Guide all'acquisto News Smartphone

I migliori smartphone Android (max 250 euro)

Feb 17, 2017

author:

I migliori smartphone Android (max 250 euro)

Guida all’acquisto degli smartphone Android da massimo 250 euro

Considerare i migliori smartphone Android da massimo 250 euro è sicuramente complicato, perché stiamo parlando di una fascia di prezzo davvero delicata dove si possono trovare smartphone obsoleti, smartphone sovrapprezzati o ancora modelli che sono scesi di prezzo (ex top di gamma) e hanno assunto un appeal decisamente accattivante anche agli occhi dei consumatori che seguono di più questo mercato. Sicuramente, in questo periodo, una variazione di prezzo pesa moltissimo sulla nostra scelta e se ci fossero offerte lampo, sarebbe difficile considerarle.

Cosa cambia tra uno smartphone da 200€ e uno da 250€?

Spesso a livello di architettura hardware, specifiche tecniche e caratteristiche software le differenze sono davvero minime e ridotte all’osso, ma una delle cose che catturano l’attenzione è la presenza di design più curati e spesso l’utilizzo di materiali più pregiati donano un qualcosa di più a livello estetico che sugli smartphone più economici è difficile ritrovare.

Volete risparmiare qualcosina e vedere se perdete qualcosa? Allora da non perdere le nostre guide ai migliori smartphone da 200 euro e quelli da 150 euro. Se invece alzate l’asticella del budget la vostra lettura è la nostra guida da massimo 300€.

Quali sono le caratteristiche essenziali che deve avere uno smartphone Android da 250 euro per essere considerato nella nostra guida, ci potranno essere delle eccezioni ma saranno sempre giustificate:

– Uno schermo che deve avere almeno 4.7 pollici, per favorire l’esperienza multimediale fatta di foto e video. In questo caso abbiamo deciso di mantenere la diagonale più compatta, tenendo sempre in considerazione risoluzioni che conferiscano ai display la giusta visibilità dei dettagli e una visibilità complessiva adeguata alla fascia di prezzo. Considerato l’attuale trend degli smartphone Android che è basato su dimensioni molto importanti, vale la pena anche osservare smartphone con diagonale minore come punto di “diversità”, a questo proposito eventuali modelli compatti avranno un occhio di riguardo.
– La fotocamera deve risultare affidabile nelle condizioni più disparate e essere indicata per chi vuole farne un uso spensierato, senza perdersi nelle molteplici opzioni, spesso poco utilizzate. Inutile parlare di risoluzione o sensori, sono dati più interessanti per il reparto marketing dei produttori, le nostre scelte saranno basate sulla qualità degli scatti.
– Sul sistema operativo è complicato fare considerazioni, in generale è però importante che sia preinstallato almeno Marshmallow ormai, un’eventuale versione più obsoleta penalizzerebbe lo smartphone ed è ovvio per noi escluderlo. Invece inciderebbe positivamente nella nostra classifica la presenza di un aggiornamento ad Android Nougat.
– Features aggiuntive come il lettore di impronte digitali saranno accuratamente ponderate, soprattutto in merito alla funzionalità e all’efficacia, specialmente perché si cominciano a trovare anche su smartphone dal costo inferiore.

La guida verrà aggiornata con costanza se ci saranno nuovi smartphone da prendere in considerazione, ma se ci fosse qualche dubbio non esitate a scriverci qui di seguito nel box dei commenti e magari premiateci “Mi piace” alla nostra pagina Facebook, per aiutarci a crescere e aiutare ancora più persone nella scelta. Non dimenticate il nostro canale Telegram AffariConTec dove segnaliamo le migliori offerte tecnologiche del web.

Alcune doverose precisazioni che vi dobbiamo prima della classifica:

– In questa guida abbiamo voluto scegliere i migliori smartphone sul mercato limitandoci, come già indicato, ai soli modelli con sistema operativo Android ed un prezzo inferiore (o di poco superiore) ai 250 euro ed includendo anche smartphone cinesi;
– I prezzi di riferimento sono quelli degli store online più conosciuti (come Amazon), mediamente più vantaggiosi rispetto a quelli dei negozi fisici: è possibile quindi che i prezzi degli smartphone nei centri commerciali differiscano sensibilmente da quelli indicati su questa guida; alcuni modelli hanno un prezzo su Amazon superiore a 200 euro, ma abbiamo voluto inserirli in questa guida perché online è possibile acquistarli a meno.

E ora bando alle ciance, ecco la nostra classifica dei migliori smartphone Android sotto ai 250 euro, non dimenticatevi però il like alla nostra pagina Facebook!

La classifica dei migliori smartphone Android tra 200 e massimo 250 euro

Sony Xperia M5: il miglior smartphone Android da 300€ per resistenza ad acqua e polvere

Sony Xperia M5 è uno smartphone ufficialmente arrivato sul mercato italiano lo scorso febbraio, anche se, in realtà, la sua uscita risale a settembre 2015. Nonostante questo ritardo lo abbia penalizzato un po’ rispetto ad alcuni modelli concorrenti, il dispositivo risulta piuttosto completo e ben ottimizzato, a partire dal comparto hardware. Grazie ai 3GB di RAM, infatti, Xperia M5 è un terminale fluido e che riesce a gestire bene le funzioni quotidiane. A questo si lega una piacevole esperienza software, basata nativamente su Android Lollipop (ma ora aggiornabile a Marshmallow), e gestita in modo sapiente da Sony. L’interfaccia risulta piuttosto intuitiva, si fonde perfettamente con le feature di Google e grazie alla personalizzazione presente, ma non eccessiva, promette grande stabilità.
Il fiore all’occhiello di Xperia M5 è la fotocamera, non solo grazie al sensore principale da 21.2MP, che regala scatti impeccabili, ma anche nel settore selfie, grazie ai 13MP che arricchiscono la camera frontale.
Come Sony ci ha abituato ormai da tempo, non manca su Xperia M5 la certificazione IP68, che lo rende resistente all’acqua e alla polvere e che può rivelarsi la feature vincente per convincere il pubblico.

Sony Xperia M5: non punta sull’autonomia
Uno dei punti dolenti di Xperia M5 è l’autonomia. La batteria da 2600 mAh non riesce a sostenere l’utilizzo spinto dello smartphone, se pensiamo al forte consumo del processore e alla tanta energia richiesta dal display FHD. Difficilmente si arriva a tarda sera con un po’ di autonomia residua.
Il design non è il cavallo di battaglia degli smartphone Sony e anche questo modello ne soffre i difetti. Le linee squadrate e l’effetto mattonella non abbandonano Xperia M5 e questo può far storcere il naso ai più attenti alle curve.

Sony Xperia M5: i nostri commenti
Questo smartphone soffre un po’ il ritardo con cui è stato distribuito sul nostro mercato. Certamente, se fosse sbarcato in Italia 6 mesi prima, avrebbe riscosso maggior successo, considerato anche il prezzo di lancio decisamente alto. Al momento attuale, comunque, visto il ribasso che il costo ha subito, rimane una delle migliori scelte in questa fascia di prezzo e, nel complesso, risulta un terminale stabile, equilibrato e ben ottimizzato.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Febbraio 2016 | Peso: 143 gr | Spessore: 7.6mm | Sistema operativo: Android Lollipop 5.0.1 | Aggiornamento disponibile: Android Marshmallow 6.0.1 | Display: 5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (441 PPI) | Processore: MediaTek Helio X10 Octa-core 2.0GHz. GPU PowerVR G6200| RAM: 3GB | Memoria interna totale: 16 | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 256GB| Fotocamera principale: 21.2MP | Fotocamera anteriore: 13MP | Batteria: 2600mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi uno smartphone resistente all’acqua e alla polvere (IP68)
✔ Vuoi scattare ottime foto e anche ottimi selfie
✔ Vuoi un’esperienza software ben ottimizzata e non eccessivamente personalizzata

NON devi sceglierlo se…

✖ Non ti piacciono le linee e il design tipici degli smartphone Xperia
✖ Non vuoi essere costretto a ricaricare lo smartphone ogni giorno

 

Sony Xperia XA: comodo ma…

Sony F3111WHT Xperia XA Smartphone da 16 GB, LTE 4G, Display FHD, 1280x720 pixel, Fotocamera 13 MP, Bianco [Italia]
Prezzo consigliato: 299.9€
Risparmi: 74.38€ (25%)
Prezzo: 225.52€

Sony Xperia XA fa parte della nuova serie Xperia X di Sony, e si posiziona nella fascia di prezzo media, con un prezzo all’uscita di 299 euro, sceso a meno di 250 euro a pochi mesi dall’uscita sul mercato. Il punto di forza è l’ergonomia: è infatti comodo da tenere in mano grazie ad una larghezza inferiore rispetto alla media degli smartphone con display di pari dimensioni (5 pollici). Materiali ed assemblaggio sono di buona qualità: la back-cover è in plastica, ma il frame in alluminio e il vetro 2.5D compongono uno smartphone molto ben realizzato. Sul bordo è presente un comodo pulsante dedicato allo scatto delle foto, oltre al pulsante Sony che compensa l’assenza di un lettore di impronte.

Sony Xperia XA:
L’autonomia non è del tutto sufficiente per un utilizzo giornaliero: la batteria da 2300mAh non riesce infatti ad arrivare a sera con una singola carica con un utilizzo medio-alto, complice anche un surriscaldamento eccessivo che fa pensare ad una gestione non ottimale del processore. Altre pecche si evidenziano nel display, sia nell’insufficiente profondità dei neri che nella scarsa visibilità sotto la luce del sole, limitata anche da una tendenza a trattenere le impronte superiore alla media. La fotocamera infine è capace di una buona qualità, ma paragonabile a quella offerta da altri smartphone di fascia medio-bassa.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Maggio 2016 | Peso: 137gr | Spessore: 7.9mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5 pollici | Risoluzione: 720 x 1080 pixel (294 PPI) | Processore: MediaTek Helio P10 MT6755 Cortex-A53. GPU: Mali-T860 MP2 | RAM: 2GB | Memoria interna totale: 16GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 200GB | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 2300mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: solo d’importazione

Devi sceglierlo se…

✔ Ami scattare foto e vuoi un tasto rapido dedicato sulla scocca
✔ Cerchi uno smartphone dal design ergonomico e curato

NON devi sceglierlo se…

✖ Vuoi un dispositivo dalla lunga autonomia
✖ Non vuoi vedere spiacevoli ditate sullo schermo

Wiko Ufeel Prime


Dopo i fasti di Fever, ci si aspettava tantissimo e qualche ingrediente positivo si riscontra sicuramente in Wiko Ufeel Prime, che si fa forza di una autonomia sopra la media, garantita da una batteria da 3.000 mAh e da una architettura hardware decisamente poco energivora. Il display, inoltre, non brilla di luminosità ma si fa valere in quanto a dettagli data l’ottima risoluzione Full HD su una diagonale da 5 pollici.

Wiko Ufeel Prime: le prestazioni stentano a decollare
Questo smartphone è sicuramente ricco di RAM in dotazione, anche rispetto alle aspettative, infatti troviamo 4 GB ma manca un po’ di prestanza e velocità: il chipset Snapdragon 430, come indica anche il nome, stenta un po’ nelle operazioni di avvio delle applicazioni e fa perdere un po’ di entusiasmo nell’utilizzo quotidiano. Un altro motivo per cui, poi, Wiko Ufeel Prime non è nelle prime posizioni tra i migliori smartphone Android è la personalizzazione di Wiko, ormai un po’ datata e ancora priva di funzionalità distintive. Anche la fotocamera stenta moltissimo, dimostrando come non basta affatto un sensore ad alta risoluzione ma serve molto più lavoro da parte del produttore.

Wiko Ufeel Prime: la nostra opinione
Già dopo la presentazione a IFA 2016 qualche dubbio sull’interesse per Wiko Ufeel Prime era nato, ora dopo il lancio sul mercato, le perplessità permangono. Non è un pessimo smartphone e anzi trova sicuramente l’interesse di chi cerca uno smartphone con un display compatto e con una buona autonomia, ma in questa fascia di prezzo la concorrenza è agguerrita, per cui avanti il prossimo!

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Novembre 2016 | Peso: 150gr | Spessore: 8.7mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (441 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 430 MSM8937 Octa-Core 1.4 GHz GPU: Adreno 505 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: 25 GB | MicroSD: Sì | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: SÌ

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi uno smartphone compatto
✔ cerchi una buona autonomia
✔ se hai bisogno di tanta RAM

NON devi sceglierlo se…

✖ la fotocamera è uno dei parametri che scegli sempre
✖ vuoi uno smartphone rapido in ogni occasione

Samsung Galaxy J7 (2016): AMOLED a basso costo

Uno smartphone che arriva con il display AMOLED è sicuramente degno di nota, soprattutto perché si avvale di un contrasto che gli IPS non riescono ad avere. Questo è uno smartphone dedicato a chi vuole uno smartphone Android dal display ampio ed è disposto a rinunciare ad un po’ di prestazione, seppur vada notato che Samsung ha inserito un chip octa-core Exynos 7870 con GPU Mali T830 e il famoso binomio 2GB/16GB: questa architettura hardware fa girare le app social, da un ottimo feeling se parliamo di video, di YouTube, e riesce a far girare anche i giochi del Play Store senza troppi affanni. La fotocamera non stenta e si fa notare per scatti luminosi grazie all’apertura f/1.9 sul sensore da 13 MP.

Samsung Galaxy J7 (2016): display ottimo, ma la risoluzione…
Non siamo fissati di risoluzioni elevatissime, ma se si spende almeno 200€ e si ha in mano uno smartphone Android con display AMOLED, come il Galaxy J7 2016, è doveroso aspettarsi una risoluzione degna. Invece su 5.5 pollici troviamo una risoluzione appena HD che fa vedere qualche pixel di troppo. E’ un difetto in senso assoluto? Sicuramente no, ma i puristi lo avranno notato. L’interfaccia è la solita Touchwiz, un po’ snellita per renderla fruibile anche su uno smartphone medio gamma e quindi rientra nella categoria: odi et amo. Vi piace? Non sarà un difetto. Non vi piace? Purtroppo questa è.

Samsung Galaxy J7 (2016): la nostra opinione
Chi lo avrebbe mai detto? Galaxy J7 è uno smartphone che ci ha colpito grazie al display. Non è nitido quanto richiederebbero le dimensioni, ma la tecnologia Super AMOLED di Samsung rende questo pannello assolutamente piacevole da usare! Peccato però che il prezzo di lancio gli abbia segato le gambe, a qualche euro in meno avrebbe rappresentato una validissima alternativa tra gli smartphone Android economici. Infatti Galaxy J7 2016 ha una buona fattura in metallo, ha una architettura hardware affidabile e paga dazio solo quando si parla di multimedialità spinta (il comparto audio poteva essere più curato).

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Febbraio 2016 | Peso: 169gr | Spessore: 7.8mm | Sistema operativo: Android 6.0.1 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1280 x 720 pixel (267 PPI) | Processore: SAMSUNG Exynos 7 Octa 7870 Cortex-A53 | RAM: 2GB | Memoria interna totale: 16GB | Memoria interna disponibile: circa 11GB | MicroSD: SÌ | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 3300mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual SIM: No

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi un display con tecnologia super AMOLED
✔ vuoi la TouchWiz, intefaccia Samsung
✔ ti piace scattare spesso foto

NON devi sceglierlo se…

✖ cercavi uno smartphone potente
✖ non vuoi la TouchWiz, intefaccia Samsung

 

Moto X Play: il miglior smartphone Android da 250€ per autonomia

Motorola Moto Z2 Play Smartphone da 5,5 pollici FHD AMOLED, 4GB RAM, 64 GB ROM, Snapdragon 626 Octa-core 2,2 GHz, 12 MP Camera, 4G LTE, Android 7.1.1, Grigio Lunare
Prezzo consigliato: 499€
Risparmi: 271.21€ (54%)
Prezzo: 227.79€

Il fattore di successo di Moto X Play è sicuramente la batteria, che con una capacità pari a 3630 mAh regala prestazioni durature, in grado di arrivare fino a 48 h continuative di autonomia (secondo le fonti ufficiali).
Tra gli altri punti di forza del dispositivo va certamente nominata la fotocamera, con un comparto di notevole spessore, che vanta sensore posteriore da 21 MP e che fa di questo device un ottimo alleato per chi focalizzi la propria attenzione proprio sul settore multimediale. Connettività LTE, Android Lollipop, NFC e certificazione di resistenza all’acqua vanno a completare il quadro di specifiche di Moto X Play, che si prende di diritto un posto tra “i migliori” e garantisce prestazioni all’avanguardia, in grado di soddisfare le esigenze degli utenti.

Moto X Play: prepotenza nelle dimensioni
Fattore caratterizzante degli smartphone Motorola, e che può costituire per alcuni un “difetto”, è l’aspetto estetico, non tanto per le linee che tali dispositivi regalano, quanto per le dimensioni. Con un peso di 169 gr e spessore oltre i 10 mm, certamente Moto X Play non si classifica come mostro di leggerezza ed ergonomia.
La versione italiana non è purtroppo dotata di supporto Dual SIM e rispetto ad altri device presenti sul mercato in questa fascia di prezzo, le specifiche in ambito hardware lasciano qualche perplessità, soprattutto sul fattore memoria: 2 GB di RAM non sembrano essere “all’altezza della fascia”, anche se nella pratica mantengono delle buone prestazioni. Inoltre abbiamo anche rilevato qualche bug relativo al Wi-Fi e ad un possibile battery-drain, il vero punto di forza potrebbe essere quindi minato.

Moto X Play: cosa ne pensiamo?
Il nostro parere su Moto X Play è sicuramente positivo, per l’equilibrio che presenta lo smartphone al suo interno e la sua affidabilità. Il prezzo di vendita appare forse un po’ eccessivo: Moto X Play è uno smartphone di fascia medio-alta, ma il suo principale ostacolo è rappresentato proprio nello spettro di prezzo attorno ai 300 €. Con le ultime uscite sul mercato, tra cui il celebre Moto G4/G4 Plus., Lenovo-Motorola ha dato prova di essere tornata tra i produttori top di smartphone, in grado di regalare agli utenti dei dispositivi certamente equilibrati e soddisfacenti per tutte le richieste.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Luglio 2015 | Peso: 169gr | Spessore: 10.9 mm | Sistema operativo: Android Lollipop 5.1.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (403 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 615 Octa-core da 1.7 GHz. GPU: Andreno 405 | RAM: 2 GB | Memoria interna totale: 16 GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ | Fotocamera principale: 21 MP | Fotocamera anteriore: 5 MP | Batteria: 3630 mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ Non vuoi dover ricaricare il tuo smartphone ogni giorno (con uso medio)
✔ Presti molta attenzione alla resa fotografica
✔ Cerchi uno smartphone resistente all’acqua

NON devi sceglierlo se…

✖ In questa fascia di prezzo, vuoi una RAM più performante
✖ Vuoi uno smartphone pratico ed ergonomico

 

Elephone P9000: il top di gamma potenziato

Elephone P8 3D Cellulare originale 5,5 pollici 4G LTE Android 7.0 Smart Phone MTK6750T Octa Core 16.0MP 4050mAh Telefono cellulare con impronta digitale (rosso)
Prezzo consigliato: 179.99€
Risparmi: 54€ (0%)
Prezzo: 179.99€

Elephone P9000 è il nuovo top di gamma di casa Elephone e si presenta sul mercato con alcune novità rispetto ai suoi predecessori, mantenendosi al tempo stesso fedele su alcuni aspetti ai tratti caratteristici della gamma.
L’architettura hardware fa parte degli elementi rinnovati, vantando processore MediaTek Helio P10 e ben 4GB di RAM, che permettono, insieme, di raggiungere un’ottima qualità nelle prestazioni.
Lo smartphone si rinnova sotto l’aspetto software, grazie alla presenza nativa di Android Marshmallow 6.0, aspetto che costituisce un pregio anche in relazione ad altri chinaphonini, non ancora approdati all’ultima versione di Android. Come ci si aspetta, visti i precedenti, l’esperienza è quella stock, senza particolare personalizzazione da parte del produttore.
Sul fronte Connettività, interessante è la presenza di porta USB Type-C, sicuramente un punto in avanti sul fronte avanguardistico. Questa funzionalità permette di sfruttare il connettore reversibile, compatibile con gli altri smartphone dotati di stessa tipologia di USB.
Elephone P9000 supporta la frequenza LTE a 800 MHz. Buone notizie, quindi, per tutti gli operatori italiani, soprattutto per gli utenti Wind che si trovano spesso svantaggiati nella scelta di uno smartphone cinese.

Elephone P9000: cosa non convince
La fotocamera è l’aspetto che meno convince di Elephone P9000 e, in realtà, sembra un filo conduttore che lega l’intera gamma. Nel complesso, si ha sempre l’impressione che si potesse fare di più. Le foto hanno una qualità sufficiente, ma non convincono fino in fondo, soprattutto se si pensa che stiamo parlando di un top di gamma.
Elephone P9000 è uno smartphone Dual SIM, ma questa funzionalità è sfruttabile solo laddove si scelga di non espandere i 32GB di memoria interna. Se si volesse aggiungere, invece, una MicroSD, questa occuperà lo slot della seconda SIM.

Elephone P9000: commenti
Elephone ha saputo fare dei passi avanti con questo nuovo modello, che appare equilibrato in molti campi, a partire dalle prestazioni hardware che costituiscono un aspetto importante. L’aspetto fotocamera potrebbe orientare i più esigenti verso modelli differenti, ma certamente questo smartphone testimonia un’ottima qualità hardware e prestazioni soddisfacenti.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Gennaio 2016 | Peso: 149gr | Spessore: 7.3mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: MediaTek Helio P10 Octa-core. GPU: ARM Mali-T860 MP2 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì, fino a 256GB | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual-SIM: SÌ

Devi sceglierlo se…

✔ Cerchi uno smartphone cinese che supporti la frequenza LTE a 800 MHz
✔ Vuoi il massimo della fluidità, garantita da 4GB di RAM
✔ Vuoi connettività USB Type-C reversibile

NON devi sceglierlo se…

✖ Punti molto sulla fotocamera
✖ Non vuoi dover scegliere tra seconda SIM e MicroSD

Vernee Apollo Lite


Vernee si è fatta strada tra i produttori cinesi con modelli di sicuro appeal in quanto a caratteristiche tecniche, prestazioni e prezzo. Apollo Lite rappresenta uno dei modelli più recenti e prestanti della casa e va assolutamente d’occhio tra i migliori smartphone Android sotto ai 250 euro. E’ un piacere usare lo smartphone durante la giornata senza avere paura che si scarichi, grazie alla batteria da 3.180 mAh. La scelta di un sistema operativo non personalizzato paga assolutamente nella questione fluidità e bloatware, quindi pollice alto per il produttore.

Vernee Apollo Lite: cosa non va
Vernee Apollo Lite tentenna un po’ quando si parla di scattare foto, perché nonostante si tratti di una fotocamera con sensore da 16 MP con apertura f/2.0 non appena calano le luci, va in difficoltà e diventa davvero complesso ottenere dei buoni scatti. Di giorno o con buona luce, invece, i risultati sono appena nella media di categoria. Non viene nemmeno in aiuto la solita app Mediatek per la fotocamera, ormai priva di emozioni tanto datata.

Vernee Apollo Lite: cosa ne pensiamo
Il brand Vernee ha imparato a convincerci nel tempo e seppur siano presenti alcuni problemini, magari legati alla fotocamera, rimane comunque uno smartphone dall’indubbia qualità e dall’indubbia cura. Non è il migliore della fascia, ma rimane uno smartphone valido, specialmente se siete attratti dai cinafonini.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Settembre 2016 | Peso: 175gr | Spessore: 9.2mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1920 x 1080 pixel (401 PPI) | Processore: MediaTek Helio X20 Deca Core con GPU ARM Mali-T880 MP4 | RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: circa 26GB | MicroSD: SÌ, fino a 64GB | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 3180mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌDual SIM: SÌ

Devi sceglierlo se…

✔ cerchi prestazioni elevate
✔ ottima fluidità di sistema
✔ Autonomia almeno di una giornata
✔ scarsa personalizzazione del sistema operativo

NON devi sceglierlo se…

✖ se cerchi uno smartphone in grado di fare sempre belle foto
✖ ti serve un volume molto alto nel comparto audio

Nubia N1


Dietro ai top di gamma della casa cinese, dietro al design probabilmente un po’ anonimo, si scopre un modello molto interessante: Nubia N1 arriva quasi a sorpresa sotto ai 250 euro e si scopre davvero vicino ai best buy di categoria. Sicuramente il display da 5.5 pollici dà una grande affidabilità nell’uso quotidiano ma non ha una luminosità altissima, che forse con molto Sole perde un po’. Di certo le prestazioni sono ben accompagnate dal chipset con processore octa-core MediaTek Helio P10, abbinato alla GPU ARM Mali-T860 MP2: giocare è piacevole sul display ampio, la multimedialità è garantita e, in generale, non si sente la necessità di qualcosa “in più”. Il connubio 3GB/32GB accontenta le esigenze di tutti.
Accanto a questo, la batteria da 5000 mAh promette davvero una gestione ottimale dello sforzo richiesto dal processore. Una simile capacità ha pochi rivali sul mercato e costituisce un ovvio punto di forza di Nubia 11.
Ottime novità per tutti gli utenti italiani anche in ambito connettività, grazie al completo supporto delle bande su cui viaggia il 4G nel nostro Paese.

Nubia N1: perché ancora Lollipop?
Perché questa sciagurata scelta? Lollipop, per quanto stabile e fluido, personalizzato dalla stessa Nubia, è ormai una versione obsoleta e paga dazio sicuramente se pensiamo che ormai ci si sta preparando per l’avvento di Android Nougat sugli smartphone più recenti. Non ci sentiamo di mettere al primo posto uno smartphone che non sfrutta una versione di Android più recente. Purtroppo questo, nonostante probabili aggiornamenti, rappresenta un limite.

Nubia N1: i nostri commenti
Nubia ha dimostrato di saper fare dei buoni salti di qualità e questo modello ne è la prova. Le prestazioni sono la chiave di lettura di uno smartphone e trovare hardware di rilievo anche nelle fasce medie garantisce la possibilità di non dover spendere “patrimoni” per avere il meglio. Peccato per l’obsoleta versione del software e per delle dimensioni che non posso incontrare i gusti di tutti. Nubia N1 non può raggiungere la vetta, ma senza dubbio merita il proprio posto in questa classifica.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Luglio 2016 | Peso: 190 gr | Spessore: 8.9mm | Sistema operativo: Android Lollipop 5.1 – Nubia UI 4.0 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Helio P10 Octa-Core. GPU Mali-T860 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32 GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ, fino a 128GB | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 13MP | Batteria: 5000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: Sì

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi prestazioni di grande livello
✔ Vuoi la certezza di una buona autonomia
✔ Cerchi supporto alla banda LTE B20

NON devi sceglierlo se…

✖ Non vuoi un software “obsoleto”
✖ Non vuoi scegliere tra Dual SIM e MicroSD

Honor 6X: autonomia super e buone prestazioni

Honor 6X Smartphone da 5,5
Prezzo consigliato: 249.9€
Risparmi: 1.9€ (1%)
Prezzo: 248€


Honor 6X è uno smartphone che ha sicuramente dalla sua parte il tempo: uscito all’inizio del 2017, è uno degli ultimi arrivati nella sua fascia di appartenenza e va certamente menzionato in questa guida. Certamente, a farsi apprezzare è la sua stabilità nelle prestazioni, grazie alle specifiche di rispetto che caratterizzano una linea vincente in fascia medio-bassa.
Tra i primi punti degni di nota ci sono i materiali di costruzione, che, sebbene racchiudano un design non particolarmente innovativo, danno pregio all’aspetto complessivo. Pollice alto sicuramente per il display, un pannello sempre ben visibile, dai colori ben calibrati e soprattutto ottimo in tutte le condizioni di luminosità.
A lasciare realmente sorpresi è l’autonomia di Honor 6X, da considerarsi il suo punto di forza. Grazie alla batteria di capacità da 3340 mAh, le prestazioni in questo senso rendono lo smartphone adatto a chi punti davvero tutto sull’autonomia, superando anche il modello Honor 8, che già da sé fa un ottimo lavoro.

Honor 6X: è davvero uno smartphone del 2017?
La domanda che anticipa i “contro” riscontrati in Honor 6X vuole essere provocatoria, ma nasce da un riscontro sul sistema operativo. Honor 6X viene lanciato con Android Marshmallow 6.1 e non con la più recente versione di Nougat. L’upgrade è già pianificato, va detto, ma non sarebbe stato meglio trovare l’ultima release di Google in versione nativa, per sbaragliare ancor di più la concorrenza? A Marshmallow si affianca la UI di Huawei EMUI, anch’essa nella versione “meno recente” rispetto a quella che si trova su dispositivi aventi Android Nougat (come Huawei P8 Lite 2017).
Sebbene presenti la Doppia Fotocamera sperimentata ormai su vari modelli dalla compagnia Huawei, Honor 6X, su questo fronte, non soddisfa al 100%, portando a risultati più carenti rispetto a ciò che si riscontra, ad esempio, per Honor 8.

Honor 6X: i commenti
Honor 6X ha senza dubbio soddisfatto le aspettative di cui lo si era caricato, dimostrandosi un ottimo smartphone ad un prezzo competitivo. Peccato per alcuni aspetti, prima fra tutti l’assenza di Android Nougat, ma complessivamente si tratta di un dispositivo più che soddisfacente per chi cerchi una autonomia con pochi pari, uno smartphone fluido, reattivo ed anche Dual SIM. Insomma, uno dei migliori smartphone nella fascia di prezzo cui appartiene.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Gennaio 2016 | Peso: 162gr | Spessore: 8.3mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0.1 – UI: EMUI 4.1| Aggiornamento disponibile: Pianificato per Android Nougat | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (403 PPI) | Processore: HiSilicon Kirin 655| RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: circa 21GB | MicroSD: SÌ | Fotocamera principale: Doppia fotocamera 21MP + 2MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3340mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: Sì

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi un’esperienza d’uso piacevole, grazie ad un processore stabile
✔ cerchi un’autonomia particolarmente soddisfacente

NON devi sceglierlo se…

✖ vuoi uno smartphone con fotocamera di elevato livello
✖ vuoi un dispositivo che abbia Android Nougat nativo
✖ vuoi il Dual SIM Full Active

Huawei P9 Lite: la sorpresa del 2016


Huawei P9 Lite, versione “light” del nuovo top di gamma Huawei P9, si impone sul mercato come diretto successore del modello P8 Lite, smartphone dall’indiscusso successo. Rispetto a questo modello, sono tante le novità che riscontriamo in questo dispositivo e che lo fanno apprezzare in molteplici aspetti. A partire dalle prestazioni hardware, piacevole è l’esperienza d’uso che, grazie a 3GB di RAM, risulta sempre fluida e reattiva, non perdendo punti nemmeno nel gaming.
Miglioramenti certi si registrano nella risoluzione del display, che passa a FHD, e nella capacità da 3000 mAh della batteria, per un sicuro utilizzo quotidiano dello smartphone.
La fotocamera da 13 MP, sebbene non risulti dotata di tecnologia Dual Camera come il “fratello maggiore”, si fa apprezzare in moltissime occasioni, grazie alle tante modalità di scatto messe a disposizione e alla possibilità di regolare manualmente moltissimi parametri.
Huawei P9 Lite si rinnova anche nel design, introducendo, in particolare, il lettore di impronte digitali sul retro. Questa feature risulta particolarmente interessante, soprattutto grazie alla buona funzionalità che porta con sé. Riconoscimento immediato e reattivo dell’impronta, che permette non solo di sbloccare il dispositivo, ma apre ad un mondo di molteplici funzioni.

Huawei P9 Lite: prezzo di lancio troppo alto
L’aspetto che ha meno convinto di questo smartphone, ma che si giustifica in realtà con il salto di qualità effettuato rispetto a P8 Lite, è il prezzo di lancio, che sfiora i 300€, problema oramai cancellato, visto che lo si trova online a meno di 250€.
Se proprio volessimo trovare un difetto, manca in supporto Dual SIM, caratteristica che potrebbe diminuirne l’appetibilità per gli utenti più esigenti e che ricerchino questo come feature fondamentale per la scelta del proprio smartphone.

Huawei P9 Lite: i nostri commenti
La prova di Huawei P9 Lite ha permesso di riconoscere in questo smartphone un’autentica sorpresa. Molto piacevole l’utilizzo quotidiano, affidabile, veloce e prestante. 3 GB di RAM, display FHD, batteria potenziata e fotocamera di ottima qualità costituiscono solo alcuni degli aspetti che contribuiscono a rendere questo terminale completo e con pochi rivali nella sua fascia.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2016 | Peso: 147 gr | Spessore:7.5mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0 – EMUI 4.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (423 PPI) | Processore: HiSilicon Kirin 650. GPU Mali-T880MP2 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 16 GB | Memoria interna disponibile: circa 12 GB | MicroSD: SÌ, fino a 128GB | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO | 4G: SÌ | Dual SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi uno smartphone “lite” dalle prestazioni al top
✔ Vuoi la garanzia di una Fotocamera di alta qualità
✔ Vuoi un lettore di impronte preciso

NON devi sceglierlo se…

✖ Cerchi uno smartphone Dual SIM (lo è solo nella versione internazionale)

Motorola Moto G4 Plus: secondo Lenovo

Motorola Moto G4 Plus Smartphone, Android 6, Display 5.5'' Full HD, 4G, Fotocamera 16 MP, 2 GB RAM, 16 GB Memoria interna, lettore di impronte digitali, Turbo Charger, Qualcomm Snapdragon 1.5 GHz, Nero [EU]
Prezzo consigliato: 279€
Risparmi: 24.28€ (9%)
Prezzo: 254.72€

Moto G4 Plus si differenzia dalla versione base della gamma Moto G4, ultimo modello della famiglia più famosa in fascia media, per due aspetti fondamentali: lettore di impronte digitali e fotocamera. In realtà, le vere differenze tra questi due modelli sono apprezzabili sui modelli non direttamente commercializzati in Italia.
Come nella versione base, Moto G4 Plus porta con sé molteplici novità rispetto al modello del 2015, prima fra tutte il potenziamento del comparto hardware.
Per quanto riguarda le differenze con la versione base del 2016, invece, partendo da questa fotocamera, Moto G4 Plus monta sensore principale da 16 MP, rispetto ai 13 MP della versione base, che permettono di apprezzare l’avanzamento di qualità fatto nei confronti del modello dello scorso anno. Nessun cambiamento, invece, per la camera anteriore.
Moto G4 Plus integra il lettore di impronte digitali, posto anteriormente sul tasto fisico di utilizzo. Si tratta di una funzionalità reattiva e fluida, permettendo uno sblocco rapido del dispositivo. Sicuramente, si tratta di una novità necessaria da implementare, vista la concorrenza, soprattutto sul mercato cinese, e la presenza di questo comparto anche su dispositivi di fasce più basse.

Moto G4 Plus: quale versione?
Nonostante ci sia un potenziamento rispetto al modello del 2015, la versione Plus non si discosta in termini hardware dalla versione base, almeno non per quanto riguarda i modelli commercializzati nel nostro Paese. Moto G4 Plus mantiene lo stesso processore e lo stesso connubio di memoria 2GB/16GB di Moto G4. A livello internazionale, Moto G4 Plus è disponibile anche con 4GB di RAM e la scelta di non lanciare questa versione in Italia avrà purtroppo delle ricadute sull’appetibilità del prodotto per gli utenti.
Non cambiano, fra i due modelli, le dimensioni.

Moto G4 Plus: cosa ne pensiamo
La differenza di prezzo a cui si assiste tra Moto G4 e Moto G4 Plus sarebbe sicuramente stata più giustificata se i due modelli, anche nel nostro mercato, si fossero differenziati per la dotazione hardware montata al loro interno.
Se, inoltre, l’aumento delle dimensioni cui si è assistito nel passaggio da Moto G 2015 a Moto G4 2016 avesse riguardato la sola versione Plus, anche in questo senso probabilmente l’attenzione del pubblico sarebbe stata diversa. La famiglia Moto G4 rimane comunque la più accreditata alternativa alla serie Nexus di Google e quindi Moto G4 Plus è l’opzione più interessante per avere gli aggiornamenti garantiti di Android puro.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Maggio 2016 | Peso: 155 gr | Spessore:9.8mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0.1 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Qualcomm MSM8952 Snapdragon 617. GPU Adreno 405 | RAM: 2GB | Memoria interna totale: 16 GB | Memoria interna disponibile: circa 12 GB | MicroSD: SÌ, fino a 128GB | Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: NO |

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi il lettore di impronte digitali
✔ Vuoi una buona Fotocamera
✔ Vuoi la garanzia degli aggiornamenti

NON devi sceglierlo se…

✖ Cerchi uno smartphone compatto
✖ Cerchi dotazioni maggiori in termini di RAM