021]

Next Post

I migliori smartphone “Mini”: piccoli e tascabili [2021]