WD_Black P50: la RECENSIONE

Il titolo non ha bisogno di presentazioni: se vi avvicinate al WD_Black P50 siete ben consapevoli che il prodotto è un SSD di altissima qualità e fattura prodotto da Western Digital e indirizzato principalmente ai gamers. Dopo averlo utilizzato per circa un mese, posso affermare che il suo utilizzo non si ferma ai gamers, ma va incontro anche ai content creators, specialmente di video) e le sue qualità sono molte, anche a fronte di un prezzo importante.

Dopo questa specificazione sul target del prodotto, vi avviso che il prodotto non è destinato e utilizzabile al 100% da tutti perché WD ha deciso di implementare la migliore tecnologia presente sul mercato per quanto riguarda il trasferimento dati, infatti avrete bisogno di un PC con supporto USB 3.2 Gen 2×2. Prima di spiegarvi questo fattore e prima della recensione, faccio l’ultima doverosa premessa: questo è un prodotto che rientra in fascia top-enthusiast e, come tale, è costruito e realizzato con una cura eccellente.

Costruzione e design

Il WD_Black P50 ammicca chiaramente ai prodotti rugged e non fa mistero del suo stile: scocca in metallo, scanalature, viti a vista e scritte quasi come fossero tag su murales sono gli elementi che balzano all’occhio dopo una rapida prima visione. La resistenza non è stata certificati dai vari protocolli militari, come spesso capita di leggere nelle descrizioni delle cover, ma i materiali sicuramente confermano una certa durabilità. Il metallo ha, infatti, il duplice scopo di proteggere l’SSD chiuso al suo interno e di favorire la dissipazione del calore.

Da più di qualcuno è stato avvicinato esteticamente al look delle navi container, un accostamento alquanto bizzarro ma veritiero. WD ha cercato di dare una sua chiara impronta, uno stile riconoscibile, come fatto anche, ad esempio, dal suo concorrente LaCie. La scelta va premiata perché, piaccia o meno, lo stile è riconoscibile e si capisce subito di che prodotto parliamo.

Le dimensioni sono leggermente più elevate di un semplice SSD NVMe, ma rimangono comunque compatte e paragonabili a quelle di una banconota da 10 euro. Fisicamente il WD_Black P50 misura 118x62x14mm.

Unboxing

La scatola richiama chiaramente il look del prodotto, totalmente in stile “container”. Nella confezione troviamo l’SSD in questione, il certificato di garanzia e un libretto di guida rapida. In dotazione troviamo due cavi molto importanti, vale a dire un cavo USB-C to USB-C e USB-C to USB-A. Questi cavi sono in plastica, purtroppo non in nylon intrecciato, ma sono comunque di ottima qualità perché garantiscono un veloce passaggio dei dati.

Esperienza d’uso

Se vi siete avvicinati al WD_Black P50, siete consapevoli che il vostro PC o la vostra console può avere bisogno di una mano. Ormai la quantità dei dati generati da un solo gioco comincia ad occupare veramente molto spazio e per avere prestazioni ottimali, l’unica soluzione è affidarsi a SSD molto rapidi. Come vi avevamo spiegato nella guida dedicata al trasferimento dati, per ottenere il massimo ci si affida spesso a soluzioni NVMe. In questo caso WD propone una soluzione che può arrivare fino alla velocità di 20GBps data dal supporto USB 3.2 Gen 2×2. Come vi avevo anticipato nell’introduzione, questa è una velocità teorica che non tutti potranno raggiungere ma non è affatto un male. Ora vi spiego perché.

Per questo prodotto WD ha scelto di supportare la migliore tecnologia al momento disponibile per renderlo un prodotto futuribile, capace di offrire le massima prestazioni anche nel prossimo futuro. Infatti, nonostante ora non sia uno standard così diffuso su PC e console, bisogna riconoscere che questo funzionerà alla massima velocità disponibile sul PC o console in questione. Quindi su un PC potrà arrivare alla velocità di 10GBps, se ad esempio avete una porta 3.2 2×1, oppure a 4.8Gbps se avete una 3.2 di prima generazione. Per farla breve: non è un collo di bottiglia, ma semplicemente sfrutterà quello che avete ora disponibile al momento e in vista di futuri upgrade, il WD_Black P50 vi supporterà in tutte le vostre sessioni di gaming.

Come anticipato poi in apertura di articolo, devo ammettere che ho sfruttato questo SSD anche per la creazione di contenuti video. Mi capita anche di lavorare a video su un MacBook con poca capienza di memoria e questo dispositivo mi ha aiutato moltissimo. Le clip sorgenti erano direttamente nell’SSD esterno e li ho lavorati in Adobe Premiere e DaVinci Resolve. Il risultato è stata una esperienza ottimale, non ho ravvisato problemi o rallentamenti, come se le clip fossero salvate direttamente nella macchina.

WD include una garanzia di 5 anni, decisamente lunga se paragonata a quella dei concorrenti e include una serie di utilities molto interessanti come WD Drive Utilities e WD Security che permettono di applicare password a protezione dei propri dati, ma anche di controllare e monitorare lo stato di salute del drive. Per mantenerlo in salute WD consiglia anche di eseguire alcune operazioni di manutenzione. In questo senso l’esperienza è sicuramente al top.

Disponibilità e prezzo

Il WD_Black P50 è sul mercato in diverse varianti, in primis con tagli di memoria da 500GB, 1TB e 2TB. In seguito è stato lanciato anche in varianti ancora più orientate ai gamers, come la variante dedicata a Call of Duty.

Il prezzo di listino parte dai 178.99€ sul sito ufficiale, poi a crescere 305€ e 540€.
Nel momento in cui scrivo questa recensione, WD lancia un’offerta per il download gratis di alcuni giochi per coloro che acquistano alcuni prodotti WD_Black. Il prezzo scende se si acquista da Amazon, 191€ nella versione da 500GB, 239€ in quella da 1TB e 322€ per la variante con più capacità.

La convenienza aumenta al crescere della capacità e ovviamente favorire il rapporto prezzo/gigabyte. Nella pratica andrete a pagare, nella versione più piccola, circa 0.36€ per gigabyte.

Il verdetto
WD_Black P50 è un balzo nel futuro in tutti i sensi. Sfrutta la porta USB 3.2 2x2 che garantisce una velocità comparabile solamente ai dischi NVMe di fascia alta e, anche se non è presente sul vostro attuale PC, vi assicura che avrete a disposizione un SSD dalle performance elevatissime anche in futuro. E' un prodotto costoso sicuramente, ma d'altronde offre una qualità molto elevata ed è costruito in modo robusto. Dispiace solo per l'assenza di certificazione IP che sarebbe stata una ciliegina sulla torta, ma a conti fatti l'impressione è che sia stato creato per durare nel tempo. Se poi siete anche dei content creators, avete trovato pane per i vostri denti.
Design
8.5
Performance
9
Dotazione
8
8.5
Previous Post
backup android

Trasferire file da uno smartphone Android ad un altro: la GUIDA DEFINITIVA

Next Post
come scegliere smartphone

Come scegliere lo smartphone? GUIDA DEFINITIVA