Categorie
PC

Asus ad IFA 2019: tante novità in arrivo

In occasione di IFA 2019, i Co-CEO di ASUS S.Y. Hsu e Samson Hu hanno avuto il piacere di presentare una nuova linea di prodotti ProArt per la creazione di contenuti, ProArt StudioBook One, ProArt StudioBook Pro X, ProArt Station D940MX e ProArt Display PA32UCG, il nuovo dispositivo wearable VivoWatch SP, e il nuovo laptop aziendale ASUSPRO B9. E ancora l’azienda ha annunciato l’arrivo sul marcato europeo dei notebook ZenBook Pro Duo e ZenBook Duo e ed anche del tanto atteso smartphone da gaming ROG Phone II Ultimate Edition.

 

ACER ad IFA 2019: le principali novità

Tra i tanti prodotti presentati che vi abbiamo elencato nel paragrafo precedente ci soffermiamo in particolare sui due notebook (ZenBook Pro Duo e ZenBook Duo) e sul ROG Phone II.

L’ASUS ZenBook Pro Duo (UX581) è un PC ultra-portatile con ASUS ScreenPad Plus, un touchscreen che funge da schermo oltre ad un processore Intel Core di nona generazione, fino a 32GB di RAM, uno memoria interna da 1 TB di tipo SSD e una scheda grafica NVIDIA GeForce RTX 2060. Infine abbiamo lo schermo da 15.6 pollici con risoluzione 4K UHD (3840 x 2160) convalidato PANTONE. e un touchscreen OLED HDR con certificazione VESA DisplayHDR TrueBlack 500. Accanto a questo notebook è stato poi presentato anche lo ZenBook Duo da 14 pollici, device con le medesime specifiche tecniche del Pro Duo ma con processore fino a Intel Core i7 di decima generazione, con scheda grafica GeForce MX250 e con schermo FHD NanoEdge convalidato PANTONE e ScreenPad Plus FHD.

Infine è opportuno spendere qualche parola sul ROG Phone II Ultimate Edition con storage UFS 3.0 fino a 1TB e con modem 4G LTE Cat. 20 che garantisce sino a 2Gbps di velocità di download. Abbiamo poi un processore Snapdragon 855 Plus con frequenza di clock da 2.96GHz ed uno schermo AMOLED con velocità di refresh a 120Hz/1ms. Il tutto è sorretto da una batteria da 6000 mAh.

 

Le parole dell’azienda

Vi lasciamo con quanto dichiarato da S.Y. Hsu, Co-CEO di ASUS “Sono entusiasta di essere a IFA quest’anno e di poter celebrare i 30 anni di innovazione di ASUS lanciando un’incredibile gamma di nuovi prodotti per i consumatori di tutta Europa” e ancora “Queste ultime creazioni sono un esempio concreto della nostra attenzione nel fornire a professionisti, consumatori e videogiocatori soluzioni che consentano loro di svolgere il loro lavoro in maniera ottimale, vivere uno stile di vita migliore e godersi esperienze di intrattenimento al meglio.”

 

E voi cosa ne pensate di questi nuovi arrivi di casa ACER ? Quale preferite?

Fatecelo sapere su Facebook, Twitter, Instagram e seguiteci anche su Youtube (canale TeamTech)!

Categorie
PC Recensioni

Acer Nitro 5: la mia recensione. Potente, silenzioso ed economico.

Acer Nitro 5 è un notebook gaming economico, adatto per i gamer che non possono o non hanno voglia di spendere cifre troppo alte per giocare e che vogliono giocare in ambienti diversi della casa o portarlo in giro con sè in vacanza o all’università. Un ostacolo che frena molti utenti dall’acquistare un PC da gaming è infatti il prezzo troppo alto, dovuto alla dotazione di un processore di un Core i7 e una GPU dedicata, ma soprattutto all’elevato grado di ingegnerizzazione, frutto di un compromesso tra estetica e dissipazione termica.

Configurazioni

Acer Nitro 5 è disponibile in molte configurazioni differenti, che potete trovare in questa pagina. Il modello che ho provato è quello che fa parte della serie AN512-52, che rispetto alla serie uscita da poco (AN515-54), differisce per la dotazione della GPU (GTX 1050Ti / 1060 contro la nuova GTX 1650).

La serie AN512-52 è composta da 3 prodotti differenti:

NH.Q3LET.012

  • Windows 10 Home
  • Processore Intel® Core™ i7-8750H Hexa-core 2,20 GHz
  • NVIDIA® GeForce® GTX 1050 Ti con 4 GB memoria dedicata
  • Display 15,6″ IPS Full HD (1920 x 1080) 16:9
  • 16 GB, DDR4 SDRAM
  • 1 TB HDD, 128 GB SSD

NH.Q3MET.005

  • Windows 10 Home
  • Processore Intel® Core™ i5-8300H Quad-core 2,30 GHz
  • NVIDIA® GeForce® GTX 1050 con 4 GB memoria dedicata
  • Display 15,6″ Full HD (1920 x 1080) 16:9 IPS
  • 8 GB, DDR4 SDRAM
  • 1 TB HDD, 128 GB SSD

NH.Q3XET.002

  • Windows 10 Home
  • Processore Intel® Core™ i7-8750H Hexa-core 2,20 GHz
  • NVIDIA® GeForce® GTX 1060 con 6 GB memoria dedicata
  • Display 15,6″ IPS Full HD (1920 x 1080) 16:9
  • 16 GB, DDR4 SDRAM
  • 1 TB HDD, 128 GB SSD

La configurazione che ho provato nello specifico è l’ultima delle 3, con l’aggiunta di ulteriori 16GB per un totale di 32GB di RAM.



 

Design

Come ogni notebook gaming che si rispetti, l’estetica è aggressiva, dominata dal contrasto tra nero e rosso. Il rosso della retro-illuminazione LED della tastiera si abbina al rosso acceso della barra che collega le giunzioni tra display e tastiera, e alla finitura rossa attorno al touchpad.

Lo chassis è interamente in plastica ma il design in finto carbonio è ben rifinito e riesce a donare nel complesso quella sensazione premium capace di distinguerlo dai soliti “plasticoni” di Acer. Anche la forma è particolare, con i bordi che seguono una forma semi esagonale. A piacermi di meno sono le cornici, un filo troppo grandi rispetto ad altri portatili che possiamo trovare sul mercato, e il logo acer sul retro, che avrei preferito fosse di colore rosso.

Il design nel complesso mi è piaciuto e apprezzo come Acer non abbia voluto rinunciare al fattore estetico anche su un portatile di fascia economica.

Porte e connessioni

Per uno che utilizza un Macbook come me, vedere così tante porte su un notebook è una gioia. Sul lato destro, oltre agli ingressi per il jack delle cuffie e per l’alimentatore, troviamo due porte USB 2.0. Sul lato sinistro, escludendo il Kensington lock per evitare furti, troviamo un ingresso per la Ethernet, una porta USB 3.0, una ingresso ad HDMI e una parta USB 3.1, per un totale di 4 porte USB. Mancano sia la Thunderbolt 3 che la DisplayPort, ma non è un notebook che utilizzerei per giocare con un monitor esterno.

Display

E’ forse la nota dolente di questo Nitro 5. Si tratta dello stesso pannello da 15 pollici utilizzato nel precedente Nitro 5 (uscito nel 2017), nè più nè meno.

Acer Nitro 5

Di buono ha che si tratta di uno schermo opaco e che quindi non riflette la luce del sole all’aperto o il nostro volto durante le scene buie di un film o di un gioco. La qualità però non è molto alta dato il rapporto di contrasto un po’ basso, che si riflette in una profondità dei neri scarsa. Guardare un film su questo monitor non è il massimo e ho trovato difficoltà in alcuni momenti giocando con Metro Exodus, gioco ricco di scene buie. Anche la riproduzione dei colori non è impeccabile, ma su questo ho trovato il modo di risolvere calibrando i colori in maniera ottimale. Anche la luminosità massima non è delle migliori, e all’aperto è quasi del tutto inutilizzabile.

Prestazioni

La GTX 1060 si è comportata benissimo davanti a tutti i giochi che abbiamo provato, impostando il massimo dettaglio: The Witcher 3, Destiny 2, Fortnite, Far Cry 5 e Final Fantasy XV. Questo è dovuto al fatto che ho sempre usato il display del notebook, senza collegarlo a monitor esterni WQHD o 4K. Non è infatti ideale per questo tipo di utilizzo. Se prevedete di utilizzarlo per lo più a casa, vi consiglio di valutare l’acquisto di un PC assemblato piuttosto che di un notebook gaming, cosa che vi consentirebbe una maggiore libertà di upgrade ma soprattutto, un’esperienza di gioco a 4K, a prezzi poco distanti dal Nitro 5.

Da segnalare l’eccellente gestione del calore, fattore che solitamente è critico per un notebook gaming. Lo spessore abbondante (2.7 cm) se da un lato rinuncia all’eleganza di un profilo sottile tanto caro agli utenti Macbook, dall’altro assicura temperature sempre basse, in ogni condizione. Anche dopo ore di utilizzo, guardando video su Youtube a 4K e giocando a 1080p, il portatile è sempre rimasto tiepido, aspetto questo che allunga il tempo di vita dei componenti e riduce la possibilità di avere problemi dovuti al surriscaldamento.  Potete comunque usufruire anche delle varie modalità di risparmio energetico, regolando opportunamente la ventola.

Anche dal punto di vista del rumore acustico Nitro 5 è stato eccellente. Il Nitro 5 resta silenzioso in qualsiasi condizione, complici un sistema di raffreddamento impeccabile e una gestione delle ventole davvero ben studiata.

Una piccola parentesi sulla webcam: inutilizzabile, o quasi. La qualità è troppo bassa, e quindi se streammate su Twitch o pensate di utilizzarla per qualche call su Skype il mio consiglio è di dotarvi di una webcam esterna.

Tastiera e touchpad

La qualità della tastiera è molto buona. L’escursione dei tasti è di circa 1.6mm, comoda e ottimale anche per il gaming. I tasti sono molto reattivi, sono ben distanziati e lasciano poco spazio ad errori di battitura. Sono riuscito a scrivere velocemente e non ho fatto fatica ad abituarmi al feeling con la nuova tastiera. Quello che gli manca forse è un feedback tattile più deciso e scattoso che i gamer apprezzano, ma è un fattore di poco conto per chi gioca solo per divertirsi.

Software

La suite proprietaria di Acer inclue qualche app (che non ho utilizzato) per lo scambio di dati con altri dispositivi, ma anche qualche tool utile come il Recovery Manager e l’Acer Care Center. All’inizio dovrete perdere un po’ di tempo per disinstallare i bloatware presenti, come giochi del tipo Bubble Witch 3 Saga, Candy Crush, Disney Magic Kingdoms ecc.. e il software di editing foto e video proprietario di Acer, che non utilizzo.

Audio

La qualità del sonoro non è male. E’ potente e riesce a mantenere una buona qualità fino a poco meno del massimo volume, limite dopo il quale inizia a perdere di precisione e a diventare fastidioso. Personalmente di rado mi capita di utilizzare gli speaker del notebook, dato che preferisco sempre collegare le cuffie, per un’esperienza più immersiva.

Autonomia

L’autonomia è nella media. Sono riuscito ad utilizzarlo senza alimentatore per poco meno di 5 ore, in cui l’ho utilizzato sia per giocare che per lavorare, impostando una luminosità media dello schermo. Non è un portatile per chi vuole utilizzarlo tutto il giorno senza alimentatore chiaramente, ma d’altronde quasi nessun PC da gaming è pensato per un utilizzo di questo tipo. Attivando le varie modalità di risparmio energetico diventa inutilizzabile per il gaming chiaramente, ma consente di utilizzarlo per qualche ora in più quando lavoriamo o vogliamo semplicemente navigare o guardare un film su Netflix.

Design8
Display6.5
Prestazioni8
Autonomia7
PRO
Design aggressivo
Ottimo rapporto qualità-prezzo
Non scalda
Silenzioso
CONTRO
Cornici troppo spesse
E' interamente in plastica
Qualità del display sotto la media
7.4
CONCLUSIONI
Se siete alla ricerca di un notebook gaming economico è, nonostante tutto, tra le migliori scelte che potete fare. E' potente, non scalda e al tempo stesso silenzioso.

Il compromesso da accettare è un design interamente in plastica e un display di qualità media, ma nonostante questo si tratta di un portatile che non può non essere preso in considerazione quando è in offerta su Amazon.

Categorie
PC

Acer: in arrivo i nuovi notebook Nitro 5 e Swift 3 con CPU Mobile AMD Ryzen 2nd Gen

Il Computex 2019 di Taipei sta per arrivare ed Acer ha deciso di non farsi trovare impreparata annunciando in anticipo due nuovi, e molto attesi, notebook: stiamo parlando del Nitro 5 (per il gaming)e dello Swift 3 (ultrasottile comodissimo per il lavoro), entrambi dotati di un processore AMD Ryzen Mobile di seconda generazione con GPU Radeon Vega. Si tratta dunque di due laptop capaci di garantire un elevata potenza di elaborazione ed una efficienza ottimale. Scopriamoli meglio ricordando che entrambi i notebook Acer saranno esposti presso la vetrina di Acer al Xinyi Plaza, Xiangti Avenue Plaza di Taipei, dal 28 maggio al 2 giugno 2019.

Nitro 5 con Ryzen: notebook per il gaming di alto livello

Il nuovo Acer Nitro 5 è un notebook con processore AMD Ryzen 7 3750H di seconda generazione e GPU Radeon RX 560X. Lo schermo misura 15,6 pollici, basato su tecnologia IPS e risoluzione Full HD con refresh rate a 144 Hz. Tra le caratteristiche si segnala un interessante rapporto display-chassis dell’80 percento. Acer Nitro 5, votato al videogaming, offre la connettività Gigabit Wi-Fi 5 con tecnologia 2×2 MU-MIMO. A livello di connettività fisica troviamo una porta HDMI 2.0, la USB Type-C 3.1 Gen 1 (fino a 5 Gbps), mentre il sistema di raffreddamento è garantito da 2 ventole con tecnologia Acer CoolBoost ed una doppia griglia di ventilazione.

Infine la tecnologia proprietaria Acer Network Optimizer ottimizza il gameplay online e la GUI (Graphic User Interface) consente agli utenti di poter modulare la larghezza di banda anche in Auto Mode. Il nuovo Acer Nitro 5 è in vendita, nella versione con display 15 pollici in Full HD IPS al prezzo di 799 Euro (ma solo dal prossimo mese di Luglio).

 

Acer Swift 3 con Ryzen: il lavoro non è più un problema

il nuovo Acer Swift 3, grazie alla dotazione del processore AMD Ryzen 7 3700U con grafica Radeon Vega offre all’utente finale ottime performance a livello sia di potenza, che di efficienza, e pertanto può essere considerato un laptop adatto ad ogni genere di lavoro. Di particolare rilievo è il comparto grafico, anche e soprattutto grazie all’opzione Radeon 540X, che ovviamente aggiunge, qualora sia scelta, ulteriori prestazioni a livello grafico.

In particolare per tutti coloro che utilizzano il notebook per attività molto impegnative quali, ad esempio, l’editing video ed il casual gaming. Questo Acer Swift 3 è dotato di uno schermo da 14 pollici in FHD IPS ed è un PC molto curato a livello estetico ed è stato realizzato in alluminio con una apertura del coperchio che arriva sino a 180 gradi garantendo una massima flessibilità. Anche il peso è interessante raggiungendo solo 1.45 kg per uno spessore di soli 17,95 mm. Il nuovo Acer Swift 3 con schermo da 14 pollici in FHD IPS sarà disponibile solo da metà agosto al prezzo lancio di Euro 649.

Conclusioni

Si tratta dunque di due notebook di ultima generazione, l’uno adatto a chi ama giocare al PC (Nitro 5), e l’altro utilissimo per coloro che lavorano molto con il computer (Swift 3). Rimaniamo comunque in attesa di saperne di più circa le loro specifiche tecniche visto che le stesse potranno variare in base al paese di commercializzazione.

Cosa ne pensate dei nuovi Acer Nitro 5 e Swift 3 con processori Mobile AMD Ryzen di seconda generazione? Ne comprereste uno?

Fatecelo sapere su Facebook, Twitter, Instagram e seguiteci anche su Youtube (canale TeamTech)!

Categorie
Guide Guide all'acquisto PC

I migliori notebook gaming economici (sotto i 1000€ !!) – 2019

Premessa: se vi serve un buon PC per giocare senza spendere troppo, la scelta migliore è quella di assemblare un PC desktop, scelta che vi consente anche di aggiornare i componenti con più facilità, aumentando la longevità del PC.

Questa guida sui migliori notebook da gaming economici è per chi vuole giocare fuori casa: all’università, sul treno o a casa di amici. Ma non solo. Comprare un notebook da gaming può essere sensato anche per chi ha bisogno di un notebook dalle elevate prestazioni anche per scopi diversi dal gaming, come il montaggio di video ad alta risoluzione (a 4K).

Purtroppo non è assolutamente facile trovare notebook da gaming a costi ragionevoli, proprio perchè al loro interno ci sono componenti, scheda video in primis, che ne fanno lievitare il prezzo. Se non volete rinunciare a prestazioni top, dovrete mettere in conto una spesa di oltre 2000 euro. Se invece cercate un buon compromesso tra prezzo e prestazioni, allora potete prendere in considerazioni i modelli che vi presentiamo in questa guida.

Un ultimo consiglio: per risparmiare dovrete mettere in conto anche l’acquisto su store online diversi da Amazon, come Gearbest o Bangood, che sono diventati un riferimento soprattutto per chi è abituato a cercare smartphone a prezzi più bassi ma che negli ultimi tempi stanno offrendo anche ottimi notebook.

Questa guida verrà aggiornata costantemente anche grazie alle vostre segnalazioni. Fateci sapere cos ne pensare attraverso i commenti!

MSI GL63 8RD-618IT

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

Se vi fidate solo di Amazon e non volete comprare su siti cinesi, e avete un budget di massimo 1000 euro, MSI G63 8RD è la migliore scelta che possiate fare. Il processore i5-8300H è del 10-20% più veloce rispetto all’i7-6700/7700HQ che potete trovare in altri PC da gaming economici e la GTX 1050 Ti consente di giocare anche a 60fps a patto di rinunciare a settare il massimo livello di dettagli nei giochi più pesanti. Ma i vantaggi di questo modello rispetto agli altri sono l’altissima qualità del sonoro e il basso livello di rumore. Se il primo vantaggio è di poco conto per chi gioca in solo in cuffie il secondo è un fattore estremamente importante per chi gioca fuori casa, dato che, in ambienti come l’università, le biblioteche o il treno un PC troppo rumoroso potrebbe dar fastidio a chi è seduto vicino. La buona autonomia, condita da una velocità di ricarica di sole 2 ore e le basse temperature, completano il profilo di uno dei migliori notebook da gaming economici del momento.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Peso: 2.2Kg | Spessore: 2,9cm | Sistema operativo: Windows 10 Home | Schermo: 15,6 pollici| Risoluzione: 1920 x 1080 pixel | Processore: Intel Core i5-8300H | Scheda video: Nvidia GTX 1050Ti (4GB GDDR5 ) | RAM: 8GB | Storage: 128GB NVMe PCIe SSD +1TB (SATA) | Batteria: 6-Celle / 41 Wh

Lenovo Legion Y-7000P

Talvolta uscire fuori dal recinto Amazon e degli store italiani può valerne la pena. Comprare questo modello su Gearbest vi consentirà di risparmiare oltre 300 euro, dato che su Gearbest lo potete trovare ad un prezzo di circa 900 euro (890 euro il prezzo attuale). Parliamo della configurazione con la GTX1050/Ti e processore Intel Core i5-8300H, che include anche un’ampia memoria SSD da 512GB. Il design è decisamente accattivante, grazie alle cornici sottilissime del display e uno spessore non troppo pronunciato. Lo schermo non è il massimo come precisione dei colori (cosa di cui preoccuparsi solo se siete dei graphic designer) ma è comunque uno dei migliori nella fascia economica, anti-riflesso e capace di un ottimo livello di luminosità. La durata della batteria però non è del tutto convincente, e non è quindi la scelta più indicata per chi non ha la possibilità di sfruttare una presa di corrente. Inoltre la rumorosità è nella media e non è quindi silenzioso quando l’MSI GL63 8RD-618IT presente in questa guida. Nonostante questo a 900 euro, il Lenovo Legion Y-7000P non può non meritare l’attenzione di chi cerca un notebook da gaming sotto i 1000 euro.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Peso: 2.35Kg | Spessore: 2,38cm | Sistema operativo: Windows 10 Home | Schermo: 15,6 pollici| Risoluzione: 1920 x 1080 pixel | Processore: Intel Core i5-8300H | Scheda video: Nvidia GTX 1050 (2GB GDDR5 ) | RAM: 8GB | Storage: 512GB SSD | Batteria: 3-Celle / 57 Wh

Xiaomi Mi Gaming Laptop

Xiaomi non sforna solo ottimi smartphone ma anche ottimi PC, e Xiaomi Mi Gaming Laptop ne è un esempio. Esteticamente si presenta come un PC molto più sobrio rispetto alle linee esageratamente aggressive a cui siamo abituati sui PC da gaming. Il prezzo dipende dalle varie configurazioni disponibili. Il modello che prendiamo in considerazione in questa guida è quello con processore Intel Core i5-8300H, affiancato da una GPU Nvidia GeForce GTX 1050 Ti con 4 GB di RAM GDDR5 dedicata e uno storage SSD NVMe Samsung da 256 GB. Lo schermo, se è vero che offre solo 60Hz (come tutti gli altri notebook di questa guida), offre bassissimi livelli di riflessi. Le prestazioni sono ottime e consentono di impostare i dettagli al massimo in molti giochi.

Tra i vantaggi principali di questo modello il sistema di dissipazione impeccabile, che riduce le temperature a livelli accettabili anche dopo ore di gioco. L’altra faccia della medaglia è il livello di rumorosità, che a massimo regime potrebbe risultare piuttosto fastidioso. Xiaomi Mi Gaming Laptop è per chi non vuole un notebook dal design aggressivo e che, è alla ricerca di alte prestazioni non per forza orientate al gaming. E’ possibile trovarlo online ad un prezzo di circa 1000 euro ma solo in occasione di particolari offerte su Gearbest.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Peso: 2.7Kg | Spessore: 2,1cm | Sistema operativo: Windows 10 Home | Schermo: 15,6 pollici| Risoluzione: 1920 x 1080 pixel | Processore: Intel Core i5-8300H | Scheda video: Nvidia GTX 1050 Ti (4GB GDDR5 ) | RAM: 8GB | Storage: 264GB SSD + 1TB HDD | Batteria: 4-Celle / 55 Wh

HP Pavilion Gaming 15-cx0013nl

HP - Gaming Pavilion 15-cx0013nl Notebook, Intel Core i5-8300H, RAM 16 GB, SSD 128 GB, SATA 1 TB, NVIDIA GeForce GTX 1050 4 GB, Windows 10 Home, Schermo 15.6
Prezzo consigliato: 1099.99€
Risparmi: 80€ (7%)
Prezzo: 1019.99€


Se siete alla ricerca di un PC dal design sobrio da utilizzare non solo per il gaming, la serie Pavillon Gaming 15 di HP (in particolare la 15-cx0013nl venduta su Amazon) potrebbe essere un’altra valida scelta. Esteticamente non ha nulla che richiami le linee aggressive di un notebook pensato per il gaming: il logo è in colore argento e la retroilluminazione della tastiera è bianca, ed è quindi ideale anche per un utilizzo business. Dal punto di vista tecnico offre una buona base per il gaming senza troppe pretese, grazie ad un processore Intel i5-8300H, 16GB di RAM e la scheda video Nvidia GeForce GTX 1050 (non Ti) con 4GB di GDDR5 dedicata.

Ma anche qui la sicurezza di acquistarlo su Amazon o su siti e-commerce italiani si paga in termini di prestazioni: nel caso di HP Pavilion Gaming 15-cx0013nl è il display a farne le spese. La qualità del display è inferiore rispetto agli modelli presentati in questa guida soprattutto dal punto di vista della luminosità, e soffre quindi negli ambienti luminosi. La situazione peggiora se utilizzato all’aperto, con la luce del sole che appiattisce il livello di contrasti. La durata della batteria è nella media, così come la rumorosità delle ventole, aspetto che non è da trascurare in un notebook. Tra le note positive vale la pena segnalare invece una buona qualità del sonoro, grazie agli altoparlanti targati B&O. Quest’ultimo vantaggio però diventa trascurabile se giocate esclusivamente in cuffie.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Peso: 2.4Kg | Spessore: 2,5cm | Sistema operativo: Windows 10 Home | Schermo: 15,6 pollici| Risoluzione: 1920 x 1080 pixel | Processore: Intel Core i5-8300H | Scheda video: Nvidia GTX 1050 (4GB GDDR5 ) | RAM: 16GB | Storage: 128GB SSD + 1TB SATA 1 | Batteria: 3-Celle / 52,5 Wh

Categorie
PC Recensioni

Logitech G Pro: RECENSIONE | Pulito, sobrio e preciso

Il mouse Logitech G Pro è l’ultimo mouse da gaming che mi è capitato di provare di recente, soprattutto attratto dalle forme molto più pulite e sobrie rispetto a quelle dei mouse dai gaming che ormai si trovano facilmente online. Se siete però incuriositi dai mouse di alta fascia, vi consiglio anche di leggere la mia recensione del mouse G502 Hero (di ultimissima fattura). Il mouse G Pro di Logitech si può considerare adatto agli esport e nella sua forma semplice aiuta tantissimo chi cerca la funzionalità con gli FPS. Infatti il nome Pro deriva proprio dalla parola professionista e Logitech ha chiesto l’aiuto di molti gamer professionisti per creare una soluzione che fosse davvero indicata per loro.

 

La mia prova del Logitech G Pro

Io ho provato la versione wired, ma sul mercato è stata rilasciata anche la versione wireless che ha un prezzo decisamente alto (150€ circa sul sito ufficiale). Tornando in tema di recensione la prima domanda a cui rispondere riguarda soprattutto la vostra presa: con una presa di tipo palm grip, vi troverete benissimo. Le dimensioni non sono esagerate, perché parliamo di 11 cm di lunghezza e quindi risulta un po’ più piccolo della mia mano. Se avete le mani molto grandi, potrebbe essere abbastanza scomodo estendere tutta la mano sulla superficie del mouse. La forma è simmetrica e i pulsanti aggiuntivi sono posizionati sulla sinistra, motivo per cui è un mouse particolarmente indicato per i destri.

Il mouse Logitech G Pro ha una serie di benefici che possono aiutare chi cerca la semplicità, difatti sul tappetino scorre in maniera fluida, risponde reattivamente ad ogni sollecitazione. Purtroppo però è il cavo in stoffa che crea qualche limite perché quando ci si sposta rapidamente è quello che fa attrito e risulta un po’ pesante o capace di sbilanciare il nostro utilizzo. Il tutto però si bilancia considerando il peso light che si ferma sotto ai 100 grammi complessivi.

 

Il sensore di Logitech G Pro è davvero prestante

Il mouse integra un sensore che può arrivare fino a 12.000 DPI e, onestamente, non vado quasi mai a questo livello, fermo restando che sono abbastanza scarso negli esports 😉 In generale si avverte un senso di prestazioni elevatissime e se lo rapporto al G502 Hero che avevo provato poco tempo, mi sento di poter dire che per il mio utilizzo potrei tranquillamente virare su questa soluzione per risparmiare qualcosina. Rimanendo sempre in tema di sensore e di prestazioni elevatissime, bisogna anche aggiungere che il software Logitech Gaming si conferma intuitivo e adatto nell’utilizzo: si possono personalizzare i pulsanti, si sceglie di quanti DPI salire o scendere con i pulsanti e si possono creare i propri profili a seconda di quale giochi stiamo andando a considerare. Sempre da software possiamo calibrare anche la superficie di utilizzo, in modo da adattare il sensore ottico al tappetino. Se avete un tappetino di stoffa, lo adatterete a questo, se utilizzate un tappetino di plastica rigida vi sposterete verso un’altra soluzione e via discorrendo. Logitech garantisce molta versatilità nell’uso del suo mouse e lo integra benissimo nel software scaricabile dal sito ufficiale.

Nota sul colore: io sono patito di LED e anche in questo caso si può andare a giocare sui colori e sull’intensità. Il Logitech G Pro integra sulla superficie una bel “sorriso” che può virare secondo il classico flow di colori oppure si può impostare su un colore e si abbina facilmente alla propria tastiera. Il LED può essere quindi personalizzato in ogni aspetto.

 

Logitech G Pro: per chi?

Scopri la migliore offerta su Amazon.it  

 

Logitech G Pro non è un mouse per tutti, o meglio, è per molti: innanzitutto lo consiglio a chi apprezza i mouse simmetrici, semplici, non troppo aggressivi nel design e con il giusto numero di tasti. E’ un mouse indicato a chi cerca un sensore molto prestante e si vuole avvicinare al mondo degli esport professionistici. Il peso leggero lo rende adatto, secondo me, a sessioni prolungate senza sentire troppo la fatica. Se dovessi pensare a dei concorrenti di altre marche lo paragonerei a Razer Deathadder Chroma, al Steelseries Rival 600 e al Corsair Glaive, anch’essi simmetrici, leggeri e con un prezzo più o meno simile (a seconda della precisione del sensore). Il sensore del Logitech G Pro scorre fino a 12000 DPI, il che lo rende estremamente preciso (anche in fase di produttività se vi occupate anche di editing video/foto oltre che di videogaming) e comodo anche se non arrivate a questi livelli di DPI. Per chiudere la recensione vi devo segnalare l’aspetto che meno mi ha convinto: il cavo risulta un po’ rigido e rende macchinoso lo spostamento se non gli lasciate il giusto spazio di manovra.

Quando è uscito sul mercato era parecchio costosetto, ma ora che si può comprare intorno ai 55€ su Amazon.it penso sia una soluzione davvero intrigante per provare un pizzico di esport in modalità Pro. Anche Amazon’s choice, motivo in più per valutarne l’acquisto.

Se invece siete alla ricerca di un mouse e non avete ancora deciso quale è quello giusto per voi, dovete assolutamente leggere la nostra guida ai migliori mouse da gaming dell’ultimo anno.

 

Se avete dubbi o domande potete scrivermi qui nel box dei commenti o, ancora meglio, venite a trovarmi su Instagram, il mio account è simplyzod oppure quello di tecnologici.