China News Recensioni Recensioni smartphone Video

Ulefone Be Touch 2: la recensione completa

Ago 25, 2015

Ulefone Be Touch 2: la recensione completa

ulefone-be-touch-2-featured

Quando esce il successore di un modello che ha stupito, è facile che l’asticella delle aspettative sia molto alta: così è stato per Ulefone Be Touch 2, secondo modello della casa cinese che abbiamo testato a lungo per una recensione completa. Prima vi ricordiamo la recensione del primo modello, successivamente entriamo nel vivo della recensione avvenuta dopo un utilizzo intenso di circa 2 settimane. Questo modello porta poche novità, se vogliamo, rispetto al predecessore, infatti Ulefone Be Touch 2 non rinnova il comparto hardware ma principalmente monta una batteria con capacità maggiore, arriva con la versione Android 5.1 preinstallata, porta la risoluzione del display alla qualità Full HD e qualche altro piccolo miglioramento. E’ proprio qui il grande dilemma che è sorto a molti: basta a decretarne l’acquisto? Sono realmente dei vantaggi?

ulefone-be-touch-2-design-2

Probabilmente molti di voi sapranno già che Ulefone non è stata del tutto onesta con questo prodotto, perché proprio queste innovazioni non sono del tutto veritiere, ma le affronteremo nel corso della recensione e, sicuramente, l’obiettivo è quello di stabilire se il rapporto qualità/prezzo di Ulefone Be Touch 2 è positivo e se effettivamente ci sono difetti nell’utilizzo quotidiano.

Ringraziamo Grossoshop.net per averci fornito il sample in questione.

 

Videorecensione di Ulefone Be Touch 2

Design

ulefone-be-touch-2-design

Il design di questo cinafonino è rimasto pressoché invariato rispetto allo scorso modello con il fulcro dell’attenzione concentrato totalmente sul lettore di impronte digitali posto come tasto centrale sotto al display. Esteticamente Ulefone Be Touch 2 si presenta come un modello molto piacevole, caratterizzato da linee morbide che ricordano, senza troppe ambiguità il iPhone 6, e che, tutto sommato, risultano molto piacevoli.

ulefone-be-touch-2-spessore

Il peso è di 160 grammi, ben distribuito lungo la superficie, anche se non è del tutto trascurabile. Considerata però la diagonale dello smartphone, riteniamo che il peso sia adeguato alle dimensioni, pari a 158.1 x 77.4 x 8.60 mm. Per ciò che concerne le linee estetiche non si può non apprezzare la cornice in metallo e il vetro frontale leggermente curvo (ndr: la famosa tecnologia Gorilla Glass 3 che incorpora il vetro curvo 2.5D). La curvatura è leggera, ma si fa sicuramente apprezzare nella visione perpendicolare.

ulefone-be-touch-2-lettore-impronte-digitali

Purtroppo i limiti tecnici che avevamo osservato nel modello precedente sono tuttora presenti in Ulefone Be Touch 2, infatti i tasti frontali (tasto indietro e menù) non sono retroilluminati, la fotocamera sporge eccessivamente e, al tempo stesso, la cornice nera intorno al display compare lo stesso. Questo non implica particolari limitazioni nella vita quotidiana, ma si tratta di aspetti che è giusto far osservare durante una recensione.

ulefone-be-touch-2-speaker

Va segnalato però che il modello in questione mantiene la back cover removibile e la batteria sostituibile, un parametro che sarà di sicuro piacimento per molti possibili acquirenti.

Ulefone Be Touch 2 non presenta novità da lasciare a bocca aperta, anzi esteticamente è identico al predecessore e quindi se non vi piaceva quello (o viceversa se vi piaceva) non sarete soddisfatti (o lo sarete) con questa nuova edizione.

 

Display

ulefone-be-touch-2-dettagli-display-risoluzione

Il display di Ulefone Be Touch 2 rappresenta una delle più importanti, o addirittura la più importante, novità di questo modello poiché la diagonale da 5.5 pollici rimane invariata come dimensione e invece la risoluzione passa da quella HD a quella Full HD da 1920 x 1080 pixel. Questo, a nostro avviso, su questo tipo di dimensione, rappresenta sicuramente un vantaggio perché le immagini sono ben definite e la densità di pixel per pollici passa da quasi 300 a circa 480 ppi.

La qualità del display ci aveva convinto abbastanza nel modello precedente, segnalando i principali “problemi” o limitazioni proprio nella risoluzione un po’ scarsina vista la diagonale così ampia, invece, con questo miglioramento, possiamo confermare che Ulefone Be Touch 2 è ben dotato dal punto di vista del display.

ulefone-be-touch-2-display-sotto-al-sole

I colori sono ben riprodotti, con una luminosità generalmente anche molto alta anche quando ridotta al minimo. Il resto del confronto hardware può essere ripreso comodamente dalla recensione del predecessore: angoli di visione sufficientemente ampi, profondità dei neri e contrasti nei limiti di quanto offrono gli attuali schermi Sharp e intensità della retro-illuminazione buona ma non tale da garantire una perfetta visibilità all’aperto.

In generale Ulefone Be Touch 2 presenta un buon display con il primo e vero miglioramento rispetto al passato costituito da questo pannello e dalla risoluzione più elevata. Se amate guardare filmati sullo smartphone o gestire immagini ad alta risoluzione, il risultato sarà sicuramente di vostro gradimento.

 

Hardware

Ulefone Be Touch 2 non rinnova il comparto hardware e questo, a nostro avviso, rappresenta un po’ un limite. Se esce un nuovo modello, è lecito aspettarsi grandi miglioramenti o estetici o funzionali o hardware appunto e in Ulefone Be Touch 2 questi cambiamenti non si sostanziano nella vita quotidiana. Troviamo il chip MTK6752 costituito da 8 Core che viaggiano alla frequenza massima di 1.7 Ghz e si basano sull’architettura a 64-Bit. Non cambia la GPU, una ARM Mali T760MP2, che nella vita quotidiana non fa mancare nulla nemmeno per gli amanti dei videogaming. Chiaro che se si acquista uno smartphone da circa 200 euro si mette in conto di avere qualche perdita di frame, ma il problema è comunque limitato a pochi giochi, tra i più pesanti e meno ottimizzati. Le considerazioni relative al comparto hardware possono essere riprese dalla recensione del Be Touch.

La memoria RAM è da 3 GB, ottima per utilizzare il multitasking in più occasioni e per godere anche dell’intuitività di Lollipop nel passaggio da un app all’altra. La memoria interna è da 16 GB, ma comunque espandibile tramite microSD da 64 GB.

ulefone-be-touch-2-classifica-antutu ulefone-be-touch-2-antutu-benchmark ulefone-be-touch-2-vellamo-browser

Nei test al benchmark è arrivata la conferma di quanto avevamo già osservato in precedenza, vale a dire circa 45.402 punti su AnTuTu, una media di circa 3.000 punti su Vellamo Browser per i tre browser che abbiamo utilizzato. Ulefone Be Touch 2 soffre anche leggermente di surriscaldamento, perché nel caso di videogaming spinto abbiamo rilevato temperature vicine ai 45 gradi nella parte centrale della back cover, poco sotto alla fotocamera. Questo, nelle giornate di caldo più intenso, potrebbe infastidire durante l’uso.

In generale non possiamo che confermare le impressioni avute con il Be Touch perché le novità, in questo comparto, sono assenti. Rimangono gli apprezzamenti per il sensore di impronte digitali che è risultato praticamente sempre attento e su circa 10 tentativi ha saltato solo una volta l’impronta.

Connettività

ulefone-be-touch-2-dual-sim

Nulla da eccepire sul fronte connettività perché Ulefone Be Touch 2 che rappresenta un cinafonino ben connesso. Il GPS funziona in modo onesto, agganciando i satelliti in circa 5/10 secondi al primo tentativo e poi ottiene il fix in tempi più rapidi (anche se vicini ai 2/3 secondi).

ulefone-be-touch-2-gps-fix ulefone-be-touch-2-wifi-analyzer

Le frequenze supportate da Ulefone Be Touch 2 sono complete di reti 4G e sono le seguenti: FDD-LTE 800/1800/2100/2600 Mhz. In generale non abbiamo nulla da osservare perché possono essere fatte le stesse considerazioni, come in quasi tutti i comparti, del fratello più anziano. Va segnalato il supporto alla rete da 800 MHz utilizzata anche da Wind. Il supporto Dual SIM è di tipo Dual Standby con possibilità di switch tra le due SIM per decidere quale utilizza la connessione dati.

Sempre presente il Wi-Fi che, almeno nell’esemplare utilizzato ai fini della recensione, ha avuto qualche incertezza, perdendo segnale in modo più deciso quando ci si allontanava dal modem reuter. Bluetooth 4.0 LE e OTG completano un comparto molto ricco di funzioni e che ci permette di apprezzare Ulefone Be Touch 2.

 

Fotocamera

ulefone-be-touch-2-fotocamera

La fotocamera è rimasta la stessa di Ulefone Be Touch, pertanto è davvero difficoltoso utilizzare parole diverse. Però a onor di cronaca e per arricchire la recensione, vi specifichiamo che Ulefone Be Touch 2 monta una fotocamera da 13 Megapixel e una da 8 Megapixel frontalmente. La fotocamera principale sfrutta il più classico dei sensori utilizzato su smartphone cinesi, vale a dire Sony IMX214, che offre prestazioni piuttosto standard ma che in condizioni di buona luce, può eseguire degli ottimi scatti. Il Flash purtroppo non è di tipo duale, ma solamente singolo e quindi al calare della luminosità circostante si può incontrare un generale calo di qualità delle foto.

L’app della fotocamera è standard e non presenta differenze da quella stock di Android. Personalmente riteniamo che debba essere rinnovata per aggiungere un po’ di sprint allo smartphone e per offrire qualche funzionalità aggiuntiva tale da caratterizzare maggiormente lo smartphone.

Potete osservare qui di seguito le foto scattate con Ulefone Be Touch 2:

ulefone-be-touch-2-macro-flash-ravvicinato ulefone-be-touch-2-macro-esterno-HDR ulefone-be-touch-2-macro-esterno
ulefone-be-touch-2-interno-HDR ulefone-be-touch-2-interno-buio-macro ulefone-be-touch-2-interno-buio-flash
ulefone-be-touch-2-interno ulefone-be-touch-2-esterno-no-flagh ulefone-be-touch-2-controluce

 

 

Sistema operativo

Novità, almeno in parte di questa edizione software, di Ulefone Be Touch 2: ufficialmente ulefone-be-touch-2-gesturesla casa cinese ha aggiornato il software alla versione 5.1 e questo può essere effettivamente rilevato dalle Info sul Telefono, come avviene di norma. In realtà, l’SDK (Software Deployment Kit), fondamentale per gli sviluppatori è ancora basato sulla versione 5.0, e quindi si può definire un aggiornamento “monco”.

Le novità software della versione 5.1, come ad esempio le animazioni, sono assenti, inoltre generalmente la personalizzazione del produttore è ridotta al minimo: è facile non notare alcuna differenza rispetto al modello passato e ci si chiede il perché di questa mossa.

ulefone-be-touch-2-info-sistema-operativo ulefone-be-touch-2-home ulefone-be-touch-2-menu

Generalmente non vi sono lacune nel software che era anche uno dei punti chiave che avevamo rilevato nella vecchia recensione, ma è abbastanza chiaro che se non ci sono novità vere sul software di Ulefone Be Touch 2 è ben difficile aggiungere considerazioni a riguardo.

 

Batteria e autonomia

ulefone-be-touch-2-batteria

La batteria è un ulteriore punto che ha fatto storcere il naso a molti: è segnalata come una unità da 3.000 mAh sia da scheda tecnica che fisicamente sull’unità in questione. E’ facile però accorgersi che l’autonomia non risponde proporzionalmente ad una batteria di elevata capacità come questa e, come è stato fatto notare altrove, una semplice lettura più attenta del voltaggio (fisico scritto sulla batteria) per osservare che da 3.000 mAh è solo la scritta. In realtà dovrebbe essere la stessa batteria montata sul primo modello, ossia una unità da 2550 mAh.

Questa è una nota che ha fatto storcere duramente il naso in sede di recensione, perché spesso i produttori cinesi vanno ad una velocità molto elevata tra un prodotto e quello nuovo, anche quando l’avanzamento hardware non è tale da giustificare il successore. L’autonomia praticamente non cambia affatto rispetto al Be Touch di prima generazione, anzi noterete (ndr: se ne avete modo usandoli entrambi) che nel Be Touch 2, complice anche la risoluzione più elevata, il risultato finale è addirittura più basso.

Non siamo infatti riusciti a superare spesso le 3 ore di schermo acceso, raggiungendo al massimo le 3h e 10 minuti. E’ consigliato l’utilizzo di una Power Bank, specialmente se vi piace videogiocare, per essere sicuri di arrivare a sera e non incontrare spegnimenti quando si è fuori casa.

Rimane comunque la menzione positiva della tecnologia di ricarica rapida QuickCharge che permette di caricare in fretta il vostro smartphone.

 

Disponibilità e prezzo

ulefone-be-touch-2-unboxing

Ulefone Be Touch 2 è disponibile su Grossoshop.net al prezzo di circa 198€, un prezzo giustificato dalle prestazioni e dalla qualità complessiva dello smartphone.

E’ disponibile in colorazione bianca o nera e, all’interno della confezione, troverete la pellicola di protezione del display, gli auricolari di fattura non propriamente ottima, un’eccezionale cavo microUSB-USB piatto (che abbiamo apprezzato davvero sia come estetica che come funzionalità) ed il caricatore che supporta la tecnologia Quick Charge per la ricarica rapida del dispositivo.

 

Conclusioni

ulefone-be-touch-2-fingerprint-reader

Ulefone Be Touch 2 preso come modello a sé stante avrebbe anche convinto, se invece confrontato col predecessore allora ci si chiede del perché è stato prodotto dopo così poco tempo dalla sua uscita. Ulefone Be Touch 2 è uno smartphone convincente, perché comunque monta uno schermo molto buono, che riesce a rendere nell’utilizzo quotidiano grazie anche al miglioramento della risoluzione Full HD e sfrutta una buona fotocamera, specialmente in condizioni di luce favorevoli.

Però è facile soffermarsi sul fatto che Ulefone ha introdotto solamente tre novità su questo smartphone (software, batteria e risoluzione) e almeno due di esse sono novità monche e non reali. Questo implica un giudizio non positivo, implica che le prossime recensioni di smartphone di questo produttore saranno ancora più accurate per avere una idea più precisa se è stata solo una caduta di stile o se bisogna attendersi sempre comportamenti poco corretti.

Ulefone Be Touch 2 poteva essere… non è stato!

 

PRO

✔ Qualità costruttiva confermata
✔ Il display offre ottima resa e rende di più con risoluzione FHD
✔ Gestione Dual SIM ottima
✔ Lollipop si conferma ben ottimizzato

CONTRO

✖  La batteria non è quella dichiarata da 3.000 mAh
✖  Android è in versione 5.0 e non 5.1 come dichiarato
✖  Flash LED non sufficiente nelle foto notturne

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.