Categorie
Default

Galaxy Nexus: vetro, crash test e video promo!

Il Galaxy Nexus, nuovo dispositivo di punta della serie “Google Experience”, è il primo terminale a montare nativamente Android Ice Cream Sandwich. Il tanto atteso Googlefonino è in vendita proprio da oggi 17 Novembre nel Regno Unito e proprio in concomitanza con il giorno del lancio arrivano un video promozionale e un’interessantissimo crash test su questo dispositivo.

Secondo fonti vicine alla Samsung stessa, questo tipo di vetro, a protezione del display, dovrebbe essere il famigerato Dragontrail. Si tratterebbe di un tipo di vetro più economico, ma comunque molto resistente. Vi lasciamo a questi due interessanti video:

 

 

Categorie
Default

Display a confronto: Samsung Galaxy Nexus vs iPhone 4S

I nuovi dispositivi Samsung, il Galaxy Nexus e il Galaxy Note, hanno in comune un display con una risoluzione a dir poco stellare: 1280 x 720 pixel il primo, 1280 x 800 il secondo, in grado di aumentare notevolemente la densità di pixel.

Prima dell’avvento di questi due terminali, era stato il display Retina dell’iPhone 4 a sorprendere in termini di risoluzione, tanto che anche il nuovo iPhone 4S ha mantenuto lo stesso display: 640 x 960 pixel su uno schermo da 3.5 pollici, che si traducono in un’incredibile densità di pixel di ben 326 ppi (pixel per pollice) che rendono indistinguibili i pixel ad una distanza di 25 cm dallo schermo.

Ma gli smartphone Android di alta fascia hanno schermi di gran lunga maggiori rispetto ai 3.5 pollici dell’iPhone 4/4S e finora, per gli elevati costi associati alla produzione, siamo stati abituati a risoluzioni da 480 x 800 o 540 x 960. Buona sicuramente, ma non eccellente. Vi dovrebbe essere chiaro che la qualità del display non è determinata dalla quantità dei pixel ma dalla densità, che dipende sia dalla risoluzione che dalla diagonale del display. In quest’ottica il nuovo Samsung Galaxy Nexus è davvero innovativo: la risoluzione di 1280 x 720 distribuita su un ampio schermo da 4.65 pollici si traducono in una spettacolare densità di pixel di 316 ppi, prossima a quella dell’iPhone. Altro duro colpo per la Apple?

Di sicuro se il Retina Display era il re indiscusso nella panoramica dei display ora non lo è più. Qual’è il prezzo che da pagare per una risoluzione così elevata? La scelta della tecnologia.

Lo schermo del Samsung Galaxy Nexus si basa infatti sulla tecnologia PenTile, dove un pixel ha solo due subpixel, invece di tre (RGB), causando un leggero abbassamento dell’effettiva risoluzione. Ma questa sottile differenza difficilmente sarà percepibile ad occhio nudo, e state certi che la qualità delle immagini e dei dettagli sarà entusiasmante.

 

 

Il confronto

 

I ragazzi di PhoneArena hanno messo a confronto i display del Galaxy Nexus e dell’iPhone 4 (lo stesso dell’iPhone 4S). Come si nota dalle foto i due dispositivi sono molto simili e le immagini sono in entrambi i casi nitide e definite. E’ difficile cogliere la differenza di 10 ppi tra l’HD Super Amoled del Galaxy Nexus e il display Retina dell’iPhone 4/iPhone 4S.

 

 

Samsung Galaxy Nexus 

 

iPhone 4/iPhone 4S

 

Queste foto sono una prova concreta che i nuovi smartphone di casa Samsung hanno ora la stessa definizione dell’Iphone, e su uno schermo di dimensioni notevolmente maggiori.

Riuscirà il prossimo iPhone a stupirci di nuovo? o la Apple ha perso uno dei punti di forza che ne ha decretato il successo negli utlimi anni?

Categorie
Default

Samsung Galaxy Nexus non ha il Gorilla Glass

La notizia è di quella che lascia perplessi: il Samsung Galaxy Nexus non monta il Gorilla Glass di Corning. La conferma di questa notizia avviene direttamente su Twitter da parte dell’azienda produttrice Corning.
Cosa ci lascia perplessi? Al momento attuale la maggior parte dei telefoni di alta fascia dispone di questo particolare vetro molto resistente e ci aspettavamo che anche il nuovo Galaxy Nexus non fosse da meno. A questo punto è lecito chiedersi quale sistema ha adottato Samsung per la protezione del display.

Sicuramente qualche stratagemma è stato adottato, ma lascia perplesso il silenzio che aleggia attorno alla notizia. Nell’attesa vi ricordiamo che questo nuovo Googlephonino è un dispositivo adatto agli sviluppatori e non va considerato un top di gamma alla stregua di Galaxy S 2, seppure le caratteristiche lo pongono come un terminale di alta fascia.

Dopo questa notizia, lo attendete ancora tanto?

 

via