News Recensioni Recensioni smartphone

Xiaomi Redmi 6: la RECENSIONE

Nov 4, 2018

Xiaomi Redmi 6: la RECENSIONE

Xiaomi Redmi 6 è uno smartphone economico che va ad arricchire la fascia bassa del mercato, offrendo una alternativa in più a chi sta cercando un dispositivo economico, equilibrato e moderno. Questo smartphone si caratterizza per una scheda tecnica di buona qualità, che vede soprattutto nella MIUI 10 (ultima versione disponibile) e Android Oreo i veri punti di forza. L’hardware prevede inoltre un chip MediaTek Helio P22 MT6762 con GPU PowerVR GE8320, due versioni di RAM e memoria interna, senza dimenticare un display da 5.45 pollici con risoluzione HD+. Il prezzo varia da 125€ a 150€ a seconda della versione di memoria che scegliete, motivo per cui entra in competizione con parecchi smartphone.

 

Design

Xiaomi regala al mercato un nuovo smartphone ben costruito, con una plastica rigida a irrobustire la back cover che ospita la doppia fotocamera, il lettore di impronte digitale e lo speaker mono. Il peso di 145 grammi si distribuisce adeguatamente nello smartphone che misura circa 8.3 mm di spessore. Le linee non sono originali, ma solitamente non è questo che si ricerca in uno smartphone economico, anzi mi sento di dire che solitamente si tende ad ammiccare a modelli più costosi. Il lettore di impronte digitali è una certezza, anche se non raggiunge la velocità di sblocco degli smartphone Huawei. Rimane comunque estremamente preciso e mi ha riconosciuto l’impronta praticamente in ogni circostanza.

Come costruzione non posso obiettare nulla al lavoro di Xiaomi, se non il fatto che lo speaker nella parte posteriore dello smartphone rischia di produrre un suono ovattato quando viene poggiato su un piano. Da segnalare su Xiaomi Redmi 6 la presenza del jack audio da 3.5mm e l’assenza dell’USB-C che stenta a decollare sugli smartphone economici.

 

Display

Il display di Xiaomi Redmi 6 è onesto: un pannello IPS LCD da 5.45 pollici con risoluzione HD+ da 720*1440 pixel. La densità non è ai massimi livelli, ma rimane comunque difficile riconoscere i pixel ad occhio nudo. La qualità del display è onesta: mi sento di definirla così perché non offre molto più rispetto ai competitors, dato che la luminosità non è elevatissima e, quindi, all’esterno non è semplicissimo guardare lo schermo. Rapportato ad uno smartphone di uno o due anni fa, il display è sicuramente superiore ma se lo rapportiamo a un Redmi Note 5 o a un Mi A2, tanto per rimanere in casa, la qualità non arriva assolutamente a quel livello.

 

Hardware e Prestazioni

Xiaomi Redmi 6 nasce come smartphone di fascia medio-bassa, ma il chip Helio P22 riserva qualche sorpresa in positivo. Sicuramente buone le prestazioni in gaming dove la GPU PowerVr GE8320 permette di divertirsi con i più disparati titoli del Play Store senza accusare cali di frame rate o rinunciare ai titoli più pesanti. Ho messo alla prova Xiaomi Redmi 6 con l’immancabile Real Racing 3, con Asphalt 9, ma anche con Modern Combat e qualche FPS: il risultato è stato sopra alle aspettative. Fondamentalmente dipende anche da che versione scegliete, considerando che anche quella da 3 GB è comunque sufficiente per utilizzare la memoria senza saturarla.

Tutto sommato dal punto di vista delle prestazioni, ci si può ritenere soddisfatti anche se un utente tech-addicted cercherà qualcosa di più e vedrà il Redmi 6 come smartphone-muletto. Dal punto di vista dell’esperienza audio, l’altoparlante riesce ad avere un buon volume massimo ma la qualità del suono è abbastanza bassa, con un suono un po’ metallico.

 

Fotocamera

Xiaomi Redmi 6 arriva sul mercato italiano dotato anche lui delle immancabili due fotocamere, una da 12 Megapixel e l’altra da 5 Megapixel ed entrambe hanno un’apertura f/2.2. Questa apertura consente di ottenere buone foto ritratto con sfondo sfocato di giorno, di sera sicuramente si paga dazio quando si parla di scarsa luminosità. E’ proprio il reparto fotografico dove Xiaomi ha risparmiato di più, ma onestamente non mi sentivo di chiedere miracoli ad uno smartphone che, nella versione più economica, costa poco più di 100 euro.

Per avere buoni risultati, il consiglio è quello di scattare in condizioni di buona luminosità (non eccessiva, altrimenti il rischio di avere il bianco bruciato è presente). Ad ogni modo, vi consiglio di guardare i seguenti scatti per farvi una idea. E’ sicuramente apprezzabile avere comunque un app Fotocamera molto versatile, che permette di applicare filtri, che gestisce l’HDR in modo automatico (con risultati altalenanti) e permette di switchare tra le modalità in modo semplice e intuitivo.

 

Sistema operativo

Xiaomi ha rilasciato la MIUI 10 da qualche mese e, ormai, anche gli smartphone di fascia più economica escono con questa versione nativamente. E’ indubbiamente un vantaggio incredibile perché risulta fluida, snella e bella graficamente. Se non la conoscete bene, vi consiglio di leggere la nostra guida esaustiva perché vi spiega nel dettaglio le novità della MIUI 10. Qui troviamo l’ultima versione dell’interfaccia proprietaria del produttore cinese, abbinata ad Android Oreo 8.1 e patch di sicurezza a Settembre 2018.

 

Batteria

Xiaomi non mi ha mai deluso in quanto ad autonomia dei suoi smartphone e Redmi 6 mantiene alto il nome del produttore. Abbiamo a disposizione una batteria da 3.000 mAh. Il mio utilizzo è sempre “standard” con tutti gli account email in push (4 Gmail e uno su Yahoo!), abbinato ovviamente a tutti i social tra cui Instagram che mi consuma discreta batteria, giochi e molto altro ancora. Il risultato è non deludente: sono riuscito a raggiungere le sei ore di schermo attivo senza troppa difficoltà. Peccato solo l’assenza dell’uscita USB-C che mi avrebbe permesso di condividere il cavo con altri smartphone e dispositivi che ho in casa. Per la ricarica tenete conto almeno due ore, se non qualche minuto in più.

 

Dove comprare Xiaomi Redmi 6

Gli smartphone Xiaomi sono distribuiti anche nel territorio italiano, badate sempre bene di prendere la versione Global per fruire di tutte le funzionalità previste nella nostra lingua.

Potete acquistarlo da Amazon.it al seguente link.

Potete acquistarlo su Gearbest al seguente link.

Solido, ma non accattivante
Xiaomi Redmi 6 cerca di conquistare la fascia bassa del mercato con un prezzo che supera di poco i 100€ nella versione da 3GB/32GB. Il prezzo lo rende concorrenziale e capace di attirare l'attenzione di chi cerca uno smartphone muletto, ma ben aggiornato, oppure uno smartphone per chi è alle prime armi. Purtroppo la fotocamera ed il display non eccellono particolarmente, ma si fa perdonare con la solita ottima autonomia.
Design7
Display6.7
Prestazioni7.5
Autonomia8
Fotocamera6.7
Sistema7.5
PRO
Ottima autonomia
Dual SIM
Ottimo reparto telefonico
Prestazioni soddisfacenti anche nel gaming
CONTRO
Display sottotono
Fotocamera dai risultati altalenanti
Speaker mono sul retro
7.2

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.