News Recensioni Recensioni smartphone Video

U-Smart N8800: recensione del clone di Galaxy Note 3

Mag 25, 2014

U-Smart N8800: recensione del clone di Galaxy Note 3

u-smart-n8800-clone-note-3-intro

Il mercato degli smartphone sembra non voler accusare arresti e la crescita degli smartphone top di gamma è proporzionale a quella di un altro fenomeno che vede sempre gli smartphone come protagonisti: stiamo parlando del mercato dei cloni, interessanti device che mirano ad offrire un look esteticamente identico a quello dei top di gamma pur mantenendo però specifiche più economiche e soprattutto un prezzo più contenuto.

Dopo questa importante e doverosa premessa possiamo quindi iniziare la recensione di U-Smart N8800, uno smartphone, o per meglio dire un phablet viste le dimensioni, che punta chiaramente al titolo di miglior clone del Galaxy Note 3. Si tratta di un terminale che infatti propone le stesse fattezze fisiche, montando una back cover in eco-pelle o policarbonato del tutto analoga a quella presente nel top di gamma Samsung, o anche la diagonale del display che misura esattamente 5.5 pollici. E’ tutto uguale? Ovviamente no, infatti il modello che abbiamo in prova e di cui vi parliamo in questa recensione completa, manca del pennino capacitivo multifunzionale che, almeno a nostro avviso, rappresenta un importante valore aggiunto nell’esperienza quotidiana del Galaxy Note 3. Il suo clone è infatti sprovvisto e inoltre U-Smart N8800 si differenzia anche sotto il profilo del comparto hardware.

Tutto ciò è negativo? In realtà basti pensare alla differenza di prezzo per capire bene che il Galaxy Note 3 costa di listino 699€, mentre il modello-clone U-Smart N8800 costa appena 184€, una differenza abissale che probabilmente ci giustifica le differenze di prestazioni. Scopriamo quindi tutte le potenzialità ed il funzionamento del nuovo U-Smart N8800.

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.