Categorie
Smartphone

Jailbreak: Vantaggi e Svantaggi…qual’è la situazione ad oggi?

Jailbreak: Cos’è? Quali sono i Vantaggi? …e gli Svantaggi?

Con l’arrivo delle festività, e quindi dei regali di Natale, sono molte le persone che ricevono in dono un iDevice di casa Apple, e molte di queste, provenendo da altri ambienti (andorid, symbian…ecc ecc), rimangono stupiti dalle mille limitazioni imposte dalla casa di Cupertino nel proprio sistema operativo iOS, montato di default su tutti i propri iDevice mobile, iPod Touch, iPhone e iPad.
Con ciò, quindi, sale drasticamente il numero di richiesto su possibili operazioni di sblocco di tali iDevice, in favore di una maggiore personalizzazione del sistema operativo (iOS).
Prima di entrare nel cuore dell’argomento, è giusto precisare che tali operazioni di sblocco del software di base (OS), possono essere messe in atto su qualsiasi dispositivi mobile sia esso android, symbian…, e quindi non solo nel mondo degli iDevice Apple, però, mentre negli altri casi tali operazioni, se pur non ufficialmente dichiarate, non vengono ostacolate dal produttore del device, salvo in rari casi.
Invece la casa di Cupertino ha avviato una vera e proprio battaglia contro gli Hacker per impedire che il proprio sistema operativo (iOS) venga sbloccato.
Ovviamente le ragioni di tale scontro sono proprio da ricercare nella preservazione di quell’ecosistema chiuso e rigido, ma al tempo stesso sicuro, su cui da sempre Apple ha puntato per il suo successo.

Noi di Tecnologici.net, con questo articolo vogliamo cercar di far chiarezza sull’argomento , e mettere a conoscenza tutti i nuovi utenti che sono da poco entrati in possesso di un iDevice, quali possono essere i Vantaggi e gli Svantaggi di un’operazione di sblocco, e ad oggi qual’è il punto della situazione nello “scontro” tra Hacker e Apple.

Che cos’è il Jailbreak?

Partiamo intanto definendo la procedura di sblocco degli iDevice: Jailbreaking.
Il Jailbreaking, in italiano “evasione” è il processo di sblocco attraverso il quale è possibile installare ed eseguire codice non firmato, in particolare questa operazione consente di installare meccanismi di distribuzione di applicazioni e pacchetti alternativi a quello ufficiale (App Store), tra i quali il più noto, e ormai unico supportato ufficialmente, è Cydia.
Cydia è un software sviluppato da Jay Freeman, il quale scopo principale è quello di fornire agli utenti di iDevice jailbroken (sbloccati) la possibilità di installare software e tweak (personalizzazioni di iOS), non disponibili su App Store molto spesso a causa di restrizioni tecniche, ma anche per una scelta esplicita da parte di Apple.

Senza entrare troppo nello specifico o meglio nei tecnicismi informatici, precisiamo solamente che il Jailbreaking si può dividere in due tipologie ben distinte, generate proprio dal diverso exploit che si è andato ad utilizzare.

Jailbreak Tethered

E così abbiamo un Jailbreak tethered, nel momento in cui la procedura di sblocco del telefono è “legata” (tethered) al computer, e questo vuol dire che ogni volta che riavviate (o accendete) i vostri iDevice, avete bisogno del vostro personal computer con il jailbreak tool per poter fare in modo che il boot venga eseguito in maniera corretta.
Se accendete un dispositivo jailbroken tethered senza connetterlo ad un computer con il jailbreak tool, andrà in Recovery Mode senza darvi la possibilità di usarlo.
E’ inutile ribadire quanto questa procedura sia dedicata principalmente a sviluppatori che hanno bisogno di alcune modifiche al sistema operativo per testare le proprie applicazioni.

Jailbreak Untethered

Discorso completamente diverso viene fatta per la seconda tipologia di sblocco, il Jailbreak untethered, in cui non si ha assolutamente bisogno di connettere il dispositivo al computer quando lo si vuole avviare/riavviare.
Inutile dire quanto sia più comodo e, senz’ombra di dubbio migliore del jailbreak tethered; proprio in un ottica di utilizzo quotidiano dell’iDevice.
Questo tipo di jailbreak, quindi, bypassa interamente la sequenza di boot.

I Vantaggi di una procedura di Jailbreak

Come abbiamo già ribadito più volte, il Jailbreak, e quindi lo sblocco dell’iDevice, permette di modificare il sistema operativo iOS, e quindi aumentare notevolmente le possibilità di personalizzazione.
Vediamo però di capire quali possono essere i vantaggi in termini più pragmatici: sicuramente il processo di jailbreak e la contestuale installazione di Cydia, ci permette di aprire di fronte a noi un ventaglio molto di vasto di applicazione e tweak, non supportate da Apple, ma adesso istallabili sui nostro iDevice: ad esempio troveremo software come BiteSMS, che aggiunge ai semplici SMS molte più funzione rispetto all’app di serie messaggi, o SbSetting, che permette di avere un menù rapido per attivare/disattivare le varie opzioni (Wifi, 3G, Dati, Localizzaione…ecc ecc), o anche iFiles, un software di fondamentale importanza che ci permette l’accesso al filesystem dell’iDevice, e quindi di scorrere tra le cartelle di sistema, o addirittura ci permette di leggere i file delle pen-drive (solo iPad).
In questo caso l’elenco potrebbe essere considerevole, soprattuto se consideriamo anche i tantissimi tweak presenti in Cydia, ma noi ci siamo limitati solo a fare alcuni esempi, ovviamente i vantaggi non si limitano solo alle app, ma sempre tramite Cydia avremo la possibilità di modificare completamente il tema del nostro iPhone e personalizzare ogni singolo elemento grafico del nostro iDevice, come ad esempio il logo di boot, le icone, le cartelle, la status bar…ecc ecc.

E gli Svantaggi….

Se precedentemente abbiamo descritto i vantaggi che può generare una procedura del genere, e giusto chiarire fin da subito cosa può comportare una procedura di Jailbreak. In primis, la garanzia: infatti andando ad eseguire lo sblocco del iDevice (Jailbreak) potremmo vederci negato da da parte di Apple il nostro diritto alla garanzia, in quanto abbiamo modificato il software di sistema.
Tale problematica però può essere facilmente aggirata tramite una rapida procedura di ripristino del software (iOS).
Noi però ci sentiamo di nominarlo tra gli svantaggi, in quanto, se ci riferiamo ad un pubblico non esperto, quest’ultimi potrebbero non essere in grado di ripristinare iOS, e quindi ritrovarsi in seria difficoltà (garanzia negata) in caso di iDevice rotto, ma al tempo stesso Jailbreakkato (sbloccato).
Un secondo svantaggio è legato strettamente a quell’ecosistema rigido, ma al tempo stesso stabile su cui da sempre Apple ha basato il suo successo, infatti, andando a modificare il sistema, tramite l’installazione di diversi tweak, e quindi aggiungendo nuove funzionalità, potremmo correre il rischio di aumentare notevolmente instabilità del sistema e quindi subire blocchi dell’iDevice, riavvii improvvisi e addirittura un calo sostanziale delle prestazioni della batteria.
Il più delle volte questi blocchi o riavvii inprovvisi son dovuti ad incompatibilità reciproca tra tweak/app, con la successiva difficoltà nel capire qual’è l’app o il tweak incriminato.

….il punto della situazione ad oggi?

Come abbiamo detto ad inizio articolo Apple ha da sempre voluto ostacolare il Jailbreak, fin dalla SUA prima versione, che aveva il solo scopo di abilitare la parte telefonica nei paesi in cui l’iPhone non era supportato.
E quindi ad ogni rilascio di una nuova versione di iOS, o anche ad ogni nuovo dispositivo immesso nel mercato, il Jailbreak tool diventava inutilizzabile, e da qui iniziava anche l’ennesimo lavoro degli hacker per rendere compatibili il Jailbreak con le nuove versione di iOS, o per estendere la compatibilità ad i nuovi iDevice.
Ad oggi quindi è possibile effettuare un Jailbreak untethered** solo sui dispositivi iPhone, 3G, 3GS, 4 e 4S, iPad 1, 2, 3 ; ed iPod Touch, 2G, 3G, 4G; ma solo se montano una versione di firmware almeno inferiore ad iOS 5.1.1 ; quindi solo se ci sono queste due condizioni è possibile fare un Jailbreak completo.
Differentemente se siete in possesso di un iPhone 5, iPod Touch 5G, o iPad 4, Mini; oppure avete un dispositivo presente nell’elenco di sopra, ma con firmware superiore ad iOS 5.1.1 (Esempio iOS 6), a meno di non fare un downgrade di iOS, procedura comunuqe posssibile solo in alcuni casi e a determinate condizioni, ad oggi non esiste nessuna procedura per effettuare un jailbreak untethered.
E’ inutile dire che per alcuni dispositivi è possibile se pur con firmware iOS 6, effetture il jailbreak tethered, ma come detto precedentemente questa procedura è alquanto instabile (solo per sviluppatori) e comunque non garantisce il completo utilizzo nella vita quotidiana.
Ovviamente la comunità di Hackers è al lavoro per portare il prima possibile il Jailbreak su tutti i dispositivi ora in commercio, ma come sappiamo il lavoro è molto lungo, e trovare falle di sicurezza è molto difficile, sopratutto con il rilascio continuo di nuove versione di firmware (vedasi iOS 6.0.2).
Noi di Tecnologici.net vi possiamo consigliare di continuare a seguirci, e appena arriveranno notizie attendibili non tarderemo ad informarmi, presumibilmente però, possiamo dire che non arriverà nessun jailbreak fino al rilascio di iOS 6.1, attualmente in versione beta.
Vi consigliamo anche di stare attenti a possibili truffe o comunque tentativi di frode, che in cambio di soldi promettono il Jailbreak su dispositivi non attualmente supportati, e di stare alla larga anche a quelle persone che dalla mattina alla sera dichiarano di aver pronto un Jailbreak, vedasi la storia del DreamJailbreak poi rivelatasi una bufala.
Il lavoro è molto complicato ma prima o poi arriverà.

CONCLUSIONI

Concludiamo questo articolo sperando di essere stati più chiari possibile nel spiegarvi che cos’è un Jailbreak, e quali sono i vantaggi e gli svantaggi derivanti da esso.
Il consiglio finale che ci sentiamo di fare è che se non siete degli “smanettoni” o comunque non amate avere un dispositivo in continuo “work in progress” state alla larga dal Jailbreak, in quanto i vantaggi che possono esserci, con il tempo e quindi con i rilasci delle nuove versione di iOS, si stanno sempre più assottigliando, proprio perché Apple aggiunge sempre più nuove funzioni, addirittura a volte ispirandosi a tweak presenti in Cydia (vedasi Notification Center, o Facetime in 3G, o la creazione di album, Hotspot…)

Non ci resta che segnalarvi il nostro nuovissimo Forum per eventuali domande o chiarimenti su tutto l’argomento Jailbreak.