News Recensioni Recensioni smartphone

Xiaomi Mi 8 Lite: la RECENSIONE

Dic 9, 2018

author:

Xiaomi Mi 8 Lite: la RECENSIONE

Se parliamo di smartphone economici di fascia medio-bassa con un prezzo massimo di 200 euro, non c’è dubbio che sia Xiaomi il brand che è riuscito a conquistare un maggior numero di utenti, grazie a dispositivi economici ma al tempo stesso esteticamente validi e capaci di ottime performance. Stavolta vogliamo raccontarvi tutte le nostre impressioni su Xiaomi Mi 8 Lite, che ho utilizzato come smartphone principale per circa due settimane prima di riassumere qui tutte le mie considerazioni. Vale la pena scegliere il Mi 8 Lite in questa fascia di prezzo? Quali sono pregi e difetti di questo smartphone rispetto agli altri modelli Xiaomi? Scopritelo leggendo questa recensione.

 

Xiaomi Mi 8 Lite è elegante: Design

E’ difficile trovare smartphone da un design accattivante e riconoscibile in questa fascia di prezzo, dove il design è spesso anonimo e veste un ruolo di secondo piano rispetto alle caratteristiche tecniche. Non è il caso del Mi 8 Lite: sia nella colorazione Aurora Blue che Midnight Black, è bello a vedersi tanto che è un peccato anche solo rivestirlo con una cover trasparente in silicone (che trovate in dotazione). Il vetro a specchio utilizzato per il retro crea suggestivi giochi di luce (tipici degli smartphone di Honor), grazie a dei riflessi accentuati che esaltano le linee del device. Di contro si sporca facilmente e lascia traccia delle nostre “ditate”, cosa che mi ha costretto saltuariamente a pulirlo con un panno. Inoltre se non utilizzate una cover al tatto risulta un po’ scivoloso, cosa che ci costringe a maneggiarlo con cura. In mano è un po’ grande, complice l’ampio schermo da 6,26 pollici. C’era un tempo in cui con “Lite” si identificavano le versioni più piccole e maneggevoli, evidentemente quei tempi sono finiti e la dicitura “Lite” ora identifica una versione più economica rispetto alla versione standard. Il Il design, ispirato nemmeno troppo velatamente alle linee dell’iPhone X, di differenzia da quest’ultimo per la presenza di un lettore di impronte circolare sul retro. Ottimo che sia presente questa utilissima modalità di sblocco, che su smartphone di questa fascia di prezzo è ancora da preferire rispetto allo sblocco con il volto, ancora impreciso e poco affidabile. Non manca la doppia fotocamera posteriore per gli scatti con effetto bokeh. Ultima nota: l’USB, di tipo type-C, supporta l’OTG: è quindi possibile collegare comodamente periferiche esterne (come ad esempio chiavette USB, con l’apposito adattatore).

 

Il Display del Mi 8 Lite si fa valere

La qualità del display è in linea con gli smartphone di fascia media targati Xiaomi. Si tratta di un pannello da 6,26 pollici con risoluzione FullHD+ (2280 x 1080 pixel), sufficienti ad assicurare un’ottima visibilità, e formato 19:9. Chiaramente non può competere con gli schermi di cui sono dotati gli smartphone di fascia alta, non tanto per la risoluzione inferiore ma per la profondità dei neri, non impeccabile, i colori, che possono apparire un po’ sbiaditi e che vengono alterati inclinando lo schermo. Di buono ha che il livello di luminosità massima è di buon livello, assicurando una buona visibilità all’aperto sotto la luce del sole. Inoltre il notch non è troppo vistoso, e non dà troppo fastidio nella visione di video su Youtube e film su Netflix. Su quest’ultimo punto è doveroso segnalare che
il Mi 8 non supporta la soluzione Widevine DRM di livello 1 (Widevine Level 1), ma solo L3, cosa che non vi permetterà di vedere i contenuti su Netflix e Amazon Prime in HD.

 

Hardware: mostra i muscoli

Le prestazioni del Mi 8 Lite sono di ottimo livello, a garanzia di un’esperienza fluida e reattiva. Ogni tanto può comparire qualche lag, ma è difficile capire se sia dovuto alle app o a limiti del processore. Sulla carta infatti i 4GB di RAM, affiancati da un processore Snapdragon 660, dovrebbero essere più che sufficienti ad assicurare una buona reattività anche nel lungo periodo. Chiaramente se volete la massima esperienza di gioco possibile con giochi pesanti come Real Racing 3, il Mi 8 potrebbe non fare al caso vostro, dato che si può percepire una sensibile perdita di fps. La nota positiva qui è che lo smartphone non scalda praticamente mai, nemmeno sotto stress.

Capitolo ricezione: supporta la banda 20 (800Mhz), utilizzata da Wind in primis, e da TIM e Vodafone in parte per il 4G, aspetto questo per nulla scontato quando si parla di smartphone cinesi. Inoltre la buona notizia è che, cosa rara per uno smartphone venduto in questa fascia di prezzo, è compatibile anche con il 4G+, sempre più diffuso soprattutto nelle grandi città. Sappiate però che non supporta la banda 32 (1500Mhz) utilizzata da TIM e Vodafone per il 4.5G. C’è anche la possibilità di utilizzare una seconda SIM (supporta 2 nano-SIM), a patto però di rinunciare all’espansione della memoria tramite microSD. Considerata però la disponibilità di 64 GB di memoria (quasi 60 GB al netto dello spazio occupato dall’s.o.) l’espansione per molti non sarà necessaria.

La ricezione telefonica è di ottimo livello e anche l’aggancio ai satelliti per la geolocalizzazione è estremamente rapido grazie al supporto ottimale di A-GPS, Glonass e BDS. Passando al sonoro sappiate che il Mi 8 non ha foro da 3.5mm per il jack per le cuffie. Purtroppo quest’assenza vi costringerà ad utilizzare solo cuffie bluetooth o in alternativa avrete bisogno di un adattatore USB-C-jack che potete trovare su Amazon a circa 10 euro. L’audio da speaker è abbastanza buono, anche se è mono, capace di volume abbastanza alto senza distorcere il suono.

L’altra assenza da segnalare è quella dell’NFC, cosa che vi impedirà di pagare utilizzando lo smartphone come una carta di credito, ovvero avvicinandolo al POS. Non si tratta di un’assenza gravissima, ma è un metodo di pagamento che sta lentamente prendendo piede anche in Italia. Assente anche il trasmettitore IR per utilizzarlo come telecomando per la TV o il condizionatore, ma si tratta di un’assenza per molti sicuramente meno rilevante rispetto alle precedenti.

 

La fotocamera frontale di Mi 8 Lite merita

Quello che spesso differenzia uno smartphone di fascia alta da uno economico è la qualità fotografica: in questo Xiaomi Mi 8 Lite purtroppo non è un’eccezione. Se le foto di giorno sono di buon livello, non si può dire lo stesso per gli scatti notturni o al coperto. Sulla carta i sensori utilizzati per la doppia fotocamera principale (12MP f/1.9 1,4 µm + 5 MP f/2.0) sono promettenti, ma quello che si riscontra nella pratica è una riproduzione di colori non impeccabile ed un livello di rumore superiore ad altri smartphone di fascia media (come il Redmi Note 5). Il software implementa anche l’Intelligenza Artificiale, allo stesso modo degli smartphone Huawei e Honor, che riconosce la scena per modificare i colori in maniera ottimale ma il risultato che si ottiene con questa modalità stavolta non è del tutto soddisfacente: con questa modalità infatti i colori appaiono troppo saturi, rendendo le foto troppo artificiali. Fortunatamente potete rimuovere l’effetto AI anche dopo aver scattato le foto, decidendo in un secondo momento se tenere la foto originale o quella modificata dall’AI. La cosa positiva qui è che l‘effetto bokeh funziona molto bene, riuscendo ad isolare in maniera ottimale il soggetto da mettere a fuoco rispetto allo sfondo sfocato. Davanti troviamo una fotocamera da 24MP, ma avremo bisogno di un discreto livello di luce per garantire selfie di buona qualità. Non manca ovviamente la possibilità di registrare video, stabilizzati grazie all’EIS, a 30fps (Full-HD o 4K) o a 60fps (Full-HD) in caso volessimo divertirci con lo slow motion.

 

MIUI 10 Global: brava Xiaomi

Il software di Xiaomi Mi 8 Lite porta con sè Android Oreo versione 8.1 e ha ricevuto via OTA la MIUI 10 Global Stabile, che ai vantaggi già noti dell’apprezzatissima interfaccia Xiaomi, aggiunge diversi miglioramenti e nuove funzionalità interessanti. La tecnologia AI Preload per esempio andrà a caricare più velocemente le app utilizzate più di frequente, la gestione delle notifiche risulta ancora più naturale ed intuitiva, o ancora una grafica rinnovata delle app recenti, disposti ora su una doppia fila e con scorrimento verticale oltre a nuove gesture per facilitare il passaggio da un’app all’altra. Tra le funzionalità vale la pena menzionare Quick Ball per accedere più rapidamente alle scorciatoie, App clonate, per gestire due istanze diverse della stessa app o ancora Secondo spazio per aggiungere una seconda utenza. Anche qui però possiamo segalarvi delle pecche. Lo sblocco con il viso non è precisissimo e non funziona al buio, cosa che ci ha fatto preferire il lettore di impronte, molto più rapido e affidabile. Tra le note dolenti l’assenza delle notifiche sulla status bar (è quindi necessario accedere alla tendina delle notifiche per visualizzarle), inoltre Android auto non è compatibile. Se queste due pecche sono per voi trascurabili la MIUI 10 è sicuramente una delle interfacce più curate esteticamente ed apprezzate, e potrete divertirvi a personalizzarla al meglio a seconda delle vostre esigenze.

 

La batteria non delude

Tra le note positive vi segnalo l’ottima autonomia. Se siete alla ricerca di uno smartphone da utilizzare spensieratamente anche fuori casa o in vacanza, Xiaomi Mi 8 Lite vi consentirà di rinunciare a portare con voi una scomoda powerbank. L’autonomia a fine giornata è rimasta sempre al di sopra del 20%, anche utilizzandolo assiduamente. In totale potrete utilizzarlo per 5 o 6 ore effettive di schermo acceso, a seconda della luminosità dello schermo impostata, un tempo che soddisferà le esigenze di gran parte degli utenti. Tra l’altro il sensore di luminosità è sempre reattivo e preciso nell’impostare il giusto livello di luminosità dello schermo e il sistema, grazie all’AI, è capace di ottimizzare i consumi senza compromettere la fluidità del sistema. Manca la ricarica rapida (per una ricarica completa da 0 al 100% ci vogliono 2 ore, un tempo accettabile) e inoltre, come potete immaginare, non supporta la ricarica wireless, opzione questa riservata ancora agli smartphone venduti a prezzi più alti.

 

Xiaomi Mi 8 Lite Smartphone da 64 Gb, Nero [Italia]
Prezzo consigliato: 235€
Risparmi: 3.76€ (2%)
Prezzo: 231.24€

 

Xiaomi Mi 8 Lite è convincente
In conclusione Xioami Mi 8 Lite rappresenta un'ottima scelta per chi cerca uno smartphone economico, con una buona memoria e un'ottima autonomia. Rispetto ad altri smartphone nella sua fascia di prezzo (come ad esempio il Redmi Note 5), e con prestazioni simili, offre un'estetica sicuramente più curata e accattivante. I difetti non mancano, tra tutti una fotocamera in linea con gli smartphone di fascia medio-bassa, l'assenza di NFC, del jack per le cuffie e della possibilità di vedere Netflix e Amazon Prime in HD. Conviene comprare Mi 8 Lite? Molto dipende dal prezzo. La versione 6/64 ve la sconsiglio, dato che è venduto ad un prezzo troppo vicino al Pocophone F1. La versione 4/64, oggetto della nostra recensione, a 240 euro, può essere un ottimo acquisto, a patto di accettare i difetti che vi abbiamo segnalato.
Design8
Display7.8
Prestazioni8.2
Autonomia8.5
Fotocamera8
Sistema8.2
8.1
Acquista da qui!

Appassionato di tutto il mondo della tecnologia e dell'elettronica, soprattutto consumer. Sogna di non aver più bisogno di dormire per riuscire a dedicare il giusto tempo alle proprie passioni.