Categorie
Audio Recensioni

AUKEY EP-T21: Recensione di auricolari TWS 30€

Auricolari True Wireless a meno di 30 euro? Un tempo era assolutamente impensabile, poi è divenuto realtà grazie ad un avanzamento tecnologico importante. L’estetica richiama chiaramente quella degli AirPods, invece sto parlando degli auricolari True Wireless Stereo (da qui in poi TWS) AUKEY EP-T21. Il loro prezzo varia in base alle offerte, ma sostanzialmente costano meno di 30€ e offrono una buona resa qualitativa, senza ovviamente eccellere.

AUKEY EP-T21: nelle orecchie

Esteticamente è facile notare la somiglianza con il ben più famoso prodotto Apple, ma non fatevi ingannare: l’esperienza è economica, ma la qualità costruttiva non è scadente. La tipologia è quella degli auricolari in-ear, cioè che vengono infilati completamente nell’orecchio, con un gommino in silicone che permette di aderire bene su tutta la parete auricolare in modo da garantire una importante insonorizzazione. All’interno della confezione ovviamente non mancano dei gommini di ricambio, fondamentali per trovare quelli della misura esatta del nostro orecchio, per non dare fastidio quando indossate a lungo. Nel mio caso sono andati benissimo quelli standard, ossia la misura media.

A livello di costruzione dobbiamo segnalare la presenza di due microfoni: uno posizionato in basso che serve a rilevare la nostra voce quando li usiamo per parlare e uno invece posizionato praticamente agli antipodi per ridurre il rumore e l’effetto eco. Se, ad un primo impatto, gli auricolari EP-T21 risultano comunque economici, dall’altro lato cogliamo alcune sfumature che fanno ben sperare in questa fascia di prezzo: i controlli touch in primis. Basta sfiorare la superficie esterna per avere un controllo della musica, senza usare pulsanti o tasti.

Gli auricolari EP-T21 sono realizzati interamente in plastica, come è quasi ovvio che sia e su questi materiali si riconosce il compromesso necessario per mantenere il prezzo più basso possibile.

AUKEY EP-T21: la qualità audio

Quando si provano degli auricolari economici, un po’ ci si aspetta che la qualità audio sarà doverosamente scadente o sbilanciata verso un certo range di frequenze. Chiunque è un purista della musica, è ben consapevole che non può orientarsi su questo prodotto, ma chiunque invece voglia fare un regalo ben riuscito (anche a se stessi!) ha trovato un prodotto convincente. Tenete a mente che non avrete la pulizia di ascolto di un paio di vere AirPods ma stiamo parlando di un prodotto che veramente può competere con gli auricolari TWS più economici del mercato. Il limite che ho riscontrato è in un effetto ovattato, forse dovuto al tipo di gommino in-ear, e le frequenze bassi non particolarmente esplosive. Molto meglio sulle frequenze medie e alte, con capacità degli auricolari di riprodurre correttamente anche il ritmo.

Se devo spezzare una lancia a favore delle AUKEY EP-T21 trovo che questi auricolari TWS abbiano nella pulizia audio in chiamata il loro punto di forza. Spesso e volentieri i microfoni dedicati alla pulizia del rumore non sono affatto adeguati al livello, mentre su questi auricolari posso dirmi soddisfatto: la voce è leggermente metallica, almeno da quanto mi raccontano gli interlocutori, ma si riesce a comprendere molto bene tutte le parole senza avere il fastidioso rumore ambientale.

AUKEY EP-T21: i limiti del controllo touch

L’idea di un sistema di gestione dei comandi solo touch mi affascina, anche se il posizionamento sull’orecchio non è esattamente comodo per me. A volte mi risulta difficile sfruttarlo non vedendo bene e affidandomi solo al tatto: il risultato è che, spesso e volentieri, i comandi touch non hanno risposto in modo adeguato alla mia richiesta. Io mi affido molto più facilmente allo smartphone.

Vantaggi e svantaggi

Trovare veri e propri svantaggi ad un paio di auricolari che costano meno di 30€ è davvero difficile, però mi sento di sottolineare la presenza dell’uscita microUSB: nel 2020 spero che sempre più produttori decidano di integrare il “nuovo” standard USB-C il prima possibile. Questo non implica grandi rallentamenti o problemi, dato che poi il reale utilizzo riguarda la ricarica, che a sua volta impiega davvero poco essendo la batteria una unità da 380mAh.

Il case funziona ovviamente da powerbank per gli auricolari e si riesce a raggiungere circa 8-10 ore complessive, a seconda del volume. Il Bluetooth 5.0 aiuta sicuramente nel ridurre il consumo energetico e favorisce anche la riduzione della latenza quando si guardano i video, garantendo un video e un audio in sincronia. Segnalo anche che si può usare un auricolare alla volta, in questo modo si possono ricevere anche le telefonate.

Conclusioni

Se siete arrivati fin qui leggendo tutta la recensione, avrete colto sicuramente lo spirito positivo che permeava il testo: gli auricolari TWS AUKEY EP-T21 mi hanno convinto particolarmente a livello qualitativo, lasciando davvero pochissimi svantaggi all’utente finale.

Il prezzo è abbastanza variabile su Amazon, ma nel giro degli ultimi mesi si sono assestati in un intervallo tra 28€ e 32€, un prezzo più che accessibile anche per fare un regalo tech di ottima qualità.

Offerta
AUKEY EP-T21
5.409 Recensioni
AUKEY Cuffie Bluetooth 5 Senza Fili Bassi Potenziati, Auricolari con Custodia da Ricarica 25 Ore di Tempo di Utilizzo, Microfoni Integrati, Prova di Sudore, Touch Control per Samsung iPhone Huawei
  • Qualità del suono superiore: Prova un suono nitido e fedele all’originale, mentre il Bluetooth 5 offre un accoppiamento più veloce e una connessione wireless stabile ed efficiente
  • Riconnessione in un unico passaggio: Basta estrarre gli auricolari dal case di ricarica e si collegheranno automaticamente al tuo telefono (dopo il primo accoppiamento)
  • Comodo controllo touch: Gestisci senza sforzo la riproduzione audio e le chiamate con il pannello tattile multifunzione e il microfono su ogni auricolare. Gli auricolari possono anche essere utilizzati da soli come un auricolare Bluetooth
  • Ottima durata della batteria: Gli auricolari da soli forniscono fino a 5 ore di uscita audio di alta qualità con una singola carica, e il case di ricarica inclusa fornisce altre 4 ricariche, per un totale di 25 ore di riproduzione
  • La confezione include: AUKEY Auricolari True Wireless EP-T21, Cavo Micro-USB

Avete dubbi o curiosità che volete togliervi? Volete semplicemente scrivermi? Potete farlo direttamente in DM su Instagram al mio account personale simplyzod.

Categorie
Offerte

Fire Stick in offerta a 24.99€ con telecomando vocale

Torna in offerta speciale anche la Fire Stick TV di Amazon: il prezzo è di 24.99€ e vi conviene acquistarla se volete rendere il vostro TV Smart. Ha l’indubbia comodità di essere portabile e, ad esempio, se installate Disney+ vi conterà come dispositivo anche se lo sposterete nella casa al mare o in montagna.

Il telecomando vocale è altrettanto comodo perché integra Alexa a cui potete dare la maggior parte dei comandi. Banalmente potrete dire ad Alexa di aprire Netflix o Disney+ o le app installate sulla Fire Stick, ma anche chiedergli di fare ricerca online e molto altro.

Amazon Fire Stick TV
22.958 Recensioni
Fire TV Stick con telecomando vocale Alexa | Lettore multimediale
  • La nostra Fire TV Stick più venduta, ora con il telecomando vocale Alexa. Usa gli appositi tasti per controllare TV, soundbar e ricevitori compatibili: puoi accenderli e spegnerli, regolare il volume oppure disattivarlo.
  • Avvia e controlla la riproduzione dei contenuti con il nuovo telecomando vocale Alexa. Goditi i tuoi contenuti preferiti da Prime Video, Netflix, YouTube, DAZN, Infinity, RaiPlay. Disney+, Apple TV e molti altri servizi (potrebbe essere necessario un abbonamento separato).
  • I dispositivi Fire TV Stick hanno molto più spazio di archiviazione per app e giochi di qualsiasi altro lettore multimediale dello stesso genere.
  • Goditi migliaia di app e Skill Alexa. Usa i browser Firefox e Silk per navigare tra milioni di siti web, come Facebook e Reddit.
  • Alexa su Fire TV aggiunge la comodità del controllo tramite comando vocale alle funzioni di qualsiasi lettore multimediale: potrai vedere le immagini in diretta dalle telecamere di sicurezza compatibili, controllare che tempo fa, abbassare le luci e ascoltare la musica.

Vi consiglio di seguirci anche su AffariConTec, il canale Telegram dove segnaliamo le migliori offerte, codici sconto, ma anche i nuovi articoli pubblicati sul sito.

Categorie
Offerte

Codici Sconto e offerte per prodotti Soundcore

👍🏻 Buongiorno amici, oggi ho una serie di codici sconto che voglio condividere con voi. I prodotti sono del gruppo Anker/Soundcore/Eufy.

🎶 Soundcore Liberty Air 2: sconto strepitoso per questi auricolari TWS (li proverò a breve, ma già so che si tratta di ottima qualità). Invece che 129€, li potete prendere a 79.99€. Il codice sconto è C34JPLTK.

🎶 Soundcore Liberty 2 Pro: con queste si sale di livello si risparmiano 50€ grazie al codice sconto JPNOUDVC.

🎶 Soundcore Motion+: vi dico solo che l’ho utilizzo come speaker per il mio MacBook. Qualità pazzesca racchiusa in dimensioni compatte. Con il codice sconto lo pagate 79€. Il codice è: OA4OWWCP. Qui trovate anche la RECENSIONE completa.

🎶 Soundcore Icon Mini: potete acquistare questo ottimo speaker compatto a soli 19.99€ con il codice sconto BHV2VQ2M. Ottimo anche se dovete fare un regalo o recuperare regali dalla quarantena!

📹 eufyCam 2C: questo sistema di sicurezza per la casa è ottimo. Io utilizzo abitualmente il sistema EufyCam (non il modello 2C) ed è davvero affidabile. Il codice SDINC6A2 permette di ottenere 20€ di sconto!

Siete interessati ad avere altri codici sconto? Seguiteci anche su AffariConTec, il canale Telegram dove segnaliamo le offerte e anche i nuovi articoli pubblicati sul sito.

Categorie
Recensioni Smartphone

Huawei P40 Pro: la recensione completa

Huawei P40 Pro è il capomastro della famiglia top di gamma Huawei e rappresenta una novità nel mondo smartphone perché è uno smartphone HMS, cioè basato sui Huawei Mobile Services. Ufficialmente Huawei ha abbandonato i Google Services per il famosissimo ban e questo smartphone, come il Mate 30 Pro prima di lui, abbandona il Play Store e le app di Google per portarci nel mondo Huawei. Senza girarci tanto intorno, è una novità molto grande e vi assicuro che all’inizio, se è il vostro primo smartphone HMS, può causare un po’ di smarrimento. Chi si avvicinerà agli smartphone Huawei con consapevolezza, saprà esattamente come muoversi, viceversa servirà un attimo di adattamento. Prima di immergerci in una recensione classica, vi ricordo le sfavillanti caratteristiche tecniche di Huawei P40 Pro.

Video

Caratteristiche e specifiche tecniche

Data di uscita: Aprile 2020 | Peso: 203gr | Spessore: 9mm | Sistema operativo: Android 10 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 6.58 pollici | Risoluzione: 1200 x 2640 pixel (475 PPI) | Processore: Huawei HiSilicon Kirin 990 | RAM: 8GB | Memoria interna totale: 256GBNanoSD: Sì, fino a 256GB | Fotocamera principale: 50 Mp + 12 Mp + 40 Mp + 2 Mp | Fotocamera anteriore: 32MP | Batteria: 4200mAh, Rimovibile: No | 5G: SÌDual SIM: Sì

Huawei P40 Pro: le dimensioni contano

Lo smartphone Huawei sicuramente si fa riconoscere per le dimensioni importanti: 203 grammi di peso si sentono quando lo si porta in tasca e non può essere definito un peso piuma. Anche le misure ufficiali, 158.2 x 72.6 x 9 mm, ricordano che si tratta di un flagship dal design piuttosto riconoscibile. Quando ormai il trend estetico si sta omogeneizzando, ci pensa il comparto fotocamere a fare la differenza con i suoi posizionamenti: 4 fotocamere posteriori, il Flash LED e un logo LEICA ben riconoscibile danno carattere a Huawei P40 Pro nelle sue back cover molto eleganti (in prova ho una versione grigio satinato, davvero bella). Da ogni punto di vista si percepisce la qualità premium della costruzione e i dettagli appaiono ben studiati: bordo inferiore armonioso con distribuzione simmetrica del carrelletto per la SIM, altoparlante e host USB-C. Non manca la certificazione contro acqua e polvere, spesso ritenuta quasi accessoria in molti top di gamma ma giustamente pubblicizzata quando presente.

Personalmente le impressioni a livello estetico sono del tutto positive perché Huawei P40 Pro ha personalità da vendere e si fa riconoscere dalle cornici minimal e dal doppio “foro” se visto frontalmente, oppure dal comparto Leica posteriore. Tuttavia l’ergonomia non mi ha convinto al 100%, forse a causa delle dimensioni complessive molto elevate e le difficoltà nel raggiungere comodamente tutti gli angoli: chiaramente l’uso a due mani è da perseguire.

Huawei P40 Pro: il display è impressionante

Le caratteristiche del display non lasciano spazio a molti dubbi: lo schermo ha una diagonale che misura 6.58 pollici e sfrutta una super risoluzione da 1200×2640 pixel: la nitidezza è all’ordine del giorno con Huawei P40 Pro, ma per ovviare a problemi di batteria è possibile impostare la risoluzione intelligente in modo da abbassarla in automatico quando non c’è esigenza di troppi pixel. Lo schermo sfrutta la tecnologia P-OLED e sicuramente qualcuno sarà stato ben attento a notare la griglia dei pixel: per quanto ci riguarda la qualità complessiva è davvero così elevata da soprassedere a qualcosa che è effettivamente un limite tecnico di difficile riconoscimento (a occhio nudo). Le due novità principali sono rappresentate dal refresh rate a 90 Hz (qui vi spieghiamo cosa cambia tra 60Hz e 90Hz) e l’HDR 10, rispettivamente un modo per visualizzare le immagini in movimento ancora più lineari e la possibilità di avere una gamma dei colori ancora più dinamica e apprezzabile, specialmente sui servizi che la supportano (come Netflix). Personalmente ho trovato l’esperienza visiva con Huawei P40 Pro di livello assoluto: piacevolissima, in grado di soddisfarmi in ogni circostanza.

Huawei P40 Pro: la fotocamera è sensazionale

Lo smartphone HMS monta un comparto di fotocamere che può fregiare il logo Leica e, di per sé, già questo può essere una certificazione di qualità. Poi si entra nel vivo e, senza perdere tempo a citare la scheda tecnica che potete trovare qui, vi renderete subito conto che questo smartphone sfida apertamente tutti i concorrenti grazie alla qualità fotografica e quella video. Per divertirmi un po’, ho anche girato alcuni filmati poi condivisi su Instagram e non fatico ad ammettere che potrebbe essere utilizzato anche per girare video su YouTube o per raccogliere i ricordi delle prossime vacanze (quando si potrà!).

Mi è piaciuta terribilmente non solo la gestione dei colori, sempre molto fedeli e mai troppo estremizzati, ma soprattutto la capacità di cogliere i dettagli anche nelle condizioni di scarsa luminosità. L’app è stata sicuramente curata nel dettaglio ed offre un importante numero di opzioni da impostare e una larga serie di modalità di scatto. Mi sono divertito a ottenere scatto macri molto naturali, senza troppi effetti o artefatti quando si sfoca lo sfondo con il risultato di bokeh davvero eccellenti. Anche le panoramiche offrono grande soddisfazione e divertimento lasciando spazio alla creatività di chi sta scattando.

Frontalmente la fotocamera da 32 MP svolge il suo lavoro egregiamente, funziona molto bene e permette di scattarsi selfie molto dettagliati, lasciando poi all’utente la scelta di aumentare o diminuire il classico filtro Bellezza.

Se vi piace anche girare video, allora non avrete di che lamentarvi perché si possono ottenere degli shooting di qualità importante. Vi segnalo anche alcuni video davvero interessanti che ho trovato su YouTube. La decisione di sfruttare il sensore grandangolare per i video è stata sicuramente azzeccata perché la qualità e le possibilità aumentano notevolmente. La stabilizzazione funziona molto bene e anche in movimento riuscirete ad ottenere risultati importanti.

Huawei P40 Pro: HMS e Google Services

Il tema è piuttosto spinoso perché, allo stato attuale delle cose, Huawei non ha rapporti commerciali con Google e lo smartphone non monta le app Google, come Gmail, Maps, ecc. Il primo momento di smarrimento, qualora non si sia preparati al momento dell’acquisto, avviene non trovando il Play Store. La sua assenza è subito compensata da AppGallery, praticamente uno store alternativo dove potete trovare già un discreto numero di app. Come accadeva in passato per altri smartphone di brand cinesi, in aiuto vengono gli store alternativi. Dopo aver smanettato un po’ ho deciso di dedicare alle app tutta la mia attenzione e ho installato anche Amazon AppStore, APKPure e TrovApp. La combinazione di queste soluzioni ci permette di trovare comodamente soluzioni ad ogni app di cui abbiamo bisogno.

Il quesito è: come ci si comporta con Huawei P40 Pro in quanto smartphone HMS? Semplice, non si usano le app Google e si sfruttano i servizi proposti da Huawei. Sul client Email si può configurare il proprio indirizzo Gmail, che controlla e notifica in push ogni 15 minuti, si può creare la shortcut da browser per YouTube o installare il client NewPipe, si possono installare le app alternative di mappe (come Here WeGo, Waze o Maps.me), non manca il Calendario e in pratica c’è una soluzione per ogni esigenza.

E’ possibile però installare le app Google qualora volessi? Sì, ci sono i modi e ci sono già diverse guide online per poter reperire tutte le app di cui si ha bisogno. Però nella prova che ho fatto con Huawei P40 Pro mi sono reso conto che le limitazioni non sono tanto nelle app di Google, quanto ciò che avviene con altre app. Non sono presenti, ad esempio, le app di molte banche (stanno arrivando, seppur lentamente visto ciò che viene richiesto in termini di sicurezza) e quindi l’home banking è precluso. Il mio consiglio è quello di informarvi prima se la vostra banca ha già rilasciato l’app per AppGallery. Altre limitazioni possono arrivare con altre app, ad esempio Netflix, Disney+ o Prime funzionano ma possono riprodurre solo risoluzione SD perché non sono presenti i DRM (sono di Widewine, società che appartiene in parte anche a Google).

Huawei P40 Pro e sicurezza

La sicurezza è un tema che appassiona tutti e, spesso e volentieri, è un tema in contrapposizione alle proprie esigenze: spesso si regalano i propri dati a aziende in cambio di servizi effimeri o poco utili, spesso invece si lotta per la propria libertà personale. Perché questa introduzione? Perché Huawei P40 Pro sfrutta Android 10 in versione Open Source e, pertanto, gli aggiornamenti arrivano da Huawei stessa e non da Google come accadeva in passato. A questo proposito va quindi segnalato che quando si installano app alternative non si hanno le solite garanzie di controllo e, talvolta, ci si può perdere un po’ nei meandri delle versioni delle app (alcune possono non funzionare e bisogna fare il downgrade, ad esempio). Rimanendo in ambito della sicurezza dei propri dati, segnalo la presenza dello sblocco con il volto non in 3D ma con la presenza dei due sensori di fotocamera frontale (uno dedicato alla profondità di campo) e il sensore IR di notte. Anche questo sicuramente può impattare sulla richiesta di certificazione delle banche prima di rilasciare le proprie app. Sulla superficie frontale del display trova spazio lo sblocco con l’impronta, praticamente sempre preciso a condizione che posizionate il dito correttamente nell’area di sblocco.

Huawei P40 Pro: la batteria

La batteria di uno smartphone per me è stata spesso sinonimo di promozione o bocciatura del dispositivo stesso: su Huawei P40 Pro non posso che esprimere tutta la mia soddisfazione per l’autonomia che è capace di garantire la batteria da 4200mAh. Sono pienamente convinto che la scelta di fare “tutto in casa” porti notevoli benefici ai produttori che intraprendono questa via perché spesso si riescono ad ottimizzare al meglio hardware e software, creando dispositivi che funzionano in maniera fluida, che consumano la giusta quantità di energia e che funzionano al meglio.

La batteria di Huawei P40 Pro è eccellente, potete tranquillamente arrivare alle 8 ore di schermo attivo che, durante una giornata, sono anche troppe. Io sono riuscito ad usarlo praticamente per tre giorni consecutivi, specialmente sfruttando la copertura Wi-Fi piuttosto che il 4G. Da considerare ovviamente ci sono altri due fattori per ridurre al minimo i tempi di ricarica o la scomodità: il primo è ampiamente superato grazie all’alimentatore SuperCharge 40W, mentre la seconda è comodamente supportata se proprio odiate i fili in giro.

Huawei P40 Pro: le conclusioni

Dopo aver usato a lungo Huawei P40 Pro mi sento di dire che è un mostro di potenza e funziona benissimo anche senza le Google App, ma non è in realtà questo ciò che mi ha fatto sentire la mancanza di un Android stabile. Più che altro mi sono reso conto che a livello di sicurezza l’assenza di Google Play Protect è una garanzia e non averlo a disposizione mi ha fatto strano. Utilizzare Huawei P40 Pro è un piacere se si sfrutta appieno la scheda tecnica, rimanendo assolutamente soddisfatti di un comparto fotocamera che veramente è tra i top del mercato, oppure avvertendo tutta la potenza del nuovo chip Kirin 990 in ambito gaming. Ciò che però va considerato è che il lavoro svolto da Huawei, da un anno a questa parte, sta colmando un gap importante a livello software ma rischia di non essere ritenuto sufficiente per acquistare un Huawei P40 Pro. Se si decide di comprare il P40 Pro, lo si deve fare in maniera consapevole: si entra in un mondo diverso e ci sarà qualche limitazione nel breve periodo, però si compra un mostro di potenza. E’ un compromesso che sareste in grado di accettare?

Huawei P40 Pro
16 Recensioni
Huawei P40 Pro con Bluetooth Speaker, Acoustic Display da 6.58”, Quattro Fotocamere Leica da 50 + 40 + 12 MP e Sensore TOF, Kirin 990 5G Octa Core, Argento, Versione Italiana
  • Huawei p40 pro utilizza i huawei mobile services (hms) anziché i google mobile services (gms); il google play store e le app di google non sono installate”; scopri come scaricare le app e sfruttare al meglio il tuo dispositivo huawei su consumer.huawei.com/it/campaign/all-in-one/
  • Acquista huawei p40|p40 pro fino al 14.06 e ricevi in omaggio i nuovi auricolari true wireless huawei freebuds 3i ed il huawei watch gt2 e; operazione a premi, regolamento su consumer.huawei.com/it romo/bundle_p40p40pro
  • Quattro fotocamere leica da 50+40+12mp e sensore tof e zoom 50x con super sensing
  • Batteria da 4200 mAh con tecnologia supercharge 40w
  • Sistema operativo android open source 10 + emui 10.1

Personalmente mi sono divertito, come non accadeva da qualche smartphone a questa parte, perché ho avuto qualcosa di diverso da configurare, ho provato qualche app che prima non usavo e c’è stata una ventata di novità, oltre che appunto una scheda tecnica di quelle da lasciare la mandibola a terra. In ogni caso vi consiglio assolutamente di non utilizzare i Services di Google su P40 Pro: per quanto mi riguarda la sicurezza ha un certo costo e non mi sento di consigliare le procedure alternative. Sfruttate appieno ciò che offre per voi attualmente e forse troverete il meglio di Huawei P40 Pro.

Categorie
Offerte

Auricolari AUKEY B60 per gli sportivi: offerta con codice sconto

:+1:

La segnalazione rapida che voglio farvi riguarda gli auricolari sportivi AUKEY della serie B60. Sono davvero molto comodi se vi piace correre perché non sfuggono mai! Il nome in codice è EP-B60 e potete trovare qui la nostra recensione.

Con il codice sconto potete comprarle a 29,99€ invece di 39,99€. Il codice è J96W9KUU e sarà valido fino al 15 Maggio.

Offerta
AUKEY EP B60
129 Recensioni
Lenovo L27i Monitor, Display 27" Full HD IPS, Bordi ultrasottili, Risoluzione 1920 x 1080, 250 nits, 4 ms, 75 Hz, HDMI+VGA, Black
  • Display 27" Full HD con risoluzione 1920 x 1080: questo monitor da 27 pollici Full HD IPS consente di godere di dettagli cristallini e colori vivaci da ogni angolazione
  • 250 nits: per la giusta luminosità del tuo schermo
  • Il tempo di latenza di 4 ms ottimizza la responsività dello schermo e la funzionalità adattiva AMD FreeSync è il condimento finale per ridurre artefatti visivi e disallineamenti dell'immagine
  • Input HDMI+VGA: le porte VGA, HDMI e Audio Out ti consentono di soddisfare ogni tua esigenza, che sia relativa al lavoro o per il tuo intrattenimento
  • Frequenza 75 Hz

Seguimi su Telegram, sul canale AffariConTec, dove condivido con ognuno di voi offerte particolari, articoli o guide che ho pubblicato sul sito. E ovviamente non mancheranno altri codici sconto! Ti aspetto!