Hardware News Recensioni

WD My Passport: RECENSIONE di un Hard Disk esterno differente da tutti

Nov 21, 2018

WD My Passport: RECENSIONE di un Hard Disk esterno differente da tutti

La scelta di un Hard Disk esterno passa solitamente per diversi criteri: solitamente il prezzo è una discriminante fondamentale, ma secondo noi vale la pena considerare anche le prestazioni, lo scopo, il software e la costruzione. Se ci orientiamo su un Hard Disk meccanico, siamo evidentemente orientati all’archiviazione dei dati e in questo il WD My Passport è uno dei prodotti più interessanti del mercato, con una veste estetica di tutto rispetto. Ma sveliamo questo prodotto nella recensione completa, buona lettura!

Costruzione e design di WD My Passport

USB 3.0, 2TB di spazio e velocità da 5200 RPM. Partendo dai dati, questo Western Digital My Passport può sembrare un Hard Disk esterno come tutti gli altri, ma così non è. Tralasciando queste specifiche, che comunque sono un’importante base da cui partire ad analizzare il prodotto, quest’ultimo presenta delle peculiarità uniche che lo differenziano dal resto del mercato. Partiamo però dalla costruzione.

Questo disco rigido esterno meccanico si presenta con un design molto interessante, caratterizzato da una scocca in policarbonato molto resistente. Infatti, anche facendo una forte pressione su di essa, la struttura non flette e sembra rispondere bene alle sollecitazioni. Ovviamente, visto che non stiamo parlando di un SSD, è sempre opportuno non sottoporlo a impatti (vista la fragilità intrinseca di questa tecnologia), ma questa solidità ci fa stare sicuramente più tranquilli rispetto alla longevità del prodotto.

Nella parte inferiore troviamo inoltre 4 piedini in gomma anti-scivolo, che rendono estremamente stabile il suo utilizzo. Può sembrare una soluzione di poco conto, ma non è così scontata in molti altri Hard Disk esterni di questo tipo. Mi è già successo in passato di rischiare i miei dati a causa di case lisci che piano piano scivolano giù dalla scrivania. Sulla parte frontale troviamo invece la porta Micro B 3.0: l’unica vera “pecca” del WD My Passport.

Il protocollo è infatti poco usato e quindi, in caso vi doveste scordare il cavo incluso in confezione, difficilmente riuscirete a rimediare. Tralasciando questa nota, la porta offre delle ottime prestazioni, sia in termini di velocità assoluta che in termini di stabilità. Accanto alla porta troviamo un LED di stato bianco, che è possibile disattivare attraverso l’utility di Western Digital (di cui parleremo più avanti). Il tutto è completato da dimensioni molto compatte (11 x 8,2 x 2,2 cm) ed un peso nella media (245 g).

Funzionamento di WD My Passport

Come avrete capito, la costruzione del WD My Passport ci ha soddisfatto al 99% (leviamo un 1% per la porta utilizzata) e lo stesso possiamo dire del funzionamento. Il trasferimento dati è di buon livello, posizionandosi su una media di 115-120 MB/s. Questi valori posizionano l’Hard Disk in una fascia medio-alta per questa tecnologia. Sono lontani gli HDD a 7200 rpm, che raggiungono velocità ben più alte, ma se ponderiamo compattezza e prestazioni possiamo ritenerci più che soddisfatti. D’altra parte, chi opta per questo genere di soluzioni cerca tanta capienza e non certo trasferimenti fulminei, altrimenti si sarebbe focalizzato su soluzioni allo stato solido.

Ci riteniamo soddisfatti del funzionamento generale del prodotto che, in queste settimane d’uso, non ha mai dato alcun problema. Anche a livello di temperature non abbiamo riscontrato particolari criticità, anche se il clima attuale non rappresenta un benchmark proibitivo per l’hardware.

Software Western Digital

Arriviamo al vero valore aggiunto del WD My Passport e cioè la suite di software messa a disposizione dal produttore. Trovate tutti e 3 i programmi qui e sono scaricabili separatamente in base alle esigenze dell’utente, una scelta molto saggia che snellisce di molto il peso di queste “applicazioni”.

La prima è WD Drive Utilities, che consente di monitorare lo stato di salute dell’Hard Disk. Sono presenti infatti vari test che consentono di valutare l’integrità del drive. Oltre a questo è possibile anche formattarlo in modo sicuro, disattivare il LED di stato e programmare un timer di spegnimento dello stesso.

Per gli utenti più esigenti è invece possibile scaricare WD Backup, un’utility utilissima (scusate il gioco di parole) per effettuare delle copie automatiche dei file presenti sul PC. La cadenza (dall’ora al mese) e le cartelle da copiare possono essere scelte dall’utente, rendendo il sistema estremamente personalizzabile. Non manca poi la possibilità di ripristinare dei file, un pò come se fosse una Time Machine di Apple.

L’ultimo programma disponibile è WD Security, che permette di crittografare l’intero drive attraverso una password impostata dall’utente. Questo sistema può contare anche su uno sblocco automatico in caso di collegamento con uno specifico PC, per rendere l’hard disk protetto in caso di furti. Una nota da fare su questa funzione riguarda il leggero rallentamento del drive, aspetto abbastanza normale in caso di crittografia di un disco. Da notare che il tutto avviene grazie ad un hardware dedicato e quindi la sicurezza è garantita al 100%. Tant’è che, in caso vi doveste scordare la password, nemmeno WD potrebbe decriptare il device.

WD 2TB My Passport - Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0, Software di backup automatico, per PC, per Xbox One e PlayStation 4 - WDBS4B0020BBK-WESN - Nero
Prezzo consigliato: 96.99€
Risparmi: 15.05€ (16%)
Prezzo: 81.94€

Il prodotto è disponibile in più tagli di memoria, da 1TB fino a 4TB con passo di 1TB. Potete trovarli al seguente link.

Conclusioni
Il vero punto di forza del WD My Passport è proprio la suite software messa a disposizione dal produttore: le prestazioni sono solide, la costruzione lo rende affidabile, il software lo rende perfetto per chi cerca un prodotto in grado di contenere una buona mole di dati. Per noi è pollice alto!
Design7.5
Prestazioni7.5
Software9
PRO
Suite software utilissima
Costruzione affidabile
Prestazioni solide
CONTRO
La porta B è uno standard poco diffuso
8

Malato di smartphone, tablet e gadget tecnologici. Alla spasmodica ricerca di qualcosa di nuovo che possa catturare la mia attenzione.