Categorie
Default Indossabili PC

Huawei Matebook: nuova ricchezza per l’ecosistema Huawei

Non manca molto all’annuale appuntamento tecnologico con il Mobile World Congress di Barcellona e Huawei ha iniziato già ad incuriosirci con il lancio di nuovi prodotti. L’ecosistema del colosso cinese si amplia oggi grazie a quattro nuovi devices, che arricchiscono l’offerta di prodotti nel campo PC e wearable. Scopriamone insieme le caratteristiche!

Huawei MateBook: la nuova frontiera dei notebook

Sono i portatili a rubare la scena: i nuovissimi MateBook X Pro 2019, MateBook D 14” e 15” nascono per portare l’esperienza del mobile Huawei anche nel prodotto tecnologico più innovativo ed amato di sempre. L’intera serie è caratterizzata da un bellissimo e accurato design, con schermi borderless FullView che donano un’esperienza d’uso totalizzante. 

Vero gioiello della gamma, Huawei MateBook X Pro 2019 si presenta con display da 13,9” e rapporto screen-to-body pari al 90%, spessore di 14,6 mm e peso di soli 1,33 kg. Le specifiche tecniche testimoniano processore Intel® Core™ i7-8565U di 8° generazione e memoria interna da 512GB. Ma l’attenzione è tutta rivolta alla tecnologia Huawei Share 3.0 OneHop, che permette di rendere davvero interattivo il dispositivo, connettendolo al proprio smartphone e trasferendo in modo semplice e veloce foto e video. 

I notebook Huawei MateBook D 14” e 15” puntano tutto sulla loro potenza con il nuovo processore AMD Ryzen™ 5 3500U e sul design, grazie al display FullView dall’ottima risoluzione. Tante le innovazioni portate da Huawei in questi dispositivi e che li rendono sempre più vicini a quanto ormai siamo abituati a vedere sugli smartphone: prima di tutte, il lettore di impronte digitali, che rende immediato e veloce lo sblocco del PC. Interessante anche la posizione della fotocamera, che si colloca innovativamente sulla tastiera e risulta a comparsa. Uno stratagemma utile all’ottimizzazione dei bordi, ma anche garanzia di maggiore sicurezza e praticità. Anche qui troviamo la tecnologia Huawei Share per un’esperienza Multi-Screen unica nel suo genere.

A concludere la presentazione di oggi ci pensa il nuovo Huawei Band 4 Pro, lo smartband per gli sportivi, che arriva a calcolare il livello di ossigeno nel sangue, oltre che a monitorare frequenza cardiaca e sonno. 

La disponibilità di questi dispositivi arriverà a breve e sappiamo già anche i loro prezzi: Huawei MateBook X Pro 2019 sarà venduto a 1.699€, mentre i MateBook D rispettivamente a 699€ per la versione 14” e 649€ per il 15”. Se siete interessati all’acquisto, non perdete tempo: acquistando Huawei MateBook X Pro 2019, dal 30 gennaio al 12 febbraio potrete ricevere Huawei Watch GT 2 Matte Black e il pacchetto Microsoft Office con solo 1€ in più!

 

Categorie
Default

AMD lancia la nuova linea Ryzen PRO serie 3000: i processori per il mondo enterprise

La celebre casa americana AMD, da sempre famosa nel mondo per creare componenti PC di alto livello, ha annunciato in questi giorni tante novità: nasce infatti oggi la nuova linea di processori desktop AMD Ryzen PRO 3000, insieme ai nuovi processori AMD Ryzen PRO e AMD Athlon PRO, entrambi con grafica integrata Radeon Vega. 

Questi nuovissimi processori sono pensati per il mondo del business, per garantire le massime prestazioni nell’ambito enterprise. Disponibili a partire dal 4° trimestre 2019, essi saranno integrabili con i PC aziendali potenti HP e Levono, per combinare alti livelli di performance, sicurezza e affidabilità commerciale. 

Le parole d’ordine: prestazioni e protezione

Le nuovissime CPU AMD Ryzen 9 PRO 3900, AMD Ryzen 7 PRO 3700 e AMD Ryzen 5 PRO 3600 sono basate sull’architettura 7nm “Zen 2”, in grado di adattarsi ad ogni contesto aziendale e garantire al tempo stesso sicurezza e prestazioni di livello. Grazie alle loro caratteristiche, la velocità è assicurata: i processori Ryzen PRO si attestano circa il 127% più veloci dei competitors nel data-crunching, dimostrando un’elevata affidabilità nei più svariati settori business, dalla risoluzione di equazioni alla simulazione di modelli complessi. 

L’elevata protezione garantita dalla nuova linea di processori AMD è possibile grazie alla tecnologia proprietaria GuardMI, in grado di difendere il PC dagli attacchi esterni e che rende ottimale e sicura l’integrazione di queste componenti con desktop HP e Lenovo. 

Per far spazio ai nuovi processori AMD Ryzen PRO, HP ha sviluppato la altrettando nuova serie HP EliteDesk 705 G5, mentre Lenovo ha potenziato la propria offerta sui PC ThinkCentre, irrobustendo la famiglia di desktop che da oltre 10 anni si fa forte del contributo di AMD.

Il contributo di AMD nel mondo del business è radicato oramai nell’esperienza di partnership che da anni lega questa casa a tutti i PC che quotidianamente, ovunque, vengono utilizzati nei più disparati settori enterprise. La nuova serie non fa che rendere più forte questo legame e più avanzata l’offerta messa a disposizione da AMD, in grado di permetterci di sviluppare i nostri business nel mondo più veloce, performante e sicuro che il mondo richiede. 

E voi? Cosa pensate dei nuovi processori AMD? Siete ansiosi di provare un PC che integri queste componenti nel vostro lavoro? Lasciateci le vostre impressioni nei commenti e continuate a seguirci sui canali social!

Categorie
Default

Lo sfondo del nuovo iPhone 11 [scaricabile QUI]

Dopo i wallpaper dei nuovi Google Pixel 4 per par condicio pubblichiamo anche lo sfondo dei nuovi iPhone 11, creati per il nuovo iOS 13. E’ decisamente più colorato ed allegro rispetto al wallpaper dei Pixel 4, che riflette invece la ricerca di uno stile flat/minimal tipico di Mountain View.

Per scaricare il wallpaper e impostarlo come sfondo dell’iPhone è sufficiente cliccare sull’immagine qui in basso e premere a lungo il dito sullo schermo e salvarla nell’iPhone. Successivamente da Impostazioni, toccare Sfondo > Scegli un nuovo sfondo per poi impostare l’immagine come Schermata Home o Blocco schermo (o entrambi).

Categorie
Default

Huawei FreeBuds 3: meglio delle AirPods?

Trovare un alternativa Android alle AirPods di Apple non è semplice, nonostante le ormai iconiche cuffiette true wireless di Apple rientrino tra i prodotti più imitati dalla concorrenza. D’altronde la comodità delle cuffiette true wireless è indiscutibile, e se la comodità incontra la qualità del suono, ecco che si spiega come Apple sia riuscita a venderne oltre 30 milioni di unità in tutto il mondo. 

Resta però arduo trovare un’alternativa per Android delle AirPods. Tanti utenti trovano fastidiosi gli auricolari in-ear, ovvero quelli con il gommino. Altri modelli restano poco saldi nell’orecchio, altri ancora hanno una bassa qualità audio. Tutti questi motivi hanno spinto anche molti utenti che non hanno un iPhone a comprare le AirPods, dato che sono utilizzabili anche con uno smartphone Android (rinunciando chiaramente ai comandi vocali).  

A quanto pare però le cose stanno cambiando e anche su Android stanno iniziando ad uscire delle true wireless degne, se non meglio, delle AirPods. All’IFA 2019 sono state presentate le Huawei FreeBuds 3, che hanno la stessa conformazione delle AirPods e che si ricaricano all’interno della custodia, ma che portano con loro diversi vantaggi. 

Quali sono i vantaggi delle Huawei FreeBuds 3 rispetto alle AirPods? 

  1. Autonomia superiore: l’autonomia delle FreeBuds 3 sarà superiore a quella delle AirPods di almeno 1 ora, stando a quanto dichiarato da Huawei. 4 ore di ascolto, anzichè 3, con ben 20 ore di ricarica garantite dalla custodia. 
  2. Cancellazione di rumore attiva: le AirPods hanno lo svantaggio di non avere alcuna cancellazione attiva del rumore ambientale. Questo vuole dire che, se ci troviamo in ambienti rumorosi, siamo costretti ad alzare il livello di volume. Le Huawei FreeBuds avranno invece un chip dedicato, il Kirin A1, che utilizza un processore audio DSP che riconosce i rumori dell’ambiente esterno e li riduce attraverso algoritmi di cancellazione del rumore.  
  3. Colorazione black: in molti si aspettavano l’uscita delle AirPods nere, una colorazione che in molti preferiscono rispetto alle cuffiette bianche. Le Huawei FreeBuds usciranno in due colorazioni: black e white. 
  4. Bluetooth 5.1:  in ultimo le FreeBuds 3 per una connessione ancora più rapida con il dispositivo
Categorie
Default

PUMA all’IFA 2019: ecco lo smartwatch dedicato agli sportivi

Durante la fiera IFA 2019, attualmente in corso a Berlino, è stato presentato il un nuovissimo  Smartwatch PUMA, dotato di Wear OS by Google e Qualcomm Snapdragon Wear 3100. Si tratta del primo dispositivo indossabile realizzato dall’azienda tedesca in collaborazione con Fossil Group ed  è dotato di un design piacevole sia al tatto che alla vista, di una cassa sagomata in nylon e alluminio e di un cinturino realizzato in materiale ruvido e silicone al fine di rimanere il più possibile aderente e traspirante.

Si tratta però di un dispositivo indossabile adatto non solo per coloro che amano fare sport, ma anche per la vita di tutti i giorni grazie alle tre diverse colorazioni alla moda in cui è stato realizzato (nero, bianco e giallo canarino).

 

Smartwatch PUMA: specifiche tecniche e funzionalità

A livello di specifiche tecniche abbiamo una cassa da 44 mm, un display da 30 mm (1,19″ AMOLED a schermo pieno, 328 pixel per pollice), il processore Qualcomm Snapdragon Wear 3100, la tecnologia Wear OS by Google (per gli smartphone con sistema operativo Android 4.4 o versioni successive o con iOS 10 e versioni successive), ed ancora abbiamo una batteria che dura oltre 24 ore con 2 giorni extra in modalità risparmio energetico ed uno spazio di archiviazione da 4 GB e 512 MB.

Il tutto per un peso di 28 grammi. A livello di funzionalità questo dispositivo grazie alla piattaforma Snapdragon Wear 3100 consente ottime prestazioni e bassi consumi. Abbiamo poi app quali Google Fit, il GPS integrato, l’assistente vocale di Google, Spotify, Google Pay e tanto altro.

 

Smartwatch PUMA: le parole dell’azienda tedesca

Vi lasciamo con le dichiarazioni rese da Adam Petrick, direttore generale Brand and Marketing di PUMAI nostri clienti vedono la tecnologia come un must imprescindibile e ricercano uno smartwatch a sostegno del proprio stile di vita attivo”. E ancora “Siamo entusiasti di presentare il nostro primo smartwatch, che condivide il DNA con i capi di abbigliamento sportivo e le calzature PUMA. Con questo orologio al polso gli utenti avranno davvero solo bisogno di allacciarsi le scarpe, connettersi e partire”.  Non ci rimane che attendere maggiori informazioni sul prezzo e sulla disponibilità.

 

Cosa ne pensare di questo Smartwatch PUMA? Vi interessa?

Fatecelo sapere su Facebook, Twitter, Instagram e seguiteci anche su Youtube (canale TeamTech)!