Categorie
Default

Samsung e Google: accordo di partnership per i brevetti per 10 anni

google-samsung-logo

In questi giorni, i dirigenti di Google e Samsung hanno ufficialmente annunciato l’esito del loro incontro molto importante che prevede lo scambio delle licenze e dei brevetti per i prossimi 10 anni. L’accordo stilato dall’azienda californiana e quella sud-coreana prevede la possibilità di entrambe le aziende di utilizzare liberamente le licenze e i brevetti del partner, senza alcuna limitazione o rischio.

E molto forte quindi il messaggio che le due aziende vogliono dare ad Apple. L’accordo che Google ha stipulato con una parte di Android e con una parte di Samsung era già il primo forte segnale di unione tra Google e Samsung contro l’azienda californiana con sede a Cupertino.

L’accordo sicuramente non lascerà libertà nell’intero patrimonio intellettuale delle due aziende, ma di sicuro vi rientreranno le più importanti licenze e brevetti in materia dei dispositivi mobile. E’ chiaro che questo accordo non farà piacere ad Apple e, come se non bastasse, quando il responsabile della Samsung, Seugho Ahn, parla dell’accordo nel comunicato ufficiale, non fa mancare una frecciatina indiretta ad Apple: “questo accordo dimostra la resto del settore che è possibile guadagnare maggiormente dalla cooperazione, invece che impegnare il tempo in inutili battaglie legali”.

La quantità delle controversie sui brevetti sono aumentati incredibilmente negli ultimi anni, quindi è comprensibile capire la motivazione di tale accordo. Apple e HTC avevano annunciato un accordo molto simile con la durata di 10 anni già nel 2012.  Google e Samsung negli ultimi anni hanno collaborato molte volte fino a creare un rapporto speciale tra le due società. Anche se questo accordo porterà benefici tecnologici e commerciali ad entrambe le aziende, la durata dell’accordo (ben 10 anni, ndr) potrebbe provocare una tensione tra le due società, rovinando il rapporto di collaborazione che nel corso degli anni hanno saputo creare.

Via

Categorie
Default

Nokia e Accenture: siglato l’accordo!

Quando si parla di esternalizzazione solitamente per i dipendenti di una società non si naviga in buone acque ed è quello che sta succedendo per Nokia che ha deciso di esternalizzare una parte dei processi affidando tali processi alla famosa società di consulenza Accenture.

L’accordo, che è stato siglato in giornata, sancisce quindi il passaggio di ben 2.300 dipendenti da Nokia ad Accenture ed in particolare stabilisce che Symbian non verrà abbandonato ma verrà sviluppato fino (e non oltre, a quanto pare) al 2016 dalla società Accenture.

Windows Phone, MeeGo e Symbian: sicuramente Nokia è una delle società più attive sul mercato, ma la crisi potrebbe influenzare in modo deciso i suoi prodotti?