I migliori mouse da ufficio sotto i 100 € [2023]

migliori-mouse-pc-100-euro

Per un professionista che si rispetti, un mouse da ufficio è il proprio migliore amico. Qualità costruttiva, ergonomia, fluidità, personalizzazione e funzioni dedicate sono ciò che si cerca. Non sempre è facile trovarle, anche in prodotti di fascia alta. Per questo motivo, in questa guida abbiamo stilato la lista dei migliori mouse da ufficio sotto i 100 euro. E’ una lista aggiornata al 2023 e che, come nostra abitudine, continuerà ad essere supportata con l’inserimento di nuovi modelli o variazioni di prezzo.

Razer Deathadder V3

ll Razer Deathadder è uno dei mousepiù iconici che esistano. Si tratta di un prodotto storico, il primo modello risale addirittura al 2006. Grazie a questa versione revisionata, la linea Deathadder continua ad essere una fra le migliori in circolazione.

I prodotti della serie Deathadder non sono mai stati adatti per mani piccole, e vale anche per questo modello. E’ un mouse abbastanza grande, e ciò comporta anche un certo peso: 101g. Un dato da tenere decisamente in considerazione in fase d’acquisto e che non lo rende consigliabile a tutti.

L’ergonomia è ottima a patto che si possieda una mano sufficientemente grande da impugnarlo correttamente e che si utilizzi una presa Palm Grip. Esteticamente la costruzione è pregiatissima, con parti in plastica lucida ed altre rivestite in gomma. Un prodotto di fascia premium. Anche la resistenza è garantita dall’elevata qualità delle plastiche impiegate.

La rotellina ha finalmente raggiunto quello standard che si richiedeva, cioè affidabilità e responsività. Per altro si può decidere se passare dallo scorrimento tradizionale alla modalità libera. Ciò può avvenire per altro autonomamente attivando la funzionalità software Smart Reel .

Il nuovo sensore Focus di Razer, con ben 26000 DPI, è eccezionale. È fluido, preciso ed affidabile, praticamente privo di difetti e decisamente brillante sia in gioco che in tutti gli altri contesti di utilizzo.

Il software Razer è valido e completo e permette moltissime opzioni di gestione della personalizzazione. Proprio tramite questo tool si controllano le 11 zone RGB del mouse.

Steelseries Aerox 5

Steelseries Aerox 5 è un mouse decisamente equilibrato: prestante, leggero, pregiato.

Il design è a nido d’ape, adatto sostanzialmente ad ogni mano ed impugnatura. La costruzione è molto buona, i LED RGB presenti ed il peso di 74g gli dà una marcia in più rispetto agli altri. Bene la rotellina, classica Steelseries cavo in paracord, piedini in PTFE e classici switch Omron. Il mouse è IP54, dunque protetto da acqua e polvere.

Il sensore è il top di gamma proprietario TrueMove Air da 18000 DPI, ma sono presenti anche angle snapping e 9 pulsanti programmabili. Questi ultimi vengono amministrati insieme a tutte le altre funzionalità e l’illuminazione LED, il tutto avviene con il tool messo a disposizione dal marchio.

La connessione wireless si avvale del Bluetooth 5.0 o dongle in confezione. In entrambi i casi risulta prestante e responsiva grazie alla tecnologia Quantum 2.0. L’autonomia può estendersi fino a 180 ore di durata e la ricarica impiega la porta USB-C.

Corsair Sabre Pro RGB Wireless

Il Corsair Sabre RGB PRO Wireless Champion Series è l’eccellenza ultraleggera di Corsair ed è possibile acquistarlo spendendo meno di 100€.

Esteticamente non è particolarmente riconoscibile, con un’estetica sobria per il tipo di prodotto e per la tradizione del marchio. E’ presente soltanto un LED RGB.

E’ però ben costruito, solido ed equilibrato in mano. L’usabilità è favorita dal peso di soli 79g, cifra contenuta tenendo conto della natura wireless del prodotto. Anche le dimensioni generali rimangono sotto la media, favorendo l’impugnatura.

La connessione al proprio PC avviene tramite Bluetooth 4.2, non recentissimo o il più consigliato dongle wireless presente in confezione. Quando è in uso quest’ultimo, la tecnologia Slipstream offre eccellenti performance e molta attenzione ai consumi.

Il sensore MARKSMAN da 26000 DPI permette una sensibilità folle e le performance in gaming sono supportane anche da tutto un pacchetto di funzionalità appositamente studiate quali polling rate 2000 Hz, angle snapping, tecnologia QUICKSTRIKE.

La batteria consente di raggiungere 90 ore di utilizzo in modalità wireless e la ricarica avviene tramite USB-C. La gestione complessiva del dispositivo impiega il software proprietario Corsair iCUE

Logitech MX Vertical

Il Logitech MX Vertical è un ottimo mouse per l’ufficio. Grazie al design verticale offre un’ottima ergonomia, una volta fatta l’abitudine, inoltre vanta caratteristiche generali di buon livello.

Questo Logitech ha dimensioni abbastanza esose, per questo non è prettamente indicato per chi ha mani piccole. Il design verticale consente di diminuire sensibilmente lo sforzo del corpo durante l’uso, ed in effetti una volta fatta l’abitudine, l’ergonomia risulta molto buona. Ricordiamo a proposito che il passaggio da un mouse tradizionale, ad uno di questo genere, non è immediato e consigliamo di effettuarlo solo se se ne avverte la necessità.

La qualità costruttiva è buona; la plastica è solida e resistente, non si avvertono scricchiolii e cigolii e il feeling è buono. Il peso di ben 130g lo rende un prodotto abbastanza pesante e ciò lo si avverte quando sarà necessario sollevare il mouse. Il feedback dei pulsanti, di cui solo 4 programmabili, è accettabile.

La rotellina è invece mediocre: la precisione è ok, ma non si può dire lo stesso della fluidità. Inoltre manca la possibilità dello scorrimento infinito, tipica della serie MX, e ciò pesa su un dispositivo che di listino ha un prezzo superiore a quello dell’MX Master 3. Anche perchè si tratta di un prodotto che mira alla produttività, è un punto in meno che va tenuto in considerazione.

Il sensore è valido ma non al top: preciso e senza particolari problemi, ma non è granchè fluido. La connettività è invece al vertice della categoria, grazie alla connessione sia tramite dongle che tramite bluetooth e la possibilità di associare fino a 3 dispositivi. L’autonomia è molto buona e il software Logitech è una garanzia.

Logitech MX Ergo

I mouse con Trackball non sono adatti a tutti, ma se è questo il genere di prodotto che si sta cercando, l’MX Ergo è uno dei migliori nel suo campo.

Le dimensioni non sono contenute tuttavia, grazie al particolare design, l’ergonomia risulterà buona per la maggior parte degli utenti. C’è però un problema: si tratta di un mouse interamente concepito per i destrorsi, e ciò è a tutti gli effetti un problema per gli utenti mancini.

La qualità costruttiva non è delle migliori, ma tutto sommato buona. E’ peggiore rispetto a quella di un MX Master ma è comunque nella media. Il peso è veramente molto alto, siamo sui 250g circa. Non dovendo però spostare il mouse, si risentirà molto meno di questo peso elevato.

Il feedback dei pulsanti è buono e lo stesso vale per la trackball: è un’esperienza d’uso molto particolare, che sicuramente non andrà a genio a tutti. In questo modello la trackball risulta fluida e precisa, non a livello di un sensore top ma all’incirca alla pari di un buon sensore ottico.

La rotellina è paragonabile a quella dell’MX vertical e vale il medesimo discorso riguardo l’assenza dello scorrimento infinito. Anche la connettività è paragonabile a quella del prodotto precedente, mentre l’autonomia risulta addirittura migliore.

Logitech MX Master 3

Il Logitech MX Master è stato fin dalla prima generazione un’eccellenza nel suo campo. Si tratta di un prodotto dedicato ai professionisti, che ha (quasi) tutto al posto giusto.

Parliamo di un mouse di dimensioni abbastanza grandi, ma grazie alla sua buona ergonomia risulterà adatto più o meno per tutti. Se si rientra poi nella categoria di coloro che hanno le mani sufficientemente grandi per usarlo al meglio, l’ergonomia risulterà eccellente. La copertura in lattice permette di avere un ottimo grip, la sezione d’appoggio per il pollice è comoda e la rotella di scorrimento laterale ed i pulsanti sono stati ulteriormente migliorati rispetto alla precedente generazione.

La qualità costruttiva è da vero top di gamma: la plastica solida e durevole restituisce un feeling di qualità e di scricchiolii e imprecisioni non vi è nemmeno l’ombra. Il peso è di circa 140g, alto ma non esagerato per questo tipo di mouse. Il feedback dei pulsanti è di buon livello mentre la rotellina è eccezionale: implementa al meglio tutte le tecnologie che Logitech ha proposto e sperimentato sulle generazioni passate.

Il sensore è ottimo: molto preciso, fluido e privo di problemi. La connettività è al vertice della categoria grazie al multi-bluetooth (per collegare fino a 3 dispositivi), ad una connessione stabile e repentina sia con dongle che con bluetooth ed infine la porta d’ingresso type-c è una chicca interessante. L’autonomia è ottima ed il software Logitech consente una personalizzazione completa dei tasti.

Previous Post

Pixel 7 Pro: Android semplice e quasi perfetto | RECENSIONE-OPINIONE

Next Post
migliori monitor ufficio 400

I migliori monitor da ufficio [max 400 €]