Guide all'acquisto Smartphone

I migliori smartphone Android (max 300 euro)

Gen 16, 2017

I migliori smartphone Android (max 300 euro)

Guida all’acquisto degli smartphone Android tra 250 euro e 300 euro

Comprare uno smartphone senza spendere cifre incredibili è possibile e ve lo abbiamo dimostrato con molte guide, ma se si volesse spendere circa 300 euro è ormai possibile portare a casa degli smartphone Android che offrono prestazioni ottime e consentono di ridimensionare il proprio budget senza costringere a abbonamenti pluriennali verso gli operatori. Sappiamo benissimo che esistono tantissime scelte per questo budget di prezzo, ma abbiamo provato ad analizzare la situazione in modo razionale per rispondere alla domanda: quali sono i migliori smartphone Android che si possono comprare con 300€? Vi spieghiamo anche quali sono le differenze che si possono rilevare rispetto ai migliori smartphone da 200 euro e quelli da 150 euro. La nostra priorità è scegliere modelli attuali che offrano prestazioni futuribili, a volte anche ex top di gamma, in modo di avere tutta la qualità premium che viene riservata alla fascia alta di prezzo.

Che caratteristiche deve avere il miglior smartphone Android da 300 euro?

Grazie a questo budget di 300 euro è possibile acquistare smartphone che tengano assolutamente testa rispetto ai top di gamma presenti sul mercato e, per determinare quali sono i migliori, abbiamo deciso di stilare un elenco di caratteristiche minime:

– Uno schermo che deve avere almeno 4.7 pollici, per favorire l’esperienza multimediale fatta di foto e video.
– La risoluzione abbinata a questa diagonale non può essere inferiore a quella Full HD da 1920 x 1080 pixel poiché è necessaria per avere una resa dei dettagli fine su qualsiasi diagonale.
Processore in grado di sostenere tutti i giochi più pesanti dello store e quindi non deludere le aspettative di chi vuole videogiocare col proprio smartphone Android.
– La fotocamera deve essere in grado di garantire una qualità delle foto di alto livello, evitando le incertezze in condizioni di scarsa luminosità come avviene con smartphone di fascia inferiore.
– La batteria è uno dei punti nevralgici degli smartphone e, come tale, deve saper traghettare l’utente almeno a fine giornata. Ogni sorpresa in più è ovviamente gradita.
– La presenza di Android Marshmallow è considerata una certezza in questa fascia, al minimo verrà considerato l’aggiornamento.
– La memoria non deve rappresentare un limite per smartphone di questa fascia, quindi abbiamo deciso di considerare smartphone con almeno 16 GB di memoria interna.

Prima di rispondere alla domanda su quali sono i migliori smartphone Android da massimo 300 euro, vogliamo ancora una volta precisare che esistono moltissimi modelli in lizza con questo budget. Possono essere smartphone cinesi oppure direttamente venduti sul nostro territorio. Tenete conto che questa guida sarà costantemente aggiornate e non vedere uno smartphone in questo elenco non significa che è da noi disprezzato. Proprio per questo, in caso di dubbi, scrivete pure tra i commenti e saremo felici di darvi la nostra opinione in merito. Non dimenticate di premiarci con un “mi piace” alla nostra pagina Facebook, per aiutarci a crescere e aiutare ancora più persone nella scelta.

Alcune doverose precisazioni che vi dobbiamo prima della classifica:

– In questa guida abbiamo voluto scegliere i migliori smartphone sul mercato limitandoci, come già indicato, ai soli modelli con sistema operativo Android ed un prezzo inferiore (o di poco superiore) ai 300 euro;
– I prezzi di riferimento sono quelli degli store online più conosciuti (come Amazon), mediamente più vantaggiosi rispetto a quelli dei negozi fisici: è possibile quindi che i prezzi degli smartphone nei centri commerciali differiscano sensibilmente da quelli indicati su questa guida; alcuni modelli hanno un prezzo su Amazon superiore a 200 euro, ma abbiamo voluto inserirli in questa guida perché online è possibile acquistarli a meno;
– Abbiamo deciso di includere in questa guida anche gli smartphone cinesi per la crescente disponibilità in molti store online italiani (che preferiamo non citare), e che non costringono più l’utente ad affidarsi a rischiose spedizioni dalla Cina.

Quali sono gli smartphone economici che vogliamo consigliarvi con un prezzo di 300 euro? Ecco qui la classifica e non dimenticatevi il like alla nostra pagina Facebook!

Sony Xperia XA Ultra: un phablet per i selfie

Non è la prima volta che Sony presenta al mercato uno smartphone dedicato alla nicchia: Xperia XA Ultra è infatti un phablet con display da 6 pollici con un set di fotocamere incredibile, dedicato totalmente alla multimedialità. Il limite che balza all’occhio è, però, il prezzo: decisamente troppo elevato per incontrare subito il gusto del pubblico, ma grazie alla nota svalutazione degli smartphone Android, è decisamente più appetibile ora.
La fotocamera anteriore è una componente di sicuro spessore, anche migliore rispetto alle aspettative e rispetto alla qualità che offre quella posteriore.
Xperia XA Ultra è uno smartphone solo per alcuni palati: multimedialità al primo posto.

Sony Xperia XA Ultra: i difetti
Il peso di Xperia XA Ultra, abbinato alle dimensioni, lo rende sicuramente meno appetibile ai più: non è uno smartphone compatto ne comodo da portare in tasca, su questo c’è poco da fare. E’, inoltre, abbastanza lampante la carenza di un sensore di impronte digitali: feature che in questa fascia deve essere assolutamente presente.

Sony Xperia XA Ultra: la nostra opinione
Sony Xperia XA Ultra è uno smartphone interessante, ma non troppo comodo da portare in giro. L’esplosione di smartphone Android sul mercato fa pensare ad altre alternative (come Meizu M3 Max che riesce a risultare più compatto), ma Sony Xperia XA Ultra punta su un binomio di fotocamere davvero invidiabile e su un display qualitativamente molto buono. Certo, l’assenza del lettore di impronte e qualche piccola pecca estetica fanno storcere il naso, specie se si sborsa certe cifre.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Aprile 2016 | Peso: 202 gr | Spessore: 8.4mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 6 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (367 PPI) | Processore: MediaTek Helio P10 MT6755 Octa-core 2.0 GHz. GPU Mali T860| RAM: 3GB | Memoria interna totale: 16 | Memoria interna disponibile: 11GB | MicroSD: Sì| Fotocamera principale: 21.5MP | Fotocamera anteriore: 16MP | Batteria: 2700mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ la multimedialità è la priorità assoluta
✔ vuoi un display ampio e luminoso
✔ scatti tantissimi selfie

NON devi sceglierlo se…

✖ usi spessi il lettore di impronte digitali
✖ cerchi uno smartphone leggero

 

Meizu M3 Max: il miglior phablet per potenziale

Meizu M3 Max S685H Smartphone, 64 GB, Dual SIM, Argento/Bianco [EU]
Prezzo consigliato: 299.9€
Risparmi: 70.9€ (24%)
Prezzo: 229€

Meizu M3 Max è una delle rare alternative con display importante e un ottima touch & feel premium, difficile da scovare in questa fascia di prezzo. Tra le peculiarità di questo smartphone enorme indubbiamente si può segnalare una struttura robusta, con una scocca posteriore in alluminio satinato, ben lavorato. Frontalmente il tasto home funge anche da sblocco tramite l’impronta digitale. Chi si avvicina all’acquisto di Meizu M3 Max lo fa però per il display che, grazie alla risoluzione Full HD, non fa mancare una ottima copertura della gamma cromatica, neri ben profondi e una nitidezza da rendere la visione di film e contenuti multimediali davvero piacevole.
Nella realizzazione pratica le fotocamere di Meizu M3 Max si comportano bene: quella posteriore permette di ottenere dei buoni scatti in diurna, con pochissimo rumore ed un buon bokeh di sfondo.

Meizu M3 Max: i difetti
Meizu M3 Max risente, però, di alcuni difetti tipici degli smartphone cinesi, come l’instabilità del sistema operativo che è comunque caratterizzato da una ottima interfaccia FlyME, che inficia parzialmente l’esperienza utente. Purtroppo non mancano i blocchi randomici ed i crash di alcune app, soprattutto quelle legate ai servizi Google (YouTube, sincronizzazione contatti e Play Store nel nostro caso). La FlyME è davvero piacevole grazie ad una grafica pulita ed a moltissime opzioni, rimanendo una garanzia in questo caso.

Meizu M3 Max: i nostri commenti
Il Meizu M3 Max è un prodotto da tenere d’occhio: non si fa mancare nulla sulla carta, è davvero solido e affidabile dal punto di vista costruttivo, possiede un display assolutamente luminoso e comodo per vederci i filmati. Però il sistema operativo è la croce e la delizia: tantissime opzioni utili ma talvolta problemi di sincronizzazione e qualche freeze. Meizu M3 Max è una possibilità, ma non la migliore alternativa della fascia di prezzo in cui si colloca.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Marzo 2016 | Peso: 189 gr | Spessore: 7.94mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 6 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (367 PPI) | Processore: MediaTek Helio P10 MT6755 Quad-core 1.8 GHz Cortex-A53 + Quad-core 1.0 GHz Cortex-A53. GPU Mali T860| RAM: 3GB | Memoria interna totale: 64 | Memoria interna disponibile: 58.24GB | MicroSD: Sì| Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 4100mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: Sì

Devi sceglierlo se…

✔ vuoi uno smartphone solido
✔ cerchi uno smartphone prestante
✔ il display è una tua priorità

NON devi sceglierlo se…

✖ vuoi un software affidabile e internazionale

 

Samsung Galaxy A5 (2016): il miglior smartphone Android da 300 euro per il design

Samsung EF-WA510PBEGWW - Custodia Flip Cover per Samsung Galaxy A5 (2016), Blu
Prezzo consigliato: 31.5€
Risparmi: 14.51€ (46%)
Prezzo: 16.99€

La seconda generazione di Galaxy A5 si è rivelata una sorpresa, grazie ai tanti accorgimenti e alle tante novità introdotte da Samsung. Nel caso di questo modello, potremmo quasi concludere di trovarci di fronte ad una piccola versione di S6. A partire dal design, infatti, l’attenzione rivolta ai materiali da costruzione e le linee che ricordano proprio il top di gamma del 2015 fanno un’ottima impressione. Uno dei punti forti di Galaxy A5 è il display AMOLED che, grazie alla risoluzione ottimale per la lunghezza della diagonale da 5.2 pollici, permette una visualizzazione sempre brillante e vivida.
La Fotocamera è un aspetto che raramente delude nei dispositivi Samsung e su questo smartphone la qualità non è inferiori a modelli di fascia anche superiore, così come la batteria, che fa uno slancio notevole in avanti rispetto alla prima generazione di A5 e garantisce all’utente la sicurezza di arrivare a sera.

Samsung Galaxy A5: peccato per la RAM
L’architettura hardware di Galaxy A5 si compone di un processore Exynos 7580 di tutto rispetto, ma, purtroppo, è la RAM a non convincere fino in fondo, vista soprattutto la concorrenza. I 2GB montati su questo modello, che già di per sé faticano un po’ a seguire le esigenze del software, risultano pochi se confrontati con quello che, anche in fasce di prezzo inferiori, offre il mercato. Non sono molto all’avanguardia per uno smartphone che di listino costa quasi 400€, fortuna che lo street price è calato intorno ai 300€.

Samsung Galaxy A5: i commenti
Le impressioni che si hanno su questo dispositivo sono sicuramente positive se confrontate con la versione precedente, è innegabile, ma, soprattutto in ambito hardware, manca ancora qualcosa per sbancare la concorrenza. Sicuramente, se ragioniamo in termini di prezzo attuale lo squilibrio con quello che offre la media della fascia di appartenenza non è così evidente e Galaxy A5 rientra di diritto tra i migliori smartphone Android al di sotto dei 300€.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Dicembre 2015 | Peso: 155 gr | Spessore: 7.3mm | Sistema operativo: Android Lollipop 5.1.1 | Aggiornamento disponibile: Android Marshmallow 6.0.1 | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (424 PPI) | Processore: Exynos 7580 Octa-Core. GPU Mali-T720MP2| RAM: 2GB | Memoria interna totale: 16GB | Memoria interna disponibile: 12 GB | MicroSD: Sì, fino a 256GB | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 2900mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Cerchi un display di alto livello
✔ Non vuoi rinunciare ad un design “quasi Premium”
✔ Vuoi una Fotocamera di qualità, tra le migliori sui dispositivi Samsung

NON devi sceglierlo se…

✖ Vuoi il massimo della fluidità e credi che 2GB non siano sufficienti
✖ Non vuoi rinunciare al LED di notifica

ZTE Axon 7 Mini: il meglio dell’audio in uno smartphone

Abbiamo avuto modo di conoscere in anteprima ZTE Axon 7 Mini durante la presentazione ufficiale a IFA 2016 e l’aspetto che ci ha da subito colpiti è il comparto audio di questo dispositivo. A bordo troviamo un impianto Dolby ATMOS che rende la resa sonora ricca di dettagli e la riproduzione limpida. La qualità salta agli occhi (o meglio, alle orecchie) ai massimi livelli se si utilizzano auricolari, ma anche senza l’ausilio di questi, grazie alla scelta di posizionare gli altoparlanti sulla facciata, il suono è chiaro e pulito.
Le caratteristiche tecniche di questo terminale fanno riscontrare un chiaro punto di forza nel prezzo, rapportato alla qualità delle componenti. Il display da 5.2 pollici da un lato non rende molto l’idea di uno smartphone da considerarsi “Mini”, ma al tempo stesso garantisce un’ottima visualizzazione dei contenuti, grazie alla ben ottimizzata risoluzione FHD. Anche il supporto Dual SIM, peculiarità degli smartphone cinesi, può risultare un’aggiunta interessante per molti utenti. Ottimi feedback anche per quanto riguarda la fotocamera.

ZTE Axon 7 Mini: il processore fa la differenza
Leggendo per la prima volta le specifiche di questo smartphone, ci siamo interrogati circa la scelta di ZTE di montare il processore Snapdragon 617 e non, piuttosto, il più potente e prestante modello 620. Un terminale che cerchi di vincere a pieno la concorrenza avrebbe probabilmente avuto più successo in questo senso ed, effettivamente, le prestazioni di Axon 7 Mini risultano a tratti sottotono.
Il software si basa su Android Marshmallow ma la gestione dell’interfaccia è affidata alla MiFavor 4.0. Purtroppo non tutte le funzioni sono tradotte in italiano e questo potrebbe costituire una limitazione per gli utenti meno smanettoni.
Infine, la necessità di estendere la memoria interna tramite MicroSD compromette l’utilizzo di uno slot per le SIM. I 32GB per l’archiviazione sembrano comunque in grado di garantire un buono spazio, per cui questo può costituire un problema solo a lungo termine.

ZTE Axon 7 Mini: i nostri commenti
Vedere uno smartphone di questa qualità, con componenti così di pregio, ad un prezzo inferiore ai 300€, è stata un’autentica sorpresa. Eccezion fatta per l’impianto audio, in cui eccelle, Axon 7 Mini è in definitiva un terminale di prestazioni equilibrate, in grado certamente di competere e superare alcuni competitors della fascia media. Per questo, merita un posto in questa classifica.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Ottobre 2016 | Peso: 153 gr | Spessore: 7.8 mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0.1 – UI MiFavor 4.0 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (424 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 617 Octa-Core. GPU: Adreno 405 | RAM: 3 GB | Memoria interna totale: 32 GB | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: SÌ, fino a 256 GB | Fotocamera principale: 16 MP | Fotocamera anteriore: 8 MP | Batteria: 2705 mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: SI

Devi sceglierlo se…

✔ Vuoi uno smartphone con qualità audio di prima categoria (impianto Dolby ATMOS)
✔ Vuoi un buon compromesso tra qualità e prezzo

NON devi sceglierlo se…

✖ Vuoi le massime prestazioni che possa garantire la famiglia di processori Snapdragon
✖ Non vuoi problemi di traduzione nell’interfaccia
✖ Non vuoi dover rinunciare allo slot di una SIM per espandere la memoria

Lenovo P2: il miglior smartphone sorpresa sotto ai 300€

Lenovo P2 Smartphone, Dual SIM, Fotocamera 13 MP, 5.5 pollici Super Amoled Full HD, Octa-core Qualcomm Snapdragon 2.0 GHz, 4 GB RAM, 32 GB Memoria Interna, Grigio [Italia]
Prezzo consigliato: 349.9€
Risparmi: 21.91€ (6%)
Prezzo: 327.99€

Uno smartphone con chipset Snapdragon 625, Android Marshmallow, 4GB/32GB di memoria, fotocamera posteriore da 13 Megapixel e 5100 mAh di batteria ha bisogno di presentazioni? Lenovo P2 spiazza tantissimi competitor offrendo una architettura hardware davvero robusta, affidabile ed accompagnata da una interfaccia piuttosto pulita che fa girare alla grande ogni app o ogni gioco.
E’ affidabile perché la batteria davvero consente di arrivare a sera con ogni tipo di utilizzo, è robusto perché hardware e software vanno a braccetto per non far mancare nulla agli utenti più esigenti.

Lenovo P2: cosa non va
Se c’è qualcosa in cui Lenovo P2 ha qualcosa da imparare, quella è l’estetica: il design non è particolarmente raffinato e le linee sono anonime. Il peso, poi, si fa sentire perché i 177 grammi sono un po’ sopra la media rispetto agli altri smartphone Android sul mercato. Peccato perché se fosse stato più curato esteticamente avremmo potuto ammirare un sicuro best buy.
La fotocamera è di buon livello, ma nei video perde un po’ di qualità facendosi notare per un livello di rumore forse un po’ eccessivo.

Lenovo P2: la nostra opinione
Lenovo P2 è uno smartphone convincente: piace a molti perché dal punto di vista hardware non si fa mancare nulla, ma piace a tutti soprattutto perché il prezzo è indiscutibilmente adeguato alla fascia di mercato ed è molto aggressivo. Se lo paragonassimo alle offerte dei Samsung e LG di questa fascia, Lenovo P2 non sfigurerebbe e, anzi, sarebbe addirittura considerato superiore. Lenovo P2 è dedicato a chi vuole uno smartphone multimediale tuttofare ed è disposto a rinunciare a qualcosa in termini di estetica.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Settembre 2016 | Peso: 177 gr | Spessore: 8.5mm | Sistema operativo: Android 6.0 Marshmallow | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 625 MSM8953 Cortex-A53 Octa-core 2.0GHz. GPU Adreno 506| RAM: 4GB | Memoria interna totale: 32 | Memoria interna disponibile: – | MicroSD: Sì| Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 5MP | Batteria: 5100mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: Sì

Devi sceglierlo se…

✔ cerchi uno smartphone scattante e fluido
✔ vuoi una autonomia eccellente, in grado di arrivare fino a sera con qualsiasi utilizzo
✔ vuoi un DUAL SIM affidabile
✔ vuoi un rapporto qualità/prezzo aggressivo

NON devi sceglierlo se…

✖ cerchi linee e design particolarmente raffinati
✖ uno smartphone leggero

 

Nexus 5X: il miglior smartphone Google sotto ai 300 euro

LG Nexus 5X Smartphone, Display Touch da 5,2
Prezzo consigliato: 254.87€
Risparmi: 5.87€ (2%)
Prezzo: 249€

Dopo l’ottimo successo del Nexus 5 e del meno fortunato (ma più per questioni di dimensioni che per demeriti di prestazioni), torna un googlefonino più compatto: Nexus 5X infatti è la risposta di Google agli smartphone medi di gamma, portando, come sempre, tutti gli avanzamenti tecnologici e soprattutto l’ultima versione di Android, Marshmallow. Il produttore è LG e lo stile ricalca pienamente il modello di due anni: design compatto, linee pulite, leggermente arrotondate.
Riconosciuto da tutti come un esponente della fascia medio-alta, Nexus 5X offre quanto di meglio Google poteva offrire in termini software, ma stavolta è stato l’hardware e la presenza di un fratello maggiore ha smorzare le attese. Sicuramente si tratta di uno smartphone consigliato a chi ama il sistema Android puro, ma non vuole arrivare a dimensioni eccessive.

Nexus 5X: i difetti
Ci stavamo arrivando già nell’introduzione: Nexus 5X non è perfetto perché a distanza di due anni dall’uscita del modello precedente monta ancora lo stesso quantitativo di RAM e, in qualche occasione, si avverte. Al tempo stesso, il comparto fotografico è quello più penalizzato dall’assenza di una stabilizzazione ottica fisica (i video saranno molto tremolanti) e da una app fotocamera molto scarna in termini di funzioni ed opzioni.

Nexus 5X: una scelta il futuro
Difficile non tenere in considerazione che Nexus 5X sarà aggiornato sia alla versione N che alla versione O, le prossime due. Una garanzia in termini di aggiornamenti che la maggior parte degli smartphone si sognano, ma che solo Google può garantire.
Nexus 5X è il miglior smartphone per chi vuole stare sempre al passo coi tempi, anche se qualche limitazione è stata inserita da parte del colosso nel modello LG (ndr: diversamente invece dal modello di Huawei).
Inoltre Nexus 5X offre una esperienza d’uso pulita e davvero fluida, dimostrando ancora una volta come l’ottimizzazione di Google sia il top in questa categoria. Dopo il calo di prezzo (ricordiamo che la versione da 16 GB partiva da 479), ora si trova intorno ai 300€, forse il prezzo più equo per questo smartphone.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Novembre 2015 | Peso: 136 gr | Spessore: 7.9mm | Sistema operativo: Android Marshmallow 6.0 | Aggiornamento disponibile: – | Display: 5.2 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (423 PPI) | Processore: Snapdragon 808. GPU Adreno 418| RAM: 2GB | Memoria interna totale: 16/32GB | Memoria interna disponibile: 12 GB/27GB | MicroSD: NO | Fotocamera principale: 12MP | Fotocamera anteriore: 5 MP | Batteria: 2700mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Cerchi uno smartphone sempre al passo con i tempi (aggiornamenti garantiti per due anni)
✔ Vuoi un lettore di impronte digitali che non sbaglia un colpo

NON devi sceglierlo se…

✖ In questa fascia di prezzo, e nel 2016, cerchi qualcosa in più in fatto di RAM
✖ Vuoi una Fotocamera ricca di filtri e funzionalità

 

LG G4: il miglior smartphone Android da 300€ per la fotocamera

Anche se il prezzo dello smartphone supera di alcune decine di Euro la soglia dei 300, abbiamo deciso di includerlo nella presente guida perché le caratteristiche tecniche risultano competitive in questa fascia.
Nonostante sia uscito da più di un anno, LG G4 è uno smartphone più che competitivo. L’ex top di gamma LG, sostituito quest’anno dal modulare LG G5, rimane ai vertici della fascia di appartenenza, grazie a specifiche tecniche di alto livello. A partire dal display da 5.5, con risoluzione QuadHD, l’esperienza d’uso è un piacere assoluto.
All’interno, il processore Snapdragon 808, che ha scatenato a suo tempo notevoli dubbi perché meno potente dell’allora top 810, riesce a gestire sapientemente l’utilizzo quotidiano e, grazie al consumo energetico ridotto, non grava eccessivamente sulla batteria da 3000 mAh, portando un notevole salto in avanti, in termini di autonomia, rispetto al modello G3.
La fotocamera di LG G4 rimane uno dei comparti migliori che uno smartphone sui 300€ possa montare. Non parliamo tanto di potenza del sensore (come sappiamo, non sono i MP a determinare la qualità di una fotocamera), quanto di resa degli scatti, davvero notevole e, a volte, sopra alle aspettative.

LG G4: il design non mette tutti d’accordo
Al centro delle polemiche su LG G4 ci sono stati i materiali di fabbricazione. La back cover, che nasconde la batteria removibile e che è essa stessa estraibile (fondamentalmente per motivi estetici), è disponibile sia nella classica variante in plastica che nell’insolita texture in pelle. Effettivamente, l’effetto finale nel caso in cui si scelga questa seconda variante, deve piacere e, quindi, il design può per molti configurarsi come punto debole di LG G4.

LG G4: i commenti
Il valore di un top di gamma, spesso, viene decretato non solo in base al successo che riscuote al momento del lancio, ma anche sulla competitività del terminale nel lungo termine. LG ha saputo creare flagship di larghe vedute e, ancora oggi, i suoi smartphone riscuotono successo e restano più competitivi sul mercato. Visto, poi, il ribasso che naturalmente subiscono i prodotti con il tempo, LG G4 sale di diritto sul podio dei migliori smartphone Android sui 300€.

Caratteristiche e specifiche tecniche

Data di uscita: Maggio 2015 | Peso: 155 gr | Spessore: 9.8mm | Sistema operativo: Android Lollipop 5.1.1 –  UI LG Optimus UX 4.0 | Aggiornamento disponibile: Android Marshmallow 6.0 | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1440 x 2560 pixel (534 PPI) | Processore: Qualcomm Snapdragon 808 Hexa-Core. GPU Adreno 418| RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: 22GB | MicroSD: Sì, fino a 256GB| Fotocamera principale: 16MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 3000mAh, Rimovibile: Sì| 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Cerchi un top di gamma del 2015 ancora assolutamente competitivo
✔ Vuoi un display con risoluzione elevata e visualizzazione impeccabile
✔ Durante il giorno stressi molto il tuo smartphone e vuoi che la batteria resista a tutto
✔ Richiedi il meglio dalla Fotocamera

NON devi sceglierlo se…

✖ Non ti piace il design o la back cover in pelle
✖ Preferisci avere la batteria non removibile, per non penalizzare lo spessore

Huawei Mate S

Huawei Mate S Smartphone, Display 5,5 pollici, Memoria 32 GB, Android 5.1, Grigio
Prezzo consigliato: 649.9€
Risparmi: 49.86€ (8%)
Prezzo: 600.04€

Anche se il prezzo dello smartphone supera di alcune decine di Euro la soglia dei 300, abbiamo deciso di includerlo nella presente guida perché le caratteristiche tecniche risultano competitive in questa fascia.
Considerato il prezzo di lancio di 649€, trovare oggi Huawei Mate S a poco più di 300€ è un affare d’oro. Il rapporto qualità/prezzo, rapportato alle condizioni attuali, è uno dei migliori della categoria, viste le specifiche tecniche di alto livello di questo terminale. Huawei Mate S spicca per la sua qualità complessiva. Al momento dell’uscita, non c’erano particolari aspetti che lo facessero spiccare sui propri concorrenti, ma tutte le componenti si armonizzano perfettamente per dare un risultato davvero eccellente.
Il design è forse l’aspetto che più premia Mate S in questa fascia: intorno ai 300€ è difficile trovare questa cura dei dettagli e materiali di fabbricazione così raffinati. All’interno del design, trova spazio uno dei lettori di impronte digitali più funzionali e precisi di sempre. Oltre alla reattività, che è un dato di fatto, sono tantissime le operazioni che si possono fare con la proprio impronta, dalla risposta alle chiamate, allo scatto di foto e tanto altro ancora.

Huawei Mate S: dove si poteva fare meglio
La batteria e la fotocamera sono forse gli aspetti di Huawei Mate S su cui ci si aspettava qualcosa in più, non perché lo smartphone non arrivi a sera o scatti brutte foto, ma perché non notiamo un vero e proprio salto di qualità rispetto ad altri modelli e i comparti, quindi, non spiccano realmente.
A lasciare l’amaro in bocca è la scelta di Huawei di non commercializzare in Europa la versione di Mate S con 128GB di memoria interna, l’unica, tra l’altro, a supportare la tecnologia Force Touch. Si tratta di una tecnologia in grado di riconoscere la pressione esercitata sul terminale e dare quindi accesso a diverse funzionalità, in base al tocco dell’utente. Essendo una tecnologia del tutto nuova, sarebbe stato interessante provarla, anche se sicuramente, la versione da 128GB sarebbe stata proibitiva in termini di costo.

Huawei Mate S: i commenti
Huawei Mate S si merita il primo posto nella classifica dei migliori smartphone dal costo intorno ai 300€ per il suo rapporto qualità/prezzo. Pensare, infatti, che con poco più di 300€ ci si può portare a casa un terminale che ha fatto concorrenza ai migliori top di gamma Android dello scorso anno, un terminale completo e prestante, non può che far gola a chiunque cerchi il meglio, nella fascia di prezzo medio-alta.

Caratteristiche e specifiche tecniche
Data di uscita: Settembre 2015 | Peso: 156 gr | Spessore: 8.2mm | Sistema operativo: Android Lollipop 5.1.1 | Aggiornamento disponibile: Android Marshmallow 6.0 | Display: 5.5 pollici | Risoluzione: 1080 x 1920 pixel (401 PPI) | Processore: Hisilicon Kirin 935. GPU Mali-T628 MP4 | RAM: 3GB | Memoria interna totale: 32GB | Memoria interna disponibile: 25GB | MicroSD: Sì, fino a 256GB | Fotocamera principale: 13MP | Fotocamera anteriore: 8MP | Batteria: 2700mAh, Rimovibile: NO | 4G: SI | Dual-SIM: NO

Devi sceglierlo se…

✔ Cerchi uno smartphone dal design Premium a 300€
✔ Vuoi un lettore di impronte digitali dalle mille funzionalità
✔ Vuoi uno smartphone con il miglior rapporto qualità/prezzo

NON devi sceglierlo se…

✖ Lo vorresti per la tecnologia Force Touch, disponibile sono nel modello da 128GB
✖ Cerchi la migliore Fotocamera nella fascia

Amante multitasking di tecnologia portatile e basket, si fa rapire da discussioni sulla telefonia mobile e se potesse cambierebbe terminale una volta al mese. Dà tutto se stesso per le sue grandi passioni.